Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Siena: Fidc e Arcicaccia, risposta ai vu cumpra’ delle tessere

| 1 settembre 2014 | 10 Comments

RISPOSTA AI “VU CUMPRÀ” DELLE TESSERE

arcicaccia federcacciaCon tutto il rispetto dei lavoratori migranti la cui condizione di bisogno, a differenza di altri, ne salvaguarda la dignità pur dovendo vendere, a qualunque prezzo, un prodotto scadente.

In un inserto a pagamento sulla cronaca di Siena della Nazione del 30 di agosto, l’Ufficio stampa della l’Associazione Nazionale Libera Caccia, che tiene a precisare di essere Associazione riconosciuta con Decreto MAF 20/3/1968, Art. 35 Legge 2/8/1967 ( dal numero ignoto…) e che quindi esiste, con il “bociare” che gli è tipico, accusa tutti, Regione, Provincia di Siena, ma soprattutto Federcaccia e Arcicaccia, di “aver generato un caos gestionale dalle dimensioni bibliche”, ed ancora di essere gli “artefici di un fallimentare governo degli ungulati e più in generale della caccia in Toscana”.

Come sempre, ma questo è un tratto di stile inconfondibile, i nemici dei “vu cumprà” delle tessere sono Arcicaccia e Federcaccia e quindi l’80% dei cacciatori della Toscana.

Lo scandalo che viene denunciato, a pagamento, e di cui sarebbero artefici Arcicaccia e Federcaccia, è di aver fatto dare le dimissioni ai propri rappresentanti dai comitati di gestione degli ATC 17 e 18 di Siena e di essere poi rientrati.

I fatti sono noti.

L’insoddisfazione verso la gestione faunistica della Provincia di Siena, dal ritiro della delibera della volpe alla gestione degli ungulati e, prima ancora, sul piano faunistico provinciale, è stata più volte denunciata da Arcicaccia e Federcaccia.

Sulle richieste di cambiamento delle scelte provinciali, scritte e rese note pubblicamente, Arcicaccia e Federcaccia hanno in questi anni sviluppato un confronto serrato con la Provincia, fino a quando, non ottenendo risposte soddisfacenti, i rappresentanti delle due organizzazioni nei comitati di gestione di ATC 17 e 18 hanno rassegnato le dimissioni per segnalare in modo forte i loro dissenso.

Sulla base di un confronto sulla gestione faunistica in Provincia di Siena, aperto con la Regione e di un documento sottoscritto con la stessa Regione, che impegna tutti a ragionare sulle proposte avanzate da Arcicaccia e Federcaccia, percorso che è stato accolto dalla Provincia di Siena, le Associazioni hanno deciso di nominare insieme un rappresentante per l’ATC 18 e l’ATC 17 per consentirne la ordinaria amministrazione.

Ciò fino al 15 di Ottobre; data nella quale l’attuale Provincia, ed i suoi organi nella pienezza delle funzioni e della rappresentanza attribuita per legge, saranno superati. A quella data se il confronto tra Regione, Provincia, Arcicaccia e Federcaccia avrà avuto esito ci saranno le condizioni per ricostituire i comitati di gestione nella piena espressione delle diverse rappresentanze; se il confronto, viceversa, non avrà avuto esito positivo i rappresentanti di Federcaccia e Arcicaccia, rassegneranno nuovamente le dimissioni.

Proposte chiare, dunque; percorso di confronto alla luce del sole dunque, assunzione piena di responsabilità nei confronti dei propri iscritti e di tutti i cacciatori dunque.

Arcicaccia e Federcaccia fanno da sempre così: le cose non vanno, si denunciano, ma si lavora per cambiarle nell’interesse della caccia e dei cacciatori.

Viceversa si sono comportati i “vu cumprà” delle tessere.

Non risulta un documento di proposta di questa Associazione sulle varie tematiche in discussione; non sono state date dimissioni in polemica con le scelte della Provincia ma i rappresentanti di quest’Associazione sono rimasti nei comitati di gestione dell’ATC; nel comitato di gestione dell’ATC 18 fanno un accordo con il WWF per eleggere Presidente il proprio rappresentante. Rappresentante che, di fronte al “caos gestionale di proporzioni bibliche” ed alla “disastrosa gestione venatoria” non ha mai votato contro ad alcuna delibera dell’ATC 18.

Riassumendo, per questa Associazione la colpa di tutto è delle Associazioni venatorie Arcicaccia e Federcaccia; questa Associazione non ha mai fatto conoscere proposte né elevato formali proteste; il loro rappresentante nell’ATC 18 ha votato tutti gli atti e non si è dimesso per contestare la gestione; il rappresentante di questa Associazione nell’ATC 18 si propone Presidente del comitato di gestione con il sostegno dei due rappresentanti del WWF.

Questi i fatti.

A differenza di questa Associazione, Arcicaccia e Federcaccia hanno fiducia da sempre nell’intelligenza dei cacciatori; da sempre si rimettono al loro giudizio e da sempre sono disponibili a discutere con tutti.

Giudichino i cacciatori.

P.S.

C’ha colpito il linguaggio moderno dell’ufficio stampa dell’Associazione: “Management degli ungulati” con il significato di gestione; ma ci ha colpito di più la frase “il dietrofront tipico del più INDIGENTE costume politico italiano” questa frase, come scritta nell’avviso a pagamento, non significa niente. Suggeriamo, nel mentre si studia l’inglese, di ripassare l’italiano, esercizio che non guasta neppure per chi è abituato solo a “bociare”.

Siena, 31 agosto 2014

Arci Caccia Toscana

Federcaccia Toscana
 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , , , , , , ,

Category: ANLC, Arcicaccia, Federcaccia, Toscana

Comments (10)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Pasquale (Nato cacciatore) scrive:

    “A differenza di questa Associazione, Arcicaccia e Federcaccia hanno fiducia da sempre nell’intelligenza dei cacciatori; da sempre si rimettono al loro giudizio e da sempre sono disponibili a discutere con tutti.” 8-O 8-O
    (:-p) (:-p) :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

    mi sa tanto di presa per il….

  2. OSSERVATORE scrive:

    MA!!!!!! credono anche di avere ragione, come se tutto fosse normale, come se non avessero fatto alcun danno, sono disturbati dalle critiche dell’ANLC……. o forse sono disturbati da chi da tempo scoperchia le loro pentole?
    Io penso che se decidessero di stare zitti, forse verrebbe scordato il loro operato e avrebbero tutto da guadagnare.
    Forza ANLC anche se non conoscete bene l’inglese e poco l’italiano, e non siete professori come loro, i cacciatori vi capiscono e sono con voi.

  3. Più Chiarezza scrive:

    Caro Osservatore, noto che non entri mai nel merito delle precisazioni e dei fatti.
    E’ vero o non è vero che l’ANLC non ha mai formalmente protestato con la conduzione della politica della Provincia?
    E’ vero o non è vero che nell’ATC 18 eravate pronti a far comunella con il WWF pur di nominare qualcuno dei vostri a Presidente dell’ATC?
    E’ vero o non è vero che le Associazioni della CCT hanno fatto comunicati e sono usciti sui giornali per criticare aspramente la Provincia e le loro scelte in politica venatoria? (ricordo una paginata e un manifesto di Arci e Fidc più o meno intitolato così:le volpi si mangiano la politica in Piazza del Campo)
    Quanti comunicati ha prodotto l’ANLC a proposito della politica venatoria senese?
    Faccia una raccolta e dimostri, dati alla mano, che in questi mesi hanno fatto le “barricate” contro le scelte delle Provincia.
    Dimostrino che i loro rappresentanti si sono puntualmente opposti, con i voti contrari, non a chiacchere, alle delibere proposte negli ATC.
    Ci spieghino che cosa significa questo amore sbocciato con i più acerrimi nemici dei cacciatori che sono quelli, nientepopodimeno, del WWF.
    Se non dai questi dati non sei OSSERVATORE di niente.
    Semplicemente uno che, per partito preso, ha deciso di tifare per la Libera Caccia, o meglio, si orienta in virtù dell’odio nei confronti degli altri.
    La caccia, però, avrebbe bisogno di intelligenze autonome e libere, non certo di ultras da curva.

  4. fernando scrive:

    I Signori presidenti Provinciali di Arci Caccia e Federcaccia hanno un nome e cognome Ferretti Aessandro e Neri Mauro ha loro chiedo e chiedete tutti dove erano quando in Provincia si discuteva il piano faunistico, che a distanza di poco tempo loro vogliono rimettere in discussione , mentre noi della Libera Caccia nella mia persona, come rappresentante di essa ai tavoli della Provincia per la discussione del piano faunistico ci battevamo con forza per cambiare gli indirizzi dello stesso piano faunistico soprattutto per certe forme di caccia come gli Ungulati, dove erano quando si chiedevano con forza alla provicia di ridarci i mezzi per poter il controllo dei predatori,e la gestione delle strutture pubbliche.

    Nei cassetti della provincia ci sono le osservazioni scritte fatte dalla Libera Caccia, andiamole a rileggere visto che certi Signori sono di memoria corta.

    Il comportamento di queste associazioni di questi ultimi giorni recandosi dall’ Assessore Regionale da e dal Presidente Provinciale da soli è il solito di quando stavamo discudendo il piano faunistico quando spesso prima di incominciare la discussione uscivano quando l’ uno quando l’ altro dagli uffici dei Dirigenti, questi sono quelli che sbandierano all’ unità delle Associazioni , ma mi faciano un piacere prima di parlare di vu comprà si gurdino bene nella loro coscenza.

    La risposta data dagli esponenti Regionali della Libera Caccia è a conferma di quanto il comportamento di certe Associazioni non sia cambiato a distanza di anni dopo aver commesso errori madonnali.

    AI signori Neri Mauro e Ferretti Alessandro dico se si vogliono confrontare io sono a loro disposizione, come penso tutta la Libera Caccia.

    Un cordiale saluto a ttutti e Due.

  5. ross scrive:

    ….
    chiacchere…le tessere calano…

  6. osservatore scrive:

    x più chiarezza, nell’ultimi tempi forse eri all’estero? l’ANLC ha prodotto numerosi comunicati, sulla stampa e nei siti di interesse venatorio, comunicati che criticavano l’operato delle ASS Venatorie FEDER e ARCI, criticavano l’operato delle istituzioni, regione e provincia, il presidente provinciale Biondi a fatto comunicati e esternazioni al limite della querela. Tu dove eri dormivi?
    Per quanto riguarda il WWF dal punto di vista della correttezza amministrativa nell’ATC 18 a dato prova di serietà e coerenza molto di più di alcune AAVV. La serietà che serve nell’amministrare l’interesse di tutti non ha una etichetta associativa ma è nella persona che la ci mette la faccia e, il Rosati del WWF la faccia ce la sempre messa, poi nella politica di scelte venatorie è altra cosa.

  7. Più Chiarezza scrive:

    Allora se criticate in egual modo la Provincia, perchè vi scagliate contro la CCT che ha fatto altrettanto?
    Inviateci, comunque, tutti i vostri comunicati e le vostre proposte.
    Fateci vedere i verbali nei quali, negli ATC, vi siete opposti alle delibere che hanno, come voi sostenete, prodotto una situazione biblica nella gestione degli ungulati.
    Se poi basta essere persone corrette dal punto di vista amministrativo per stipulare accordi di tipo politico, allora, davvero, tutto diventa possibile!
    E’ inutile che gonfiate il petto per essere gli unici veri difensori dei cacciatori, quando, appena vi si presenta l’occasione, vi alleate perfino col WWF!
    Ma a chi la vuoi dare ad intendere, caro Osservatore?
    Fate i muscolosi in piazza e trattate nelle segrete stanze con i nemici della caccia.
    Ma dai, non avete alcuna credibilità, e non basta scrivere con tanti strafalcioni lessicali per apparire del popolo e vicini alla base!
    I dirigenti, di qualunque cosa si occupino, devono dimostrare capacità ed impegno a migliorare.
    Il tuo post emana un insopportabile odore di populismo!

  8. osservatore scrive:

    x – chiarezza ( più confusione che chiarezza) – l’ANLC è presente nelle sole atc 17 e 18 E DA SOLO META MANDATO, i danni era già stati prodotti prima.
    Di quale delibere parli che non dovevamo approvare? NON è STATO FATTO NIENTE, SOLO PAGARE DANNI E PREVENZIONE X L’UNGULATI.
    LO SAI COME SONO COMPOSTE LE ATC? UN RAPPRESENTANTE PER OGNI AAVV (ARCI FEDER E ANLC O ENALCACCIA) + due rappresentanti della provincia (sempre arci e feder + due rappresentanti di ass.ambientaliste e tre di ASS.NI AGRICOLTORI – ARCI E FEDER giocavano al raddoppio e avevano la presidenza e la vice presidenza.
    Nella atc 18 vi è stata un’intesa fra ANLC E WWF per rispondere all’interesse dei cacciatori e mantenere operativo l’ufficio, il WWF a garantito l’operatività della atc, a differenza di chi ha abbandonato la nave.

  9. osservatore scrive:

    Ma lo sai PIU’ CHIAREZZA che si vede che sei istruito…
    Il tuo post emana un insopportabile odore di populismo.
    ……coglioni come scrivi bene
    Populismo: Atteggiamento o movimento politico tendente a esaltare il ruolo e i valori delle classi popolari. Definizione e significato del termine populismo
    La parola populismo può avere numerosi campi di applicazione ed è stata usata anche per indicare movimenti artistici e letterari.
    populismo – in russo: народничество ? , narodničestvo , da narod, popolo – è un movimento politico e culturale nato nell’ Impero russo.
    Populismo è l’esprimere un concetto che è condiviso da chiunque, ma che nella percezione dell’interlocutore non lo è.
    CHE VOLEVI DIRE? illustrami con la tua cultura!!!!!

  10. poiana scrive:

    Arci caccia e federcaccia sono arrivati alla frutta cercano una parvenza di accordo ma lessenziale e mantenera la poltrona in ogni maniera anno finito anche il torsolo

Leave a Reply


+ 6 = 14

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.