Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

COMUNICAZIONI PERIODICHE AIW 06/12/2016

| 12 dicembre 2016 | 0 Comments

wilderness

 

COMUNICAZIONI PERIODICHE AIW

 

Murialdo, 6 Dicembre 2016
1. Ora è l’eolico a dare l’assalto alla Riserva dell’Adelasia. Sia la Regione Liguria sia il Comune competente (Cairo Montenotte) hanno approvato un progetto per due nuove pale eoliche da impiantare praticamente su confini della Riserva e dell’omonimo sito SIC. L’AIW, che già si era opposta la progetto quando fu installato un anemometro, nel 2012, ha inoltrato nuovamente una lettera di opposizione, ma con scarse possibilità di successo visto che tutte le autorizzazioni sarebbero già state concesse.
2. Zunino lo aveva già scritto nel suo “I predatori compassionevoli”. Ora uno dei “naturalisti più noti del mondo”, Claudio Bertonatti (Argentina), da tempo vegetariano e vegano, ha così scritto: “Non vi è alcuna specie animale la cui sopravvivenza non comporta la morte di altri animali, direttamente o indirettamente. (…) Mi piacerebbe anche vivere in un mondo ideale, ma non è la realtà. Molti vegani e persone che indossano solo cotone sembrano credere che non causano alcuna morte, ma lo fanno.” Il pezzo intero sarà pubblicato prossimamente.
3. L’alluvione dei giorni scorsi ha anche colpito alcuni tratti di Aree Wilderness ma, anche se può sembrare assurdo… migliorandoli! Nel senso che il fiume Bormida ha sì quasi desertificato di alberi larghi tratti rivieraschi (alberi che però ricresceranno ancora più floridi nei prossimi anni), ma ha anche rioccupato terreni alluvionali che gli erano stati sottratti per adibirli a coltivazioni, e che ora sono stati trasformati in letti di lanche e ghiaioni. L’alluvione ha inoltre dimostrato, a chi lo vorrà vedere (!) che una delle cose più stupide ed inutile che ogni anno fanno i politici (e tanti cittadini lo richiedono!) è la cosiddetta “pulizia degli alvei”. Una tale quantità d’acqua come quella rovesciata in 48 ore sulle valli del Bormida e del Tanaro non la si contiene negli argini stabiliti dall’uomo, perché semplicemente si riprende lo spazio sottrattogli negli anni. Ed i pochi alberi che crescono negli alvei o sradicati anche a centinaia di metri dalle rive ed il drenaggio degli alvei stessi per fare spazio alle acqua diventano una cosa irrisoria a fronte della quantità e furia dell’acqua! Né sono gli alberi che fanno abbattere i ponti, i cui pilastri sono più semplicemente erosi alla loro base dalla furia dell’acqua. C’è un ‘unica saggezza in tutto questo: quello che le acque si sono riprese le si lascino allo stato di wilderness e la prossima alluvione non farà nessun danno|! Anche in questo caso l’America insegna: è così che hanno affrontato le ultime alluvioni del Mississippi, anziché spendere milioni di euro in opere di regimentazione, drenaggio e contenimento che regolarmente le alluvioni successive poi spazzano via. E,se non per casi particolari, si impedisca di ricostruire quelle opere che le acque hanno abbattuto! Si indennizzino i proprietari, sia dei campi sia dei caseggiati devastati: costerà di meno alla collettività ed avremo corsi d’acqua più belli e naturali! Il Nilo era una ricchezza per questo, ovvero perché non era regimentato! Si mappino le aree esondate e tali le si lascino quanto più possibile: non ha costi farlo, ma neppure avrà costi dopo per rimediare ai cosiddetti “danni” delle alluvioni!
4. Si potrebbe presto giungere ad un nuovo e definitivo ampliamento dell’Area Wilderness Monte Camino. Per una tale proposta si è recentemente avuto un’assenso preliminare da parte del Comune di Mignano Monte Lungo competente per il territorio.
5. Sono stati presi contatti per l’iscrizione di numerosi Soci appartenenti all’associazione toscana Caccia Ambiente Ecologia; in tal caso si verrebbero a formare anche alcune Sezioni.

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. 
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , ,

Category: Curiosità, wilderness

Leave a Reply


3 + = 8

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.