Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Arcicaccia: Tesserino Atc RM1, è semplicemente illegittimo

| 6 agosto 2014 | 2 Comments

ArcicacciaSEVERI (Arci Caccia): IL RICORSO ARBITRARIO DI UN TESSERINO DI ABBATTIMENTO DA PARTE DELL’ATC RM1 E’ SEMPLICEMENTE ILLEGGITTIMO.

“Non ci eravamo accorti che gli Ambiti Territoriali di Caccia avessero tale potestà legislativa. Il ricorso ad un tesserino di abbattimento diverso da quello regionale previsto dalla legge non è una novità assoluta in Italia ma istituirlo alla chetichella nel mese di agosto dando ad esso una potestà dispositiva e quindi prevedendo probabilmente anche una relativa sanzione nel caso del cacciatore che non lo ritiri e che non lo utilizzi è un’iniziativa fuori da qualsiasi contesto di legalità.

Così Andrea Severi, Presidente dell’Arci Caccia di Roma e Provincia e nuovamente:
“I Tesserini di Abbattimento adottati da altri ATC in Italia sono infatti il frutto di leggi regionali o di regolamenti applicativi delle province. In molti casi sono anche annualmente menzionati nel Calendario Venatorio regionale.

L’ATC RM1 si sta pertanto muovendo arbitrariamente attribbuendosi poteri che non ha. Sono fortemente preoccupato per la deriva autocratica e un pò autoritaria che questo nuovo organismo si sta costruendo giorno dopo giorno.

E’ necessario convocare quanto prima un tavolo tecnico in Regione in cui si stabiliscano una volta per tutte le regole e i limiti entro cui gli ATC si debbano muovere.
Nel frattempo auspico che l’ATC RM1 faccia immediatamente chiarezza su questo strumento attribuendo allo stesso al massimo il valore di una raccolta dati statistica facoltativa per il cacciatore iscritto all’ambito in attesa di fonti normative superiori che autorizzino diversi utilizzi”.

 

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , ,

Category: Arcicaccia, Lazio

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. alessandro pani scrive:

    Mi sarei aspettato azioni più incisive e decise in merito alla questione.Se Arcicaccia pensa di essersi lavata la coscienza con letterine di lamentazione a Zingaretti o articoli come questo su blog si sbaglia di grosso.Stiamo mettendo in campo azioni CONCRETE di verifica e dissenso su quella che Severi ha chiamato “deriva autocratica e un po’ autoritaria” dell’ATC RM 1 ,che ha rifiutato l’accesso agli atti,dovuto per legge,sui ripopolamenti,accesso agli atti fatto dal sottoscritto anche a RM 2 e per il quale non si ha ancora risposta.Terremo informati i lettori e tutti i cacciatori sulle questioni aperte.

  2. Sandro scrive:

    Effettivamente le Associazioni venatorie dovrebbero muovere interrogazioni ed eventuali azioni legali per conto e a salvaguardia degli iscritti. Ma… e dico ma! Perchè non lo fanno? Piccolo antefatto: In fase di rinnovo dei versamenti della licenza
    2014 ho chiesto, come lo scorso anno, di attivare un’assicurazione venatoria non legata alle Associazioni ufficiali, mi é stato risposto che in tal caso sarei dovuto recarmi personalmente a Roma per ritirare questo pseudo tesserino, altrimenti attivando l’assicurazione con la L.C. avrei avuto immediatamente copia del tesserino “o meglio clone” ATC-RM1. Per motivi personali ho dovuto sottostare non avendo tempo di recarmi a Roma.
    Domanda: è questo un sodalizio tra le maggiori Associazioni Venatorie e l’ATC-RM1 finalizzato ad evitare che cacciatori come me preferiscano Assicurazioni alternative a quelle ufficiali, d’altronde è questo l’unico modo per punire le Associazioni Venatorie, evitare di stipulare le assicurazioni a loro legate, minori entrate = a cosa ci servono? o meglio a che servono? Ai cacciatori non servono.
    Altra cosa é l’ampliamento di diverse riserve a vario titolo sul territorio. Domanda: se con il passare degli anni mi trovo meno territorio libero a disposizione non é forse il caso di diminuire proporzionalmente le tasse venatorie da versare alla Regione???? Meno spazio pubblico = meno tasse

Leave a Reply


5 + 4 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.