Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Unita mondo venatorio: partorire o abortire

| 19 agosto 2014 | 16 Comments

2014 Unità delle Associazioni Venatorie nazionali: “partorire o abortire …… in mezzo al guado i cacciatori affogano …..

Il Presidente dell’ARCI Caccia Osvaldo Veneziano risponde all’invito rivolto dal dott. Lamberto Cardia presidente FACE Italia di partecipare all’incontro del 21 agosto con la lettera di seguito riportata:

Veneziano OsvaldoEgregio Presidente,
La ringrazio per il Comunicato Stampa inviatomi relativo alle decisioni assunte da FACE Italia e alla nomina dei Gruppi Dirigenti.
Mi è gradito esprimerLe gli Auguri di Buon Lavoro per la Presidenza assunta.
Ho ricevuto l’invito per l’Associazione che ho il piacere di rappresentare, ai lavori della riunione del prossimo 21 agosto. Mi sia consentito, nell’accoglierlo, di esprimere alcune considerazioni.
Auspico che, superando ogni indugio, si possa, con l’incontro, raccogliere parte dell’elaborazione condivisa nei precedenti appuntamenti e che ha prodotto contributi scritti, con la proposta di Statuto predisposto dall’Ufficio di Presidenza dell’Enalcaccia, della nuova Federazione denominata provvisoriamente da Voi, Fe.Na.Ca.I.
Credo sia opportuno, onde evitare il riproporsi delle contraddizioni che hanno concorso all’attuale, insostenibile condizione di stallo dei processi unitari nazionali, avere chiari gli obiettivi dell’appuntamento del 21 agosto. Occorrerà, in quella sede, riprendere a discutere, e poi scrivere, una bozza di Statuto più compiuta e condivisa, della Confederazione delle Autonome Associazioni Venatorie. I punti di massima acquisiti, pur con alcune assenze alle riunioni, prevedono di realizzare l’”unità” confederale delle Associazioni Venatorie Nazionali riconosciute affinché si interloquisca, con un progetto comune, con le Istituzioni nazionali, internazionali e regionali e che parli “incisivamente”, come non mai prima, alla “società”, per conquistare quei consensi nell’opinione pubblica e tra i giovani, indispensabile ad una ricollocazione della “caccia” nel futuro, come indicato dalla Ricerca del Prof. Finzi, prodotta per volontà e convincimento delle nostre Associazioni e, forse, ancora poco “patrimonio diffuso” dei Gruppi Dirigenti nel Paese.
Della bozza di documento predisposto, abbiamo già condiviso l’esigenza di una Confederazione strutturata democraticamente, presente ufficialmente nelle Regioni, ed aggiungo, impegnata ad organizzare unitariamente l’attività sportiva, i servizi e quant’altro aiuti a superare la “crisi della caccia” e lasciando al passato “tendenze autolesioniste” che, talvolta, hanno prodotto elementi di isolamento del mondo venatorio.
Arcicaccia La “proposta di Statuto” relativa alla, provvisoriamente detta, Fe.Na.Ca.I., pur se non approfondita è da presentare al più presto a tutto il “sistema caccia” e alle sue naturali alleanze per dare certezza di prospettiva al percorso delle Associazioni che si federano. Mi permetto intanto di proporre che i documenti attuali siano offerti alla possibilità di riflessione anche delle Associazioni Venatorie Nazionali riconosciute Italcaccia ed EPS, le quali, anch’esse estranee a FACE Italia, potrebbero invece testimoniare attenzione e disponibilità alla nuova Confederazione o Federazione e, fin dall’inizio, sarebbero nelle condizioni di valutare nel merito le proposte, così da accelerare i tempi di lavoro comune.
Mi auguro di avere interpretato coerentemente il dibattito avviato, così come ho “caldeggiato” le prospettive che propongo di realizzare d’intesa con le altre Associazioni nel nuovo soggetto associativo che vorrei, a pieno titolo, fosse parte di quel volontariato cui guardano con attenzione le nuove normative.
Per quanto di mia competenza confermo l’appuntamento del 21agosto, rimettendomi ai tempi che riterrete più idonei per organizzare i lavori così che possiate autonomamente affrontare eventuali problematiche relative a FACE Italia.
Cordiali saluti.

 

Roma, 18 agosto 2014

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , ,

Category: Arcicaccia, Generale

Comments (16)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Baghy scrive:

    Volete ricreare l’unavi? Non avete già fatto abbastanza danni con la 157/92? Baghy

    • Pietro Pirredda - Arzachena (Sardegna) scrive:

      Baghy concordo con Te!!! Ancora non vogliono ammettere che con l’invenzione della 157 e degli ATC hanno fatto morire la caccia VERA come si conosceva prima dell’avvento della 157!
      Non diamo ascolto a questo individuo che con la sua associazione e l’altra affiliata, ci vogliono portare ulteriormente nel precipizio! (y) (y) (y)

  2. Giacomo scrive:

    Spero che l’Italcaccia si pronunci in merito all’invito e che mediti sull’unione come dicevo con Ferdinando Ratti. :wink: Salutiamo

    • alessandro pani scrive:

      Quando due aziende si fondono il problema è il taglio delle teste perchè ci sono troppi dipendenti e molte funzioni duplicate.
      In questo caso 5 associazioni unite dovrebbero tagliare tanti di quei dirigenti centrali e periferici per fare le cose seriamente.
      Ho grossi dubbi che ciò accada

    • Giacomo scrive:

      Certo che come la intedi tu l’unione non si farebbe mai caro Pani, ma perchè non vi informate di come si vuole fare questo passo ? La grande Fidc ha dettato chiaramente il modo in cui ci si vuole unire invitando tutte le associazioni riconosciute e non, per il resto ci sono stati post sui siti di caccia dove si chiarivano bene le modalità. E’ evidente che come siamo messi attualmente la caccia non potrà soppravvivere e se siamo ancora in piedi lo dobbiamo proprio alla Fidc ed alle altre associazioni che si sono unite, vedasi quello che si è fatto per i richiami. Credo che volendo informarsi sul sito CONFEDERAZIONE CACCIATORI TOSCANI ALLA FINESTRA STATUTO si può trovare quello che serve per capire più chiaramente l’unione. :wink: Salutiamo

  3. valentino carbone scrive:

    arci,fidc e ital sono le prime che hanno voluto la fine della caccia,alle assoc.ambientaliste anticaccia ci fanno un baffo……!!!!!

  4. Peter scrive:

    Questi parlano come se la caccia sia una loro eslusiva prerogativa. Anzichè raccogliere tutto il modo venatorio in tutte le sue varie sfaccettaure e tradizioni, vogliono invece l’unione solo con le associazioni riconosciute, come se tutti gli altri, che poi sono la maggioranza, non esistessero. Personalmente penso che non riusciranno nell’intento, cadrebbero troppe teste e, qualora l’unione si verificasse, ne uscirebbe un inciucio colossale che durerebbe al massimo da natale a santo stefano. Quello che secondo me sarebbe possibile fare, ma senza pregiudizi ideologici e di “tessere” e considerando che tutte le cacce devono avere pari dignità, sarebbe quello di unire gli sforzi, le idee e le proposte di ogni associazione, riconosciute e non, fare sintesi e presentarsi con unicità di intenti agli appuntamenti che contano. Lo so, è una pia illusione, ma questo è quello che chiede veramente il modo venatorio, altro che le balle e le bolle.

  5. Bartoccini Mario scrive:

    Perché abbiamo la stagione venatoria più breve d’Europa?
    Perché paghiamo la tassa più esosa d’Europa (nonostante)?
    Perché negli istituti privati di caccia è consentito abbattere la selvaggina migratoria? spillando ancora danaro dalle tasche dei cacciatori?
    Perché la “politica” ha preso il sopravvento sulla “tecnica”?
    Perché gli equilibri faunistici sono “saltati”?
    Perché la “SELVATICITA’” delle specie autoctone è seriamente compromessa?
    Perché la selvaggina non è stata adeguatamente valorizzata anche come apporto indiscutibile al PIL?
    Perché la associazioni animaliste crescono come funghi?
    Perché il territorio è sommerso da divieti?
    Perché? Perché? Perché?

    PERCHE’ GLI STESSI SUONATORI SUONANO DA TROPPO TEMPO LA STESSA MUSICA! (stonata, monotona, tiriterante, cacofona, sgradevole, aspra, discordante)! ED HANNO PURE OLTRAGGIATO LA VERIDICITA’ DELLA CULTURA VENATORIA ED AGRESTE! (make-up)!
    Cordialità.

  6. Terfiro scrive:

    Perché tutti parlate senza sapere di cosa?, Perché avete soltanto da denigrare chi si adopera a fare qualcosa di nuovo per cercare di dare un’immagine nuova e credibile alla caccia? Quali sono le vostre idee? Invece di criticare gratuitamente e senza senso dove siete e cosa fate? Pensate di essere a posto e che tutto sia dovuto soltanto perché pagate una tessera associativa unita all’assicurazione obbligatoria? Avete chiaro in quale società ci troviamo o credete di essere ancora negli anni 60. Sapete quali sono le direttive Europee e cosa comporta trasgredirle o parlate soltanto perché avete la bocca. Sapete che se non faremo velocemente l’unione delle forze di tutte le componenti venatorie non avremo più scampo, o pensate ancora che qualche santo ci salvi. C’eravate voi in sede governativa qualche settimana fa a cercare di salvare le nostre cacce tradizionali o c’erano i dirigenti nazionali che hanno ottenuto un risultato per niente scontato.Siete stati informati di quale pericolo abbiamo scampato o per voi non è successo niente. Credo che necessiti un po più di gratitudine,informazione, onestà intellettuale e prima di tutto, di fronte ai nostri nemici, sempre pronti ad aggredirci ed offenderci, anche un po di intelligenza, perché soltanto con la forza unitaria si vince e si continuerà ad esistere.
    Scusate le osservazioni, ma a mio avviso le credo dovute.

  7. claudio ge scrive:

    ABORTIREEEE Voi & company :mrgreen:

  8. alessandro federighi scrive:

    ogni volta che vedo il presidente ,mi ricordo di un certo “tavolo”……………poi saltato si…………ma chi era li pronto ad apparecchiare dinuovo??????concordo con Bartoccini!!!!!!!!! 8-O 8-O 8-O 8-O 8-O 8-O 8-O 8-O 8-O

  9. eraldo martelli scrive:

    Che sigla brutta! Sicuramente non andrà in porto.
    Se invece si chiamasse
    Federazione Italiana Cacciatori Associati?

  10. Ferdnando Ratti scrive:

    Un proverbio dice che: Sbagliare è umano,Perseverare è diabolico.Due li hanno già uccisi a tradimento e sepolti,(CIAV e UNAVI) ora vogliono far risorgere l’unione tra cacciatori come nostro signore ???????.
    Questi hanno la faccia di bronzo per usare un eufemismo.(io sento puzza di bruciato, per non dire di zolfo)
    Giacomo va bene l’unione ad una sola condizione però in sede di trattativa e proposte con il governo; si svolga senza egoismi personali,sete di potere e poltrone, dove veramente uno valga uno,NON che io sono io e avendo più associati conto di più te.
    Altrimenti anche questa unione avrà la vita breve e farà la fine delle altre due.
    un saluto

  11. Eraldo scrive:

    Premetto che sono iscritto all’Anuu ma il Sig. Veneziano (su un’altro portale venatorio) rivolge lo stesso invito alle sole Associazioni riconosciute tralasciando tutte le altre, secondo me si sta già partendo con il piede sbagliato.

    Eraldo

  12. fernando scrive:

    X Terfiro:

    Penso che quello che stanno conbinando e proponendo questi Signori che te blasoni molto facciano questo solo ad uno scopo poltrone poltrone poltone!!!!!!!, se non fosse così proporrebbero una sola associazione, non confederazione. Per quanto tutti parlate senza sapere, è una frase che potrebbe essere adatta a te, questi Signori che te blasoni molto sono persone come tutti e devono svolgere il proprio lavoro ascoltando molto di più i cacciatori, penso anche che non ci sia da cercare qualcosa di nuovo senza prima ripristinare l ‘esistente, o non sono capaci, e cercano altre scappatoie?

    Le nostre idee possono essere molte e molto concrete il guaio che loro si muovono a secondo degli indirizzi politici delle forze politiche di riferimento fregandosene totalmente di noi.

    Perchè questi Signori non sottopongono le loro proposte ad un referendum?

    In quanto alle grandi confederazioni sono uguali uguali alle grandi coalizioni, che vengono proposte ad un solo scopo, quello di mettere insieme maggioranze e opposizioni, solo così i grandi poteri finanziari possono continuare a fare il popri interessi e il propri comodo.

    In quanto se pensiamo di essere sempre negli anni sessanta certamente no, ma che si stia in una dittatura democratica certamente si.

    Ora facciamola finita con questo scaricare le colpe a tutto il mondo venatorio (caccia e acciatori).

    Cominciamo a combattere contro quelli che si definiscono animalisti, ambientalisti, che non fanno altro che combattere tutti quelli che la pensano differente da loro fregandosene altamente degli animali e dell’ ambiente.

    Perchè questi Signri che te blasoni no mettono pubblici tutti i soldi che ci costano questi animalisti,e ambientalisti?

    A breve ci saranno alcune proposte a dir poco ridicole fatte da qualche associazione venatoria.

    Un saluto a tutti

    Perché tutti parlate senza sapere di cosa?, Perché avete soltanto da denigrare chi si adopera a fare qualcosa di nuovo per cercare di dare un’immagine nuova e credibile alla caccia? Quali sono le vostre idee? Invece di criticare gratuitamente e senza senso dove siete e cosa fate? Pensate di essere a posto e che tutto sia dovuto soltanto perché pagate una tessera associativa unita all’assicurazione obbligatoria? Avete chiaro in quale società ci troviamo o credete di essere ancora negli anni 60. Sapete quali sono le direttive Europee e cosa comporta trasgredirle o parlate soltanto perché avete la bocca. Sapete che se non faremo velocemente l’unione delle forze di tutte le componenti venatorie non avremo più scampo, o pensate ancora che qualche santo ci salvi. C’eravate voi in sede governativa qualche settimana fa a cercare di salvare le nostre cacce tradizionali o c’erano i dirigenti nazionali che hanno ottenuto un risultato per niente scontato.Siete stati informati di quale pericolo abbiamo scampato o per voi non è successo niente. Credo che necessiti un po più di gratitudine,informazione, onestà intellettuale e prima di tutto, di fronte ai nostri nemici, sempre pronti ad aggredirci ed offenderci, anche un po di intelligenza, perché soltanto con la forza unitaria si vince e si continuerà ad esistere.
    Scusate le osservazioni, ma a mio avviso le credo dovute.

  13. dardo scrive:

    se voi aavv foste ginecologi avreste l’ ambulatorio pieno fi feti in formalina……..

Leave a Reply


5 + = 9

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.