Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

ANLC: Siena, Fidc e Arcicaccia abbandonano gli Atc

| 24 luglio 2014 | 17 Comments

ANLCSiena: Arcicaccia e Fidc si ritirano dagli ATC

Bravi, avete governato le ATC con maggioranza numerica e politica da sempre, avete condizionato (sarebbe meglio dire congestionato) la gestione venatoria a favore delle lobby che avete al vostro interno, a discapito delle attività agricole, e di coloro che pensavano che la gestione doveva essere paritaria, per tutte le pratiche di caccia e non di pochi eletti. Adesso vi defilate lasciando solo danni che avete provocato, e insieme con voi coloro che sono stati nominati dall’AAPP, che dovevano essere super parte ma erano solo vostri uomini (vedi presidenti e vice appartenerti a feder e arci).

Abbiate il coraggio di dire quale è il vero motivo x cui vi defilate, la spinta o la goccia che vi ha fatto traboccare il vaso forse è venuta dall’assemblea di MONTERIGGIONI del 17 c.m. nella quale l’assessore regionale Salvadori ha evidenziato la disastrosa gestione degli ungulati.
(QUELLO CHE NOI DENUNCIAMO DA ANNI)

Certo ora non potete tornare indietro, perche un cambio di passo vi costerebbe una forte perdita di consensi, all’ora ecco la vostra machiavellica decisione, di defilarvi dalla atc, per non trovarvi costretti a prendere decisioni che per voi sarebbero state un salasso di tessere.

Noi abbiamo da tempo denunciato la disastrosa gestione e di conseguenza lo sperpero di risorse, usate solo per pagare danni e prevenzione, senza avere paura di perdere consensi, anzi l’aumentiamo perché i cacciatori quelli con la C maiuscola sono con noi, come ho scritto in una lettera aperta all’iscritti della ANLCL che è stata pubblicata sul nostro sito, sul sito dell’URCA e del CACCIATORE.COM, che termina cosi:
…….. se l’egoismo prevale sul buon senso, se la ciccia è più forte della passione, lasciate la nostra tessera, anzi, VI INVITO a lasciarla perché noi non vi vogliamo nella nostra grande LIBERA CACCIA, perché L I B E R A vuole dire da sudditanze politiche, da lobby, e interessi di parte

Certo che anche le Associazione Agricole ci hanno messo del suo, per arrivare in questa più che critica situazione di sbando (credo che sarebbe giusto che dessero spiegazioni ai propri iscritti) anche loro per probabili inciuci politici, hanno preferito defilarsi, prima di tutti dalle ATC, e non assumersi quelle responsabilità decisionali, che insieme con noi avrebbero certamente tamponato l’emergenza con ottime prospettive di superarla.

BENE ora ognuno si prenda le proprie responsabilità, noi restiamo nelle ATC dove i nostri iscritti ci hanno messo per difendere i loro interessi, e solo loro possono decidere le nostre dimissioni.

Chiediamo al Presidente della Provincia di sostituire i dimissionari e nominare altri membri fra le Associazioni venatorie (ANLC – ENALCACCIA) che intendono responsabilmente trovare soluzioni condivise anche con il mondo agricolo per riportare alla normalità la gestione venatoria nella nostra provincia, ridurre drasticamente i danni, investire sulla piccola selvaggina lepre e fagiano, rivedere le ZRC , ZRV, Oasi che non hanno i requisiti per essere, insomma fare quella programmazione sul territorio, avvalendosi della collaborazione di persone preparate ed esperte per ritornare ad essere quella Provincia che un tempo era considerata il fiore all’occhiello della TOSCANA.

P.S. Vi è un passaggio sulla lettera: “ Siena: Arcicaccia e Fidc si ritirano dagli ATC “ che ci trova pienamente d’accordo, cita testualmente:

………Alla luce di quanto sopra rivendicando la nostra coerenza e linearità che ci ha visti sino ad oggi pienamente responsabili.
E’ VERO PIENAMENTE RESPONSABILI VE NE DIAMO ATTO.

Presidente Provinciale ANLC – SIENA
BIONDI MAURO

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , , ,

Category: ANLC, Toscana

Comments (17)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. stefano scrive:

    Ma che credete di fare meglio ? Bella fine ha fatto il vostro rappresentante nel comitato di gestione dell’atc Fi5………

    E’ il contesto nel quale hanno operato che è diventato ingestibile, è molto facile ” buttar m…a” quando si è fuori dalla stanza e non si hanno responsabilità !
    Stefano da Siena

  2. fernando scrive:

    Caro stefano , ti vorrei ricordare che chi a governato e gestito Siena sotto tutti gli aspetti i danni che ha casusato sono sotto gli occhi di tutti,” questa si chiama corruzione”, facendosi dal’Unoversità , fondazione, monte paschi , comune, provincia , caccia, ecc. Penso che oer fare peggio sia molto difficile.
    Voglio farti una confidenza : quando si mandano plichi ai presidenti delle squadre dei cinghialai per chiedere i voti per eleggere un presidente!lascio a te la valutazione .
    Certo io che sono uno di sinistra non tarò mai con i corrotti, te non sò come la pensi, ma certamente in merito alla tua osservazione diversamente da te.

  3. VARIO scrive:

    la ANLC non è fuori dalla stanza caro Stefano, siamo presenti in tutti i contesti e, da tempo denunciamo questa situazione, come vedo se tu fuori della stanza, e probabilmente anche fuori di testa perché non conosci come stanno le cose.

  4. Giacomo scrive:

    Hanno fatto bene, che lo facessero in tutti gli ATC italiani così si tolgono dalle scatole ! Libera cirolazione in tutta Italia e gestione regionale. Troppi soldi di tasse e niente risultati ambientali per incrementare i selvatici sia stanziali che migratori. Salutiaaamo

  5. massimiliano scrive:

    ..si come no !?! caccia a tutto dappertutto e ognuno padrone a casa degli altri.Come nessuno altro nel resto dell’Europa.

    Il discorso è ben più articolato e complesso ma sopratutto richiedente di personale efficiente,preparato,serio e senza legami alcuni con partiti/interessi politici !!

    semplice…….

    • Giacomo scrive:

      Perchè tu credi che sia il fatto che non si può andare liberamente a caccia che sta salvando la selvaggina ? Guardati bene intorno che ai tempi che si circolava liberamente con un habitat tenuto come natura comanda la selvaggina non mancava e i fagiani starne e lepri ai lanci si adeguavano facilmente aslla selvaticità, o forse credi che sono migliori i fagiani invisibili di adesso che dopo due giorni dai lanci sono già scomparsi per mancanza di posti adatti e le starne che sono in via di estinzione. La caccia al maiale quella si che si può fare anche con 20-30 cacciatori in due chilometri quadrati, non è vero ? La selvaggina migratoria anche se si cacciasse liberamente in tutto il bel paese te la devi sempre guadagnare, ammesso che qualche cacciatorello ne sia capace. Salutiamo

      • massimiliano scrive:

        Ok..hai ragione.. hai ragione..cheddi,ci mancherebbe !!

        Aggiungo solo una riflessione : di norma ci si “guadagna” lo stipendio o il pane per tirar avanti,pure sudando anche parecchio.
        Di norma…

        hasta

  6. fernando scrive:

    Nel documento di dimissioni di Arcicaccia e Ferdercaccia si leggono delle frasi:

    1 Ragioni, quelle sopra esposte che erano state pienamente comprese da Bezzini,il quale si era impegnato a prendere le necessarie iniziative al fine di superare la grave situazione in essere, ponendo le basi per una ripresa dell’ attività degli ATC.

    Domanda : Perchè se queste due Associazioni erano al corrente di questo non hanno indotto Bezzini ad un confronto con tutti gli adetti ai lavori associazioni comprese? Perchè Bezzini non si è presentato con assemblee pubbliche a tutti.?

    2In fondo alla lettera si legge :
    Alla luce di quanto sopra rivendichiamo la nostra totale coerenza e linearità che ci ha visti ad oggi pienamente responsabili ed impegnati a garantire la massima operatività degli ATC. Intendiamo denunciare un quadro di responsibilità che che non ci sentiamo di poter condividere e che procurerà gravi danni dal punto di vista faunistico , ambientale e per la certezza del diritto e non solo per i cacciatori.
    Domanda :Perchè queste Associazioni non si presentano davanti al mondo venatorio e spiegano quali sono i danni dal punto di vista faunistico ambientale?, E per la certezza del diritto non solo per i cacciatori?

    Infine voglio rivolgere un invito alle associazioni agricole di rientrare a far parte dei comitati di gestione perchè si possano smascherare tutte quelle lobby di interessi di parte.

  7. poiana scrive:

    sinceramente quado si parla come STEFANO lasci a voi i commenti Bravo Biondi

  8. stefano scrive:

    Dal momento che Arci e Federcaccia si son dimessi dai comitati e che voi Anlc siete nei comitati come dite , perchè allora non prendete voi la gestione degli atc senesi ?

    • fernando scrive:

      Caro Stefano tengo a precisarti che non è che la Libera caccia “dicono” di essere nei comitati, ci sono a tutti gli effetti.Io penso che dentro i comitati di gestione, a qualsiasi livello si giusto che siano rappresentati di tutte quelle componenti per la quale nascono, è una questione di democrazia e di trasparenza, il problema è solo come e pechè ci si stà.
      Il problema grosso di Federcaccia e Arcicaccia è legato all’ 90% alla gestione della caccia al cinghiale,problema Principale per cui le associazioni degli agricoltori sono uscite dagli ATC, stesso problema è della provincia , perchè quando si chiedono i voti a certe loooby per eleggere un presidente di provincia prima o poi ci mandano il conto.Tieni conto che il Presidente e il Vicepresidente dei comitati di gestine sono nominati dalla provincia stessa.

      Se vuoi posso farti toccare con mano la differenza da Associazioni che difendono le looby, a quelle che lottano per il bene di tutti.

  9. MAURO scrive:

    x STEFANO (n)
    Noi siamo disponibili, se il Presidente BEZZINI sostituisce i dimissionari con membri della nostra Associazione. Già inviata richiesta.
    Ma non credo che lo consentiranno perchè sarebbe veramente la loro fine.
    Cordiali Saluti

  10. stefano scrive:

    X Mauro.
    Speriamo che quanto da voi richiesto si avveri.
    Vedrete così : cosa significa governare un atc dove i danni da ungulati rappresentano il 40% delle entrate;
    dove una legislazione italiana ancora oggi non ha definito giuridicamente cosa è un atc;
    dove un socio dell’atc ha lo stesso peso politico di una intera associazione con il 50% dei soci……
    spero davvero che si avveri quanto da te detto…..
    i migliori auguri
    X Fernando
    In democrazia governa chi ha la maggioranza non chi ha la minoranza.
    Nel caso specifico è bene che negli atc stia chi rappresenta più del 51% del mondo venatorio non chi rappresenta ” due gatti” o il due di picche…..
    poi saranno i posteri a dire (con il loro rinnovo di tessera assicurativa ) se hanno sbagliato o meno…..
    se poi in arci uno viene arrestato non è certo che TUTTI in arci siano ladri………

    • fernando scrive:

      X Stefano, non pensavo che tu fossi così male informato perchè in quanto ai numeri le due associazioni più rappresentative a livello nazionale sono federcaccia e libera caccia, ma non è questo il problema, perchè infatti chi governa la nostra provincia è una maggioranza ma continua a fare danni, basta tu legga il nuovo calendario 2014/2015 per capire quale era il prezzo che Bezzini e alcune associazioni venatorie dovevano pagare nei confronti dei ginghialai.

      Nonostate le tante bugie sull’ utilizzo dell’ ART. 37 per il suo utilizzo e il non mettere a disposizione altre forme di pari efficenza , il calendario venatorio riporta la data Ottobre 31 Novembre per il cinghiale nelle zone non vocate mentre si potrebbe cacciare tranquillamente tutto il mese di Dicembre, anche in virtù dei risultati di cinghiali abbatuti quando il periodo era 1/10-31/12 a quello dell’ anno precedente dove sono stati ammazati un nuero molto inferiore.

  11. Giacomo scrive:

    Io credo che se il problema è la gestione dei cinghiali in quanto per questo sono usciti gli agricoltori, all’ora sarebbe bene che uscissero tutti al posto di sostituire chi si è già chiamato fuori. Il cinghiale va cacciato da tutti anche dai singoli cacciatori e non solo dalle squadre, solo così si potra contenere il cinghiale nel numero e ribadisco se togliete gli ATC tutti lasciando campo libero di frequentare tutto il territorio nazionale si rimetterà tutto in equilibrio sicuramente, risparmiando milioni di soldi di danni agli agricoltori. :wink: Salutiamo

  12. VARIO scrive:

    Stefano non il 40% ma il 90

  13. fernando scrive:

    A tutti i cacciatori voglio far presente che chi gestisce l’ attività venatoria a livello provinciale ( Presidente Provinciale Bezzini ) ha approvato un calendario venatorio dove riduce la caccia al cinghiale nelle zone non vocate, Qundo poteva sfruttare tutto tale periodo, visto che l’ unica provincia dove non ci sono mezzi efficaci per combattere i nocivi.

    Spero che il Presidente Bezzini da ora al primo di ottobre ci ripensi e dia la possibilità a tutti i cacciatori di poter cacciare il cinghiale nelle zone non vocate, per far si che essi ne possano togliere il più possibile,altrimenti questa sarebbe davvero una decisione vergognosa, alla luce di quanto oggi sta accadendo.

Leave a Reply


+ 3 = 8

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.