Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Pistoia: calendario venatorio 2014 2015

| 4 agosto 2014 | 0 Comments

Caccia in provincia di Pistoia: Calendario Venatorio, tutte le norme
Le integrazioni provinciali per la stagione 2014 –2015 al calendario venatorio regionale

cacciatore fucileSono state approvate dalla Giunta provinciale le integrazioni al calendario venatorio regionale stagione 2014 – 2015.
Il calendario regionale è stato oggetto recentemente di importanti modifiche; da quest’anno, infatti, non è più inserito nella l.r. n.20/2002, ma viene disciplinato da atti amministrativi annuali della Regione. In particolare, si fa riferimento a 2 delibere regionali: la n. 481 del 9/6/2014, su periodi e modalità di caccia agli ungulati, e la n. 559 del 7/7/2014, su tempi di caccia delle altre specie. In base a questi provvedimenti regionali, la Provincia di Pistoia (delibera di giunta n.118 del 29 luglio 2014) ha approvato le integrazioni provinciali 2014 – 2015 al calendario venatorio regionale.

- Dal 1 gennaio e il 31 gennaio 2015, la caccia vagante e l’uso del cane sono consentiti in tutto il territorio provinciale. L’uso del cane da seguita è consentito esclusivamente per la caccia in battuta alla volpe; per la caccia in battuta al cinghiale, secondo la normativa e i regolamenti vigenti; per la caccia alla minilepre, come regolamentata dalle integrazioni. L’addestramento e l’allenamento dei cani sono consentiti dal 26 agosto al 18 settembre 2014, nei giorni giovedì, sabato e domenica, dal sorgere del sole alle 11, e martedì dalle 16 alle 19; nell’area contigua della Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, nei giorni giovedì, sabato e domenica, dal sorgere del sole alle 11.

- Il prelievo delle specie capriolo, daino e cervo è autorizzato secondo il piano di assestamento predisposto dal Comitato di gestione dell’Ambito Territoriale di Caccia n. 16 e dagli istituti faunistico venatori privati, con i seguenti periodi per specie, classe e sesso:
- Capriolo: maschi adulti e giovani: dall’15 giugno al 14 luglio e dal 16 agosto al 29 settembre 2014; femmine: dal 1 gennaio al 15 marzo 2015; piccoli: dal 1 gennaio al 15 marzo 2015;
- Daino:maschi palanconi e balestroni: dal 1 novembre 2014 al 15 marzo 2015; maschi fusoni: dal 1 al 29 settembre 2014 e dal 1 novembre 2014 al 15 marzo 2015; femmine: dal 1 gennaio al 15 marzo 2015; piccoli: dal 1 gennaio al 15 marzo 2015;
- Cervo:maschi adulti: dal 1 ottobre 2014 al 15 febbraio 2015; maschi sub-adulti: dal 1 ottobre 2014 al 15 marzo 2015; maschi giovani: dal 2 agosto al 15 settembre 2014 e dal 1 ottobre 2014 al 15 marzo 2015; femmine adulte, sottili e piccoli: dal 1 gennaio al 15 marzo 2015.

- La caccia al cinghiale è consentita, secondo le modalità stabilite da normativa e regolamenti vigenti, dal 1 novembre 2014 al 31 gennaio 2015. Sono individuati i territori dei distretti di gestione (DDG) 1, 2,3,4,5,6 e le unità di gestione non conservative (UDGNC) 7,8,9 di cui al PFV provinciale e gli istituti faunistici venatori privati autorizzati.
- La caccia al fagiano, fatta eccezione per le aziende faunistico-venatorie e agrituristico- venatorie, termina il 31 dicembre 2014.
- La caccia nell’area contigua Padule di Fucecchio è disciplinata dal regolamento (approvato con deliberazione del C.P. n. 313 del 21.10.2003 e successive modifiche e integrazioni). Le giornate dovranno essere segnalate sul tesserino venatorio regionale; il numero complessivo non potrà superare individualmente le 50 giornate di caccia, da appostamento o vagante, per i cacciatori con residenza venatoria nell’ATC n. 16 o titolari di appostamento fisso; 35 per i cacciatori che hanno l’ATC n. 16 come ulteriore ATC.

- Nella ZPS Padule di Fucecchio l’esercizio venatorio è consentito secondo le seguenti modalità:
nel mese di gennaio l’attività venatoria è consentita nei soli giorni di giovedì e domenica; è vietata la caccia nei giorni di pre-apertura; è vietata l’effettuazione di ripopolamenti faunistici a scopo venatorio a eccezione di quelli con soggetti appartenenti a sole specie e popolazioni autoctone provenienti da allevamenti nazionali, o da zone di ripopolamento e cattura, a dai centri pubblici e privati di riproduzione della fauna selvatica allo stato naturale insistenti sul medesimo territorio;è vietato abbattere esemplari appartenenti alle specie Combattente e Moretta; è vietato l’addestramento dei cani anteriormente al 1 settembre; è vietato abbattere in data antecedente al 1 ottobre esemplari appartenenti alle specie Codone, Marzaiola, Mestolone, Alzavola, Canapiglia, Fischione, Moriglione, Folaga, Gallinella d’acqua, Porciglione, Beccaccino, Beccaccia, Frullino, Pavoncella; per l’attività venatoria in presenza di ghiaccio si deve fare riferimento a quanto riportato nel regolamento per l’Area contigua Padule di Fucecchio;

- Nell’“Area no piombo” interna alla ZPS “Padule di Fucecchio” l’esercizio venatorio è consentito secondo le modalità individuate nel PFV: è fatto divieto di utilizzo e detenzione di munizioni contenenti pallini di piombo; la caccia termina un’ora prima di quanto indicato nel Calendario Venatorio Regionale; è fatto divieto di detenzioni armi anche in custodia dall’ora successiva all’orario di fine caccia fino all’ora antecedente le disposizioni dei richiami; è fatto divieto di detenzione di visori notturni di qualsiasi tipologia.

- E’ consentito l’abbattimento della minilepre con le seguenti modalità: dal 21 settembre al 31 dicembre 2014 in tutto il territorio dei Comuni di Lamporecchio, Larciano, Monsummano e da località La Colonna a sud della strada statale Lucchese fino al confine con la Provincia di Lucca; dal 1 gennaio al 31 gennaio 2015, a sud della strada statale Francesca, dal confine con la Provincia di Firenze (loc. le Baccane) fino all’area urbana di Monsummano, e da località La Colonna a sud della strada statale Lucchese fino al confine con la Provincia di Lucca;
- È consentito l’abbattimento della volpe dal 21 settembre 2014 al 31 gennaio 2015 da parte dei selecontrollori durante le attività di prelievo selettivo autorizzato ai cervidi, secondo le modalità individuate dall’ATC Pistoia 16;
- La caccia alla specie beccaccia è consentita esclusivamente in forma vagante con l’uso del cane da ferma o da cerca. Nel territorio della Provincia l’abbattimento e la detenzione di soggetti di beccaccia durante l’esercizio venatorio è consentito ai soli cacciatori accompagnati da cani da ferma o da cerca;
- Gli anelli o le marche eventualmente rinvenuti sui capi abbattuti dovranno essere riconsegnati presso l’ATC Pistoia 16. Per tutti gli altri divieti e limitazioni si fa espresso riferimento alla normativa ed ai regolamenti vigenti e al PFV.

La Provincia di Pistoia ha richiesto alla Regione Toscana che la pre-apertura avvenga nel territorio provinciale il 1 e 7 settembre 2014, con la possibilità di prelevare le specie: tortora (Streptopelia turtur) colombaccio, merlo, gazza, ghiandaia e cornacchia grigia da appostamento (fìsso o temporaneo) nei limiti di carniere consentiti dal Calendario venatorio regionale. Ha richiesto inoltre che in pre – apertura sia consentita, nei laghi artificiali o altre superfici allagate artificialmente, la caccia solo da appostamento fisso, all’alzavola, al germano reale e alla marzaiola. Tale richiesta deve però essere recepita dalla Regione Toscana (nel 2013 la RT concesse solo un giorno di pre-apertura).
Per lo storno e il piccione, la Regione Toscana ha attivato il prelievo in deroga, ai sensi dell’art. 9, comma 1, lett. a, della direttiva 147/09/CE. La Provincia, sul proprio sito, ha predisposto un vademecum, con le regole a cui il cacciatore deve attenersi per rispettare la delibera regionale.

Il calendario completo, con tutte le informazioni, è pubblicato on line, www.provincia.pistoia.it -sezione “Caccia e Pesca”. Per informazioni è possibile contattare la Provincia di Pistoia, Ufficio caccia e pesca, via Mabellini 9, Pistoia, tel. 0573 /974688-0573/974660.

04/08/2014 11.31
Provincia di Pistoia

http://met.provincia.fi.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , , , , , ,

Category: Toscana

Leave a Reply


3 + 2 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.