Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

ANLC : RISPOSTA DEL PRESIDENTE PAOLO SPARVOLI A SORRENTINO ARCICACCIA

| 7 settembre 2017 | 6 Comments

Lo scorso 31 agosto è giunta al Presidente Paolo Sparvoli una lettera scritta da Sergio Sorrentino e indirizzata a tutte le Associazioni Venatorie.
Pubblichiamo il testo della lettera e, di seguito, la risposta inviata dal Presidente Sparvoli.

LETTERA DI SERGIO SORRENTINO: TESTO COMPLETO

RISPOSTA DEL PRESIDENTE PAOLO SPARVOLI:

Lettera aperta al presidente Sorrentino

Che strana che è la politica. O almeno certa politica, soprattutto se venatoria.
Ho appena ricevuto, come tutti gli altri miei omologhi presidenti delle associazioni venatorie, una lettera firmata dal presidente dell’Arcicaccia Sergio Sorrentino il quale, anche se in apparenza sembra rivolgersi quasi esclusivamente alla Federcaccia, in ultima analisi contiene un accorato appello all’unità del mondo venatorio.
Non nascondo che la missiva mi ha sorpreso molto e cercherò di spiegare i motivi di questo stupore.
Tanto per essere chiari, mi piacerebbe sapere cosa è riuscita a costruire, in questi lunghi anni che si potrebbero definire “postfermarelliani”, la consorella legata a triplo filo non solo all’apparato politico della sinistra governativa (le sigle che si sono alternate negli anni sono così tante che è una fatica immane ricordarle tutte) ma anche ad una certa frangia dell’ambientalismo italiano che risponde al nome di Legambiente.
Così, dopo aver contribuito a creare, e a distruggere, l’esperienza Unavi, l’Arcicaccia ha iniziato un lungo periodo di volontario isolamento durante il quale è andata a braccetto con Legambiente fino al punto da boicottare l’importantissima conferenza di Venezia che aveva il solo peccato originale di essere stata convocata da Alemanno, a quel tempo ministro dell’Agricoltura.
Poi è stata la volta di Face Italia ai cui lavori, che sono stati preziosi ma molto faticosi e dispendiosi (campagne pubblicitarie, indagini demoscopiche e studi universitari) l’Arcicaccia si è ben guardata dal partecipare, restando ai margini ma prontissima a cogliere i frutti di tale impegno.
Ma non è bastato. Un bel giorno Arcicaccia ha deciso di rientrare in Face Italia imponendo però il dazio di una alleanza improbabile e anzi suicida con Legambiente.
Ovviamente tale dazio, accettato con entusiasmo da Federcaccia, Anuu e Enalcaccia, per noi era e continua ad essere assolutamente insostenibile tanto che, con estrema anche se dolorosa coerenza, il ritorno di Arcicaccia in Face Italia, a braccetto con gli eterni nemici di Legambiente, ha segnato la nostra immediata e irrevocabile uscita dal coordinamento.
Poi c’è stato, come dice l’amico Sorrentino, un susseguirsi di esperienze, più o meno autorevoli e rappresentative – dalla CCT alla Fenaveri – che però sono tutte inesorabilmente naufragate sommerse dalle solite lotte intestine e dal desiderio di prevaricare e soffocare le specificità delle varie associazioni venatorie.
Ora, con questa missiva dai contenuti e dai toni difficilmente condivisibili, viste le esperienze di questi ulti anni, l’Arcicaccia torna a sollecitare una specie di unione sottolineando perfino le presunte difficoltà della FIDASC a rappresentare le armi sportive da caccia come se tali difficoltà dipendessero davvero dalla gestione e non da una generica avversione dell’opinione pubblica nei confronti della parola “caccia”.
Peraltro, tale richiamo risulta ancora più incomprensibile se si esamina proprio l’arrogante scalata ai vertici della FIDASC compiuta proprio da Arcicaccia e da Federcaccia che hanno monopolizzato totalmente la gestione della Federazione emarginando completamente le altre Associazioni.
Per quanto sopra ricordato, la lettera dell’amico Sorrentino viene considerata quasi irricevibile dalla Libera Caccia che, non solo non è per niente in “stallo” come afferma il presidente di Arcicaccia, ma è in continua e costante crescita a livello di rappresentatività e proprio per le sue incessanti e coraggiose battaglie di natura sindacale e non certo politica.
Comunque la Libera Caccia è e resta completamente disponibile ad analizzare con pragmatismo le difficoltà della caccia in Italia per individuare percorsi condivisibili da intraprendere in maniera unitaria, ma pone una condizione assoluta e irrinunciabile: il disconoscimento ufficiale, da parte delle associazioni che l’hanno sottoscritto, dell’accordo stipulato con Legambiente che si è dimostrato e si sta dimostrando anche in questi giorni assolutamente sconsiderato e suicida.
Solo a questa condizione l’Anlc, che non è un’associazione di estremisti ma un vero e proprio sindacato dei cacciatori è disposta a riprendere immediatamente ogni dialogo e collaborazione con le consorelle per lavorare con spirito costruttivo alla difesa del mondo venatorio senza pregiudiziali di natura politica e, soprattutto, senza alcun egemonismo da parte di nessuno.
E senza parlare di fusioni.

Il Presidente
Paolo Sparvoli

http://www.anlc.it/wp/

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. 
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.

Tags: ,

Category: .In Evidenza, ANLC

Comments (6)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Ferdinando Ratti scrive:

    Presidente Sparvoli, mi sembra un pò ingenuo,perchè della scalata alla FIDASC,da parte di alcune associazioni???
    La risposta è semplice,quanti soldi prende questa dal CONI???

  2. martufoni scrive:

    Sig Sparvoli,che FIDC + le varie associazioni incorporate
    dalla stessa (okio.eko,cct ecc.ecc)vogliono fare le prime donne è fuori di discussione.Anche Lei ci racconta come da suo scritto “senza pregiudizi di natura politica”. Bene i suoi trascorsi politici sono di chiara e inconfondibile matrice politica,come del resto del suo vice presidente Toscano.Voi presidenti di AA.VV scendete dai vostri scranni e difendete il mondo venatorio tutto e non battibeccate come le comari. Auguri e buon (f) lavoro

  3. Picchio scrive:

    (n) (n) il patto con Legambiente sta producendo la fine delle pre-aperture.

  4. fERNANDO scrive:

    Al Presidente Paolo Sparvoli:

    La ringrazio ancora una volta dello scritto del suo documento volto al Presidente Sorrentino ARCI CACCIA, come in tutti i suoi documenti che pubblica è chiara la linea della Libera Caccia , anche se in qualche commento appare la nostalgia di qualcuno che è venuto in Libera Caccia non so per far cosa, mostrando nostalgia della sua ex associazione? o pure per altri scopi?.

    Penso che tutti i cacciatori alla guida della loro associazione vorrebbero un Presidente come Lei, il solo fatto che venga attaccato in modo sterile è proprio la consapevolezza ,di altri, che sta dalla parte giusta.

    La crescita incessante della Libera Caccia è dovuta proprio a Lei e della sua chiarezza , con la quale sta portandola avanti senza ma senza se. I Cacciatori Stia tranquillo non sono dei fessi e sanno sempre di più da quale parte stare.

  5. Teqila scrive:

    Si vede che lei fERNANDO è persona istruita e sapiente

  6. Teqila scrive:

    X fERNANDO, è vero che lei è un tuttologo, oltre a un sapiente. A lei basta scrivere o bla bla bla ……

Leave a Reply


5 + 4 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.