Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Siena: Arcicaccia Lazio interviene sulle polemiche

| 1 agosto 2014 | 6 Comments

Per la selvaggina … Siena resta nel cuore dei romani.

ArcicacciaIn merito alle polemiche contro l’Arci Caccia e la CCT Toscana da parte dell’ANLC locale e di fu “partitini dei cacciatori” senesi, il Presidente regionale dell’Arci Caccia del Lazio, Claudio Terribili, ha dichiarato:
“Si può sempre fare di più e meglio per la gestione della fauna selvatica. Stupisce però che proprio l’ANLC sviluppi una crociata furiosa relativamente a quanto accade in Provincia di Siena. Che ci siano problemi e difficoltà gestionali per gli squilibri dovuti alla presenza esuberante di alcune specie di ungulati, come denunciato dagli agricoltori, è certo. Che ci sia stato un ridimensionamento degli interventi economici a sostegno degli ATC e che le indagini della magistratura impongano riflessioni, sono un fatto. Si aggiunga inoltre che oggi “vengono al pettine” i “nodi” dell’incertezza sullo stato giuridico degli ATC e sul ruolo e competenze di questi enti, anche questo è a tutti noto. Però che “il bue dica cornuto all’asino” non ci sta.

I “reduci” del Partito dei Cacciatori ovunque si siano infiltrati – antesignani delle dimissioni dagli ATC – come l’ANLC delle Marche e non solo, da anni a Roma nel Lazio, cantano le lodi del “pronta-caccia”. Si affidano ai “cartomanti” o ad “autodidatti” della scienza per trattare di gestione faunistica (mestiere forse più adatto a bravi laureati) e stavolta si ripropongono sul tema (nulla di nuovo) con un linguaggio particolarmente censorio e aggressivo.

La risposta alle “chiacchiere” e alla “speculazione” la danno i cacciatori della Provincia di Roma di tutte le Associazioni venatorie che, infischiandosene di propaganda e demagogia, per andare a fare “l’Apertura”, malgrado le criticità citate, si iscrivono agli ATC di Siena e di altre Province toscane affinché, grazie alla qualità degli ambienti merito anche degli agricoltori, possano trovarsi in campagna almeno dalla terza domenica di settembre sperando di fare “carniere”, anche se modesto.

Quando le Associazioni “predicano” invano e i cacciatori scelgono di andare in quegli ATC che sono venatoriamente molto più appetibili, è chiaro che sono sbagliati i giudizi delle Associazioni “predicatrici”.
A Roma, la “caccia”, per responsabilità oggi di quelle Associazioni venatorie che presidiano gli ATC, ha un “saldo negativo”. Per noi gli Ambiti della gestione sociale erano una speranza anche per rimettere in campo Provincia e Regione che hanno fatto poco e male.

Nell’interesse della caccia, noi dovremmo invitare questi “signori romani” ad azzerare gli ATC ed a ripartire. Invece siamo diversi: il tema, per noi, è come evitare che a Roma, per l’attività venatoria, continui il …. “nulla” per questo occorre una federazione delle associazioni venatorie anche nel Lazio che con unità di intenti sia capace di riaprire un rapporto con la società. Intanto anche quest’anno sono state tante le richieste per la caccia a Siena, Grosseto, Arezzo ma anche per l’Umbria, per le Marche, l’Abruzzo. Un grazie dobbiamo dirlo alle Associazioni venatorie, ai volontari, ai cacciatori, agli ATC, agli amministratori che ci permetteranno di fare “l’Apertura” e con voce forte lo diciamo agli agricoltori e a quanti, ovunque siano collocati e vogliano stare insieme così da superare le false partenze che pur nelle differenze hanno contrassegnato gli ATC romani.

Per questo è irresponsabile promuovere le polemiche tra cacciatori, creare tensioni che si riverberano nei rapporti tra Regioni limitrofe quando, invece, avremmo bisogno di unità e di essere utili all’economia degli agricoltori. Il rispetto del loro lavoro è prioritario e noi non dobbiamo mai dimenticarlo.

Roma, 1 agosto 2014

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , , , , ,

Category: ANLC, Arcicaccia, Lazio, Toscana

Comments (6)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. fernando scrive:

    Carissimo Presidente Claudio Terribili, che ai Romani resti nel cure Siena può essere anche vero ma per il ” Palio ” non certamente per la caccia, se non quella degli ungulati cinghiale in primis.

    Inquanto alle polemiche, non sono a fatto d’ accordo perchè a più riprese i Presidenti Provinciali di Arcicaccia e Federcaccia sono stati invitati a confronti “sereni” per discutere i problemi che da tempo affliggono la nostra Provincia ma ad oggi nessuna risposta.

    Se Lei pensa di riuscire a mettere in piedi un percorso fatto di confronti magari anche pubblici per la Libera Caccia di Siena sarebbe cosa graditissima.

    Un cordiale e sereno saluto con la speranza di incintrarci.

    Lazzi Fernando

  2. Mauro Proietti scrive:

    Fa sorridere che questo tizio, che ricordo girare a destra e manca, e che ha occupato un ruolo nel fallimento della caccia nel lazio stia qui a pontificare. Il fallimento della caccia a roma è colpa di chi, come lui, ha partecipato attivamente alla guerra delle tessere che ha azzerato i nostri atc.

  3. Fringuello scrive:

    Basta soldi a questi cialtroni, assicurazione privata fino a quando non inizieranno a rappresentarci davvero

  4. claudio scrive:

    …… O Fringuello, lo sai quanti anni sono che io non ho più l’assicurazione da questi incompetenti? da circa 15 anni e sono stato attivista, perché ci credevo, in ambedue le aa.vv.
    Questi hanno fatto finire la caccia e tutti quei cacciatori che continuano a prenderci la tessera, contribuiscono a farlo.

  5. PISTOLA scrive:

    L’ARCI LAZIO INTERVIENE SU SIENA??????? FORSE PERCHE’ QUELLI DI SIENA SONO SCAPPATI?

  6. alessandro pani scrive:

    Chi ha responsabilità nel deserto faunistico e gestionale della provincia di Roma (e non solo) non ha molti titoli per scrivere

Leave a Reply


5 + 9 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.