Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Arcicaccia Alessandria: in bocca al lupo per l’apertura

| 5 settembre 2014 | 2 Comments

con arci caccia c’e’ futuro
Il 28 settembre apertura generale della caccia

ArcicacciaGiorno atteso da migliaia di appassionati pronti a scarpinare per pianura e collina nella speranza di fare incontri con qualche lepre o fagiano o cinghiale o altre specie.
Ci auguriamo che le speranze non vengano deluse, ma i dubbi sono molti visti i ripopolamenti fatti con lepri e fagiani di allevamento, molti dei quali sono già morti per fame o predati da volpi e corvidi.
E’ uno spreco di risorse pagate dai cacciatori a cui occorre dire BASTA.
E’ una presa in giro dei cacciatori.
Dire basta per avviare una strategia nuova per produrre lepri e fagiani allo stato naturale cambiando, se necessario, gestori e modalità di gestione delle ZRC, introducendo trasparenza e controlli rigorosi.
E’ possibile ed è necessario. Si può e si deve fare.
Particolare attenzione va fatta alle nuove normative riferite alle Z.P.S. e S.I.C., dove la caccia inizia il 1° ottobre e vi è l’obbligo di usare cartucce con pallini di acciaio ad eccezione dell’Ebro – Chiappo e Langhe di Spigno M.to
Rivolgiamo un invito e una forte raccomandazione a tutti i cacciatori: usate la massima prudenza e attenzione onde evitare il rischio di incidenti, rispettate le leggi e le produzioni agricole ancora in atto, dimostriamo un’alta cultura venatoria che è compatibile con l’ambiente e il territorio.
Un grande in bocca al lupo a tutti

Zone di Ripopolamento e Cattura
Rilanciarle nella produttività e nella trasparenza
Le proposte dell’Arci Caccia

Passare in 5/6 anni da cinque/seimila lepri e altrettanti fagiani – che i gestori dichiaravano di avere catturato – a qualche centinaio di capi, evidenzia una crisi profonda e un fallimento che impone un cambiamento radicale nella collocazione spaziale delle ZRC, nei modi di assegnarne la gestione, nella trasparenza e nel controllo della fauna, sia nella fase delle catture che nel rilascio sul territorio di caccia programmata.
Impone altresì che gli introiti economici delle ZRC siano rapportati alle spese effettive di gestione delle zone stesse, al fine di eliminare le tante voci che da tempo circolano e riferite alla “dubbia provenienza” di quote di lepri e fagiani dichiarati di cattura. Speriamo che si tratti di voci infondate. E’ bene comunque che i dubbi vengano eliminati e vi sia l’assoluta certezza – d’ora in poi – che la fauna catturata sia veramente nata e cresciuta nelle ZRC.
Per rilanciare queste zone come ARCI Caccia diciamo che è necessario:
1. assegnare la gestione delle ZRC alle associazioni venatorie evitando che si creino situazioni di esclusività, di monopolio e di potere di una sola associazione;
2. migliorare la distribuzione delle ZRC sul territorio;
3. istituire Comitati di gestione con la partecipazione degli agricoltori;
4. assicurare una gestione trasparente e controllata dai cacciatori della fauna presente, catturata e la sua destinazione sul territorio di caccia programmata;
5. rendere i bilanci della ZRC pubblici e controllati dalla Provincia o dai nuovi apparati tecnici preposti;
6. certificare i costi di gestione di ogni singola ZRC e il costo di lepri e fagiani sia rapportato al solo costo di gestione;
7. stimolare e incentivare il volontariato e la partecipazione.
Rilanciare le ZRC è possibile ed indispensabile e si può fare con spirito collaborativo di tutto il mondo venatorio e agricolo, attivando le esperienze e le competenze tecniche presenti nell’Università e non solo, in un rapporto di collaborazione con le istituzioni chiamate a gestire il patrimonio faunistico.
Lo si deve non solo ai cacciatori, ma a tutta la collettività.

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , ,

Category: Arcicaccia, Piemonte

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. claudio ge scrive:

    emmmm…. ogni tanto ne tirate fuori una buona (:i) e aggiungo se mi permettete… per il rilancio delle ZRC (che erre sta per Ripopolamento) lanciamo a Febbraio ed eliminiamo i Conduttori e i guardiacaccia del Rifugio, poi se Ti ci trovo a girare dentro…. credimi sarà per L’ULTIMA VOLTA… credimi :mrgreen: B’é che dire… bravi… detto da un acerrimo nemico (:i) (:i) (:i)

    • Ezio scrive:

      I nostri acerrimi nemici ritengo siano gli animalisti e gli anticaccia ad ogni costo. Altri, anche cacciatori e rappresentanti dei cacciatori, magari non la pensano proprio come noi, però…si può almeno cercare di trovare un accordo. Ed anche quando non dovesse accadere personalmente non riuscirò mai a pensarli come nemici. Ciao Claudio in bocca al lupo, Amico! :-D

Leave a Reply


6 + = 11

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.