Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Pistoia, prelievo in deroga di storno e piccione

| 18 luglio 2014 | 3 Comments

Caccia: approvato sul territorio pistoiese il prelievo in deroga di storno e piccione
Il provvedimento si è reso necessario per la salvaguardia delle colture

stornoCon delibera di Giunta n. 586 del 14 luglio scorso, la Regione Toscana ha approvato il prelievo in deroga delle specie storno e, per la prima volta, piccione, per la salvaguardia delle colture, ai sensi della direttiva comunitaria n. 2009/147/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 30 novembre 2009 concernente la conservazione degli uccelli selvatici.
Il prelievo per la specie storno, come gli scorsi anni, si dovrà svolgere da appostamento, nei giorni di apertura anticipata della caccia autorizzati dalla Giunta regionale e nel periodo compreso tra il 21 settembre e il 14 dicembre 2014, con le seguenti modalità:
solo nei vigneti, negli uliveti e nei frutteti a maturazione tardiva, nonché in prossimità degli stessi per un raggio di 100 metri;
solo in presenza del frutto pendente e negli appezzamenti in cui sono in atto sistemi dissuasivi incruenti a protezione delle colture;

Lo storno è prelevabile nei seguenti Comuni della Provincia di Pistoia: Agliana, Buggiano, Chiesina Uzzanese, Lamporecchio, Larciano, Marliana, Massa e Cozzile, Monsummano Terme, Montale, Montecatini Terme, Pescia, Pieve a Nievole, Pistoia, Ponte Buggianese, Quarrata, Serravalle Pistoiese e Uzzano.
Il numero massimo di capi di storno abbattibili in Provincia di Pistoia è pari a 16.500. La Regione Toscana ha stabilito, al fine di monitorare i limiti di prelievo per la specie, che i cacciatori provvedano a comunicare alla Provincia il numero dei capi di storno abbattuti in deroga, entro il termine ultimo del 10 novembre 2014 e che le amministrazioni provinciali trasmettano le risultanze del suddetto monitoraggio alla competente struttura della Giunta regionale entro 17 novembre 2014. Le modalità di trasmissione saranno rese note tramite il sito internet della Provincia di Pistoia prima del mese di novembre.
Per la prima volta sarà possibile prelevare il piccione, solo da appostamento, nei giorni di apertura anticipata della caccia autorizzati dalla Giunta regionale e sempre nel periodo compreso tra il 21 settembre e il 14 dicembre 2014, con le seguenti modalità:
solo negli appezzamenti in cui sono presenti le coltivazioni di cereali, proteaginose e oleproteaginose, nonché in prossimità degli stessi per un raggio di 100 metri, in presenza di coltura in atto e in presenza di sistemi dissuasivi incruenti a protezione delle colture;
in prossimità dei centri aziendali di stoccaggio e dei centri di conferimento delle produzioni agricole, per un raggio di 200 metri, fatto salvo il rispetto delle distanze dai luoghi di lavoro previste dalla normativa vigente (i magazzini di stoccaggio delle granaglie devono garantire l’occlusione degli accessi alle finestre con rete di maglia adeguata nonché porte basculanti anche in materiale plastico eventualmente provviste di sensori per l’attivazione automatica al transito dei mezzi);

Il piccione è prelevabile nei seguenti Comuni della Provincia di Pistoia: Agliana, Buggiano, Chiesina Uzzanese, Lamporecchio, Larciano, Massa e Cozzile, Monsummano Terme, Montale, Montecatini Terme, Pescia, Pieve a Nievole, Pistoia, Ponte Buggianese, Quarrata, Serravalle Pistoiese.

Per ciascuna specie vige il prelievo massimo di 20 capi complessivi giornalieri e 100 capi complessivi per cacciatore a stagione. E’ vietato inoltre l’uso di richiami della specie di riferimento e la vendita dei capi prelevati.
Tutti i capi prelevati devono essere segnati subito dopo il recupero nell’apposita sezione dedicata ai prelievi in deroga del tesserino venatorio regionale, non necessitando quindi di un tesserino venatorio aggiuntivo per il prelievo in deroga, come era accaduto lo scorso anno.

18/07/2014 12.09
Provincia di Pistoia

http://met.provincia.fi.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , ,

Category: Deroghe, Storni, Toscana

Comments (3)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. peppol@ scrive:

    allora le deroghe si possono fare… :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  2. ghibli scrive:

    che copioni
    appena lo ha fatto l’Emilia Romagna lo hanno adottato

  3. paolo 56 scrive:

    si sa niente della provincia di firenze? saluti. (n) (n)

Leave a Reply


+ 4 = 7

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.