Tappi elettronici amplificati CENS

Cappellaccia

CAPPELLACCIA
(GALERIDA CRISTATA)
(Non più cacciabile)

La sarloda dal ciof (allodola col ciuffo) deve appunto il nome al ciuffo eretto che porta in testa, per il resto praticamente identica all’allodola comune nei colori, si differenzia esclusivamente per il becco leggermente ricurvo e per la coda completamente scura..Peso e dimensioni identiche.

Nel periodo primaverile quando i maschi dell’allodola comune sono in estro, tendono durante il canto ad alzare le piume del capo ed e’ praticamente impossibile riconoscere i due esemplari.

Ha il medesimo areale della comune,con la differenza che la cappellaccia si spinge molto a sud dell’asia e ad est del mar caspio, non e’ presente invece a differenza della consimile in Inghilterra e Scandinavia.

Costruisce il nido in modo e luogo simile all’allodola comune,vi depone quattro cinque uova che differiscono pero’ per dimensioni(leggermente piu’ piccole) e per il colore del guscio(biancastro)

La sua presenza In Italia e’ scarsa limitata al periodo di passo(ottobre), rarissimi gli esemplari stanziali.

Le catture erano quindi sporadiche ed avvenivano utilizzando le medesime tecniche di caccia all’allodola.

Dai pochi avvistamenti ho notato (ma potrebbe essere un caso) che la cappellaccia ama sostare nei campi concimati da poco,dove si sposta velocemente di pedina e saltellando cosa che l’allodola comune non ama fare.
Tancredi Corrado