Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

La Regione Marche discute l’aumento della distanza minima per i cacciatori

| 7 febbraio 2017 | 2 Comments

In Commissione Territorio e Ambiente è stata presentata una modifica della legge regionale per tutelare la salute dei cittadini.

Sandro Bisonni, vicepresidente della Commissione Territorio e Ambiente della Regione Marche, ha presentato una proposta di legge regionale che punta a cambiare quella in vigore dal 1995 in materia di caccia. In particolare, l’obiettivo è quello di aumentare la distanza minima che devono rispettare i cacciatori quando si trovano nei pressi dell’abitato, di luoghi di lavoro e in tutti quei posti in cui possono essere coinvolte altre persone.

Secondo Bisonni un cambiamento del genere è necessario dopo che ci sono stati episodi spiacevoli con il conseguente rischio per la salute dei cittadini. Il vicepresidente ritiene anche che l’attività venatoria condizioni in modo pesante le altre attività economiche, in particolare quelle legate al turismo e all’agricoltura. Le distanze minime passerebbero così da 100 a 300 metri rispetto ad aie, cortili, case, luoghi di lavoro, fabbricati rurali e ferrovie.

Inoltre, il fucile con canna ad anima liscia potrebbe essere vietato a meno di 300 metri (la legge impone 150 metri), senza dimenticare il rispetto delle macchine agricole in funzione. I nuovi dati riguarderanno probabilmente anche i valichi montani, quindi non più 1000 ma 1500 metri minimi di distanza. La proposta è stata avanzata e motivata e si attendono ora le risposte del mondo venatorio.

http://www.cacciapassione.com/la-regione-marche-discute-laumento-della-distanza-minima-per-i-cacciatori/

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. 
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.

Tags:

Category: .In Evidenza

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. ghibli01 scrive:

    ma dove sono le associazioni venatorie?
    sono comode nei loro uffici invece che difendere le idiozie del solito politico anticaccia che non sa leggere nemmeno le statistiche

  2. Giacomo scrive:

    Ma come si può fare a dire certe cose ! A parte il fatto che con le distanze attuali è già stato fatto un calcolo balistico di non pericolosità, allora visto che di persone con le auto se ne ammazzano più della caccia le strade che non sono a trecento metri dalle case dovrebbero essere chiuse alla circolazione. Cerchiamo di valutare bene il pericolo per le persone, che dovrebbe essere fatto in base alla mortalità annuale. Chi sbaglia per scorrettezze nel rispettare la legge sulla caccia è uguale a chi sbaglia per scorrettezze nel rispettare il codice stradale. Vogliamo per caso vedere il numero degli incidenti mortali nell’uno e nell’altro caso ? Ma dai per piacere, con tutto il rispetto per le idee degli altri, cerca di fare carriera in altro modo e lascia stare la caccia, che per tua informazione in Italia abbiamo già una legge che è la più restrittiva rispetto alle altre nazioni della CE. Salutiaaamo (y)

Leave a Reply


7 + = 13

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.