Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Ripristinare gli appostamenti della Canaletta del Cornio

| 11 settembre 2014 | 1 Comment

Ripristinare gli appostamenti della Canaletta del Cornio
Ezzelini Storti (Arci Caccia Veneto): ingiusto e ingiustificato l’atto della provincia di Venezia

Arcicaccia“E’ una scelta ingiusta, fuori tempo e ingiustificata”: è severo il giudizio di Giuliano Ezzelini Storti, presidente dell’Arci Caccia del Veneto appresa la notizia della determina della provincia di Venezia che ha decido di eliminare tre appostamenti di caccia vallivo lagunari dell’Atc 5 VE nella “Canaletta del Cornio” e precisamente quelli riferibili ai numeri 192, 199 e 201 della cartografia allegata all’atto dirigenziale (n.2300) del 31 agosto del 2007.

“Valutiamo negativamente il provvedimento – continua Ezzelini Storti – vuoi perché le motivazioni addotte non lo giustificano e vuoi perché limita la caccia a pochi giorni dall’apertura facendo venir meno la certezza di diritto, che deve essere sempre garantita, verso i cittadini cacciatori che rinnovano la licenza di caccia , anticipatamente, versando ingenti tasse, sulla base di ben altre prerogative”.

“Per questi motivi chiediamo alla Provincia di Venezia di ripensare la propria scelta e al contempo ci rivolgiamo alla Regione Veneto affinché intervenga, nei limiti delle proprie competenze, per ripristinare gli appostamenti soppressi”.

“Di fronte a mancate risposte e al mantenimento dello status quo ci mettiamo a disposizione dell’ATC 5 VE e della tutela della pratica venatoria per ricorrere tutti assieme, anche con altre associazioni che si rendessero disponibili, nei tribunali amministrativi contro l’atto che penalizza i cacciatori della Canaletta”.

L’Ufficio Stampa

Venezia, 11 settembre 2014

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Arcicaccia, Veneto

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. ghibli scrive:

    sarebbe ora che le associazioni facessero il lavoro per cui sono pagate

    ” i difensori dei cacciatori”

    chiedete i danni alla provincia

Leave a Reply


7 + = 12

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.