Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Anuu: Guardiamoci in faccia

| 26 agosto 2014 | 4 Comments

ANUUL’organizzazione della CACCIA in Italia attende necessariamente di essere razionalizzata sulla base di un modello europeo, ma una parte cospicua della società venatoria italiana è invece impegnata a difendere se stessa in una tutela dello status quo.
Non prende sul serio (non lo ha mai fatto), i continui e severi moniti che ci vengono dagli esempi delle principali organizzazioni degli Stati a noi vicini.
L’aneddotica ci viene quotidianamente propinata sotto forma di molteplici manifestazioni di concorsi e campionati di tiro, di cani, di specialità sotto diverse bandiere; dalle indagini o dagli studi delle diverse associazioni senza un coordinamento; dalle barricate disomogenee nella difesa delle tradizioni regionali, ecc. Si è incapaci di abbandonare l’idea del “campanile”, di fare coesione tutti insieme perseverando in un’enorme perdita di tempo, di idee, di forze.
Il cambiamento, per quanto ormai definito da tutti assolutamente necessario, purtroppo tarda.
La volontà di pochi lungimiranti ben pensanti, tra i quali l’ANUUMigratoristi, costituitasi nel lontano 1958, con oltre cinquantacinque anni di meritato servizio in difesa della CACCIA e, in particolare, delle tradizioni regionali, deve fronteggiare una resistenza e una opposizione in difesa di piccoli privilegi personali o di sigle che stanno veramente facendo male alla nostra amatissima passione.
Dobbiamo vincere queste assurde resistenze così diffuse.
Ci accorgiamo – guardando fuori dalla nostra piccola finestra – che in Europa le organizzazioni venatorie hanno un potere reale, con i loro migliori uomini che dialogano in modo credibile con le istituzioni politiche nazionali e locali e ora navigano, finalmente, in acque migliori delle nostre.
Stiamo chiedendo molto alla politica (l’ultima legge votata nei giorni scorsi è un esempio), ma la politica perché mai dovrebbe essere in grado di salvarci contro la nostra volontà, così povera di capacità propositiva?
Che cosa abbiamo fatto, salvo qualche esempio quasi misconosciuto da quanti, uomini incapaci, difendono strenuamente il loro “cadreghino” del non fare, per farsi credibili con la politica?
Possibile che non vedano un baratro ormai drammaticamente vicino? Diamoci da fare!

http://www.anuu.org

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , ,

Category: ANUU

Comments (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Ferdinando Ratti scrive:

    Le ultime modifiche alla 157???: si poteva e doveva fare di meglio!!!.
    Questa legge andava rivista in toto,per apportare una buona volta,le modifiche a lacune che durano da 22 anni e che NON sono mai state colmate(la gatta frettolosa fà i gattini ciechi.
    Purtroppo solo in Italia le leggi si modificano a spizzichi e bocconi.

  2. Giacomo scrive:

    (n) …..

  3. sergio55 scrive:

    almeno cambiate il nome dell’associazione ANUU, andava bene una volta, quando facevate veramente L’ANUU.

  4. dardo scrive:

    tutto vero e per migliorare la situazione vi siete uniti con federcaccia ed arcicaccia?? le quali di gare con i cani e convegni ne fanno un porta bandiera? fregandosene per la caccia e dei cacciatori per tutto l’anno tranne durante il tesseramento?? vi dico subito cosa ci vuole uno tsunami ma di quelli veri che inondi questa penisola e spazzi via lo schifo che vi regna.!!

Leave a Reply


2 + = 5

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.