Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

COMUNICAZIONI PERIODICHE AIW 07/11/2017

| 8 novembre 2017 | 0 Comments

wilderness

 

COMUNICAZIONI PERIODICHE AIW

Murialdo, 7 Novembre 2017

1. A distanza di pochi mesi dalla sua abrogazione per decadenza di tutti gli associati per mera dimenticanza, è stata ricostituita la Sezione AIW Provincia di Reggio Emilia. Alla Presidenza è stano nominato l’ex Carmelo Americo ed alla Segreteria l’ex Gian Piero Bondi.

2. Dopo l’avvenuta diffusione di un intervista al Prof. Paolo Ciucci dell’Università di Roma, coordinatore degli studi sull’Orso marsicano, in merito ai recenti studi sul genoma dell’animale, Franco Zunino ha diffuso una critica alle sue dichiarazioni, in più di un caso contradditorie e molto discutibili. Ancora una volta studiosi ed autorità anziché impegnarsi in iniziative che siano veramente volte alla salvaguardia dell’Orso marsicano pensano solo a ricerche e a come “ingannare” l’opinione pubblica incantandola di altisonanti belle parole che sul piano pratico lasciano poi le cose come sono! L’intervento è visionabile nel sito Internet.

3. Grazie all’interessamento di una persona locale, l’AIW ha preso posizione con una lettera alle autorità competenti contro il nuovo impianto di depurazione delle acque reflue dei Comuni di Pescasseroli ed Opi, nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, il cui sito per il nuovo impianto verrebbe a danneggiare il paesaggio ed ambiente di una parte della nota piana agro-rurale tra i due paesi, ampliando sempre più l’area urbana.

4. “In vista della COP 23, tenutosi ieri in Germania, Survival International chiede ai leader del mondo un maggiore riconoscimento del ruolo cruciale che i popoli indigeni hanno nella protezione della natura. Survival International guida la campagna mondiale per un nuovo modello di conservazione che rispetti i diritti dei popoli indigeni. Quest’esigenza è stata riconosciuta da personaggi internazionali importanti, tra cui la Relatrice Speciale sui Diritti dei Popoli Indigeni dell’ONU, Vicotira Tauli-Corpuz. Davi Kopenawa, sciamano Yanomami noto come il Dalai Lama della foresta, ha dichiarato: Le piogge tardano. Il sole si comporta in modo strano. Il mondo è malato. I polmoni del cielo sono inquinati. Sappiamo che cosa sta succedendo. Non possiamo continuare a distruggere la natura. Le prove dimostrano che i territori indigeni costituiscono la migliore barriere alla deforestazione. Una concreta protezione della terra e il riconoscimento dei diritti territoriali indigeni permettono la difesa di vaste aree di foresta, conservando la biodiversità e riducendo i livelli globali di CO2. Le immagini satellitari mostrano che ampie zone dell’Amazzonia sono protette dai territori indigeni. Nonostante questo, alcune grandi organizzazioni della conservazione stringono partnership con l’industria e il turismo, e distruggono i migliori alleati dell’ambiente. Sia il WWF sia la Wildlife Conservation Society hanno stretto partnership con compagnie del legname nel bacino del Congo, e mentre nessuna di queste compagnie opera a livelli sostenibili, entrambe le organizzazioni hanno contribuito a gravi violazioni dei diritti dei popoli Baka e Bayaka. Sebbene alcuni attivisti indigeni, come Sonia Guajajara del Brasile, saranno presenti alle negoziazioni, la voce dei popoli indigeni non ha avuto ruolo centrale. Eppure i popoli indigeni sono i migliori conservazionisti e guardiani del mondo naturale, e dovrebbero essere loro a guidare il movimento ambientalista. Per decenni le società industrializzate hanno saccheggiato il pianeta e contemporaneamente distrutto i popoli indigeni. Sarebbe ora di iniziare ad ascoltarli, prima che sia troppo tardi”. Sembra la posizione dell’AIW in difesa del mondo rurale italiano!

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. 
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

 

Tags: , ,

Category: wilderness

Leave a Reply


7 + = 15

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.