Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Treviso: Italcaccia contro i patti associativi

| 15 agosto 2014 | 12 Comments

Ancora una grande vittoria dell’associazione Italcaccia a nome della legalità e della salvaguardia dei diritti di tutti i cacciatori.

Italcaccia_logoGli Ambiti Territoriali di Caccia 13 e 8 della Provincia di Treviso avevano applicato in maniera scorretta ed illegale i patti associativi, delle sanzioni aggiuntive verso tutti quei Soci-cacciatori che non avevano partecipato alle catture delle lepri nell’annata precedente, trasmettendo agli stessi una lettera dove gli venivano sottratte alcune giornate di caccia nella settimana dell’apertura generale. cosa surreale che andava contro tutte le leggi vigenti in materia venatoria, contro il buonsenso e contro i cacciatori.
Il Presidente Provinciale Gianni Garbujo e il Vice Presidente Provinciale Marco Donadel direttamente coinvolto poiché lo stesso è Presidente della Sezione Italcaccia di Roncade che è all’interno dell’ambito Territoriale di Caccia 13 si sono da sempre battuti contro questi soprusi ed ingiustizie che sono frutto di ideologie anticaccia che qualche dirigente venatorio propone in barba alle vigenti leggi.
Unica Associazione Venatoria che con parere legale ha impugnato, attraverso La Provincia di Treviso nella persona dell’Assessore Mirco Lorenzon , il provvedimenti di questi Atc chiedendone ed ottenendone l’azzeramento e chiedendo l’immediato commissariamento dei Presidenti degli Atc , entrambi appartenenti alla Federcaccia, poiché hanno attuato un danno non solo ai cacciatori ma a tutto il mondo venatorio cercando di trasformare una grande passione, la caccia ,in una azienda consumistica dove chiunque può inventarsi regole e norme per far rimanere a casa i cacciatori.
Italcaccia si conferma ancora una volta l’associazione che ha a cuore i veri problemi dell’attività venatoria ma ancor più la difesa dei diritti dei cacciatori.
Noi ci battiamo per difendere la caccia contro gli attacchi del mondo animalista e non ci accorgiamo che molte volte i più grandi nemici della caccia e dei cacciatori sono proprio alcuni dirigenti venatori.

Montebelluna, 14/08/2014

ll Presidente Provinciale e Regionale
Gianni Garbujo
Il Vice Presidente Provinciale
Marco Donadel

Tel. 388 6951747 – E .mail : italcaccia.mb@libero.it

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: ,

Category: Italcaccia, Veneto

Comments (12)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. SERGIO BERLATO scrive:

    Ma se siete culo e camicia con i vostri amici dirigenti venatori del CRAVN. …

    • CLAUDIO scrive:

      CIAO SERGIO POCHE PAROLE MA PRECISE
      IO DICO CHE QUESTI SI SONO SVEGLIATI IL GIORNO DI FERRAGOSTO MA PER FARE PROPAGANDA .

      • max scrive:

        Bla bla bla sempre loro l UNICA ass. che fa tutto per tutti!!! Ma dove? Andate a verificare in Provincia o dai Presidenti degli atc da parte di quali associazioni sono arrivate le raccomandate dei ricorsi!!!
        E si come sempre tanto fumo e poco rosto!!!
        E proprio come andar a cena fuori e far pagare il conto al vicino di tavolo! Troppo comodo.
        E tutto questo per due tessere.

        • Flavio scrive:

          Già, tanto fumo e poco arrosto ! Ad ogni buon conto i cacciatori non sono degli sprovveduti come pensa il grande nomade . Le bugie hanno le gambe corte e lasciano sempre il tempo che trovano . Troppo facile prendere i meriti di quello che hanno fatto gli altri , noi comunque aspetteremo seduti sulla sponda del fiume , prima o poi il GRANDE NOMADE DELLA CACCIA , PASSERA’ !!!

  2. Nico scrive:

    diciamo che nel momento del tesseramento i comunicati volti a recuperare qualche tessera possono essere fatti contro chiunque…tra un’arci che promette sconti per chi acquista armi, questi che fanno comunicati tanto per farsi notare…ma per fortuna che lavorano tutti per il bene della caccia…grazie cravn(minuscolo d’obbligo) (:-p)

  3. Ferdinando Ratti scrive:

    Se quanto fatto dall’Italcaccia Veneta, sia servito per riparare dei torti fatti a cacciatori, ed alla caccia;
    ben vengano ricorsi e denuncie, da qualunque associazione provengano.
    Non capisco però quale sia il motivo dell’astio dell’On Berlato nei confronti dell’Italcaccia Veneta!!!.

  4. Giacomo scrive:

    8-O Azz.. !! Ma esiste anche l’italcaccia ? :-D

  5. Ferdinando Ratti scrive:

    Per la cronaca:
    Legge 157/92 all’Art 34 comma 5 cita testualmente:
    Si considerano riconosciute agli effetti della presente legge la Federazione italiana della caccia e le associazioni venatorie nazionali(Associazione migratoristi italiani, Associazione nazionale libera caccia, ARCI-Caccia,Unione nazionale Enalcaccia pesca e tiro,Ente produttori selvaggina,Associazione italiana della caccia-Italcaccia)già riconosciute ed operanti ai sensi dell’articolo 86 del testo unico delle norme per la protezione della selvaggina e per l’esercizio della caccia,approvato con regio decreto 5 giugno 1939,n°1016,come sostituito dall’art 35 della legge 2 Agosto 1967 n°799.
    Giacomo questo è quanto dice la legge !!!.
    In provincia di Salerno esiste anche l’Italcaccia ed è presente con 1100 associati.
    un saluto

  6. Giacomo scrive:

    Caro Ferdinando, sia ben chiaro che io non ho niente contro questa associazione e ti ringrazio per avermi dato delucidazioni in merito con il copia incolla, resta comunque il fatto che a me non risulta che l’Italcaccia sui maggiori siti di caccia abbia mai dato notizia del suo operare sul campo, come per esempio : ricerca per il rinnovamento della caccia e per il risanamento ambientale ai fini faunistici e ambientali sia in provincia di Salerno che in tutto il resto del paese. Comunque mi posso anche sbagliare, ma se puoi dare degli esempi riscontrabili di quello che sta facendo te ne sarei molto grato non solo per me, ma per tutti quelli che leggono e sono interessati visto che gentilmente hai risposto. Questo solo per il fatto che io sono per l’abolizione delle singole associazioni per averne una sola molto più efficiente e costruttiva specie quando si tratta di quelli che ci vogliono distruggere, sai benissimo che sono (fino ad ora) solo tre quelle che hanno intrapreso giustamente questo passaggio. :wink: Salutiamo

  7. Ferdinando Ratti scrive:

    Giacomo io invece sono e resterò sempre dell’idea di avere più di una associazione,almeno noi cacciatori abbiamo il contradittorio oltre che la possibilità di valutare e nel caso cambiare associazione.
    Una sola associazione vuol dire “DITTATURA” pura e semplice fidati!!!; sono 50 anni che ho la licenza di caccia e in tutti questi anni ne ho viste di tutti i colori.
    Quando fino al 1968 vi era una sola associazione che comandava sulla caccia era la FIDC e l’iscrizione a tale associazione era obbligatoria per poter andare a caccia;non avevi di certo la posibilità di esprimere la tua opinione sulla gestione della caccia,(ho mangiavi la minestra o saltavi la finestra)forse perchè i vecchi dirigenti di allora; provenivano tutti o quasi dalla Federazione Fascista della Caccia.
    Sai qual’è lo sbaglio di moltissimi cacciatori!!! la non partecipazione alla gestione associativa della caccia.
    Delle tre associazioni che tu citi,una addirittura è un settore del partito, mi sbaglerò: ma ho seri dubbi che questa sia libera di esprimere pareri sulla caccia contrari alla linea del partito, senza il pericolo di essere richiamata all’ordine.
    L’altra era l’unica ed ottima associazione settoriale per i migratoristi,purtroppo però in questi ultimi anni ha voluto includere nel suo interno altre forme di caccia, perdendo un bel pò del suo smalto, a mio parere era è doveva restare una associazione di settore; con i tempi che corrono ci avrebbe guadagnato di certo.
    Per l’Italcaccia da quello che mi risulta,in passato ed attualmente, stà svolgendo correttamente quanto prescritto all’Art 34 comma 2 lettera A della 157/92.
    Forse l’errore grave è quello di non avere mai pubblicizzato quanto fatto.
    Per la provincia di Salerno,tramite alcuni amici vedrò di informarmi meglio su cosa ha fatto e sta facendo tuttora l’Italcaccia in quella provincia,appena lo sò te lo farò sapere.(sono curioso anchio)
    un saluto

  8. Giacomo scrive:

    Caro Ferdinando, con tutto il rispetto per come la vedi io credo che un’associazione che funge da sindacato non potrebbe mai avere funzioni dittatoriali sarebbe un controsenso e darsi la zappa sui piedi, attualmente pure i bambini di scuola elementare sanno riconoscere la dittatura, non so se mi spiego. Vedremo in seguito l’evolversi della situazione, certo che presentarsi ai politici con quattro voti è un po come se non esistessi, perchè secondo il mio modesto avviso la gestione caccia bisogna farla anche parlando di voti all’occorrenza. Comunque resto in attesa di qualche tua notizia, sempre ringraziandoti. :wink: Salutiamo

  9. Ferdnando Ratti scrive:

    Giacomo un sindacato di cacciatori con sigle diverse in teoria esiste già, sono le associazioni venatorie !!!.
    Attenzione ad un sindacato unico, non vorrei che poi ci succeda come quanto avvenuto alla Fiat; dove la triade sindacale: ha firmato il contratto colletivo con Marchionne escludendo dalla trattativa la Fiom(sindacato di categoria dei metalmeccanici)
    un saluto.

Leave a Reply


5 + = 11

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.