Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Umbria: CAVU chiede chiarimenti sulle “Stoppie”

| 8 luglio 2014 | 4 Comments

cacciatore_con_caneIn relazione al punto A – 1b) del Calendario Venatorio per la stagione 2014/2015, che prevede per il giorno 14 settembre la caccia alla specie Quaglia con l’ausilio del cane “limitatamente alle stoppie”, si rende necessaria a nostro avviso un’interpretazione autentica e univoca della definizione STOPPIE, per non ingenerare errate quanto soggettive e restrittive definizioni da parte del mondo venatorio.

E’ consuetudine comune individuare come “stoppie” i soli steli residui del grano che restano nel campo dopo la mietitura, mentre la terminologia corretta individua come tali gli “steli residui di ERBE SPONTANEE, CEREALI, PIANTE FORAGGERE e LEGUMINOSE DA FORAGGIO”.

E’ ovvio quindi classificare come cereali non solo il grano, ma ORZO-AVENA-SORGO-GRANOTURCO-SEGALE-FAVINO.

E’ altresì possibile classificare fra le erbe spontanee da foraggio CODA DI TOPO- CODA DI VOLPE-TARASSACO-ACHILLEA-VERBENA e SILENE, così come fra le piante foraggere e le leguminose da foraggio COLZA-DATTILE-MIGLIO-FESTUCA-SULLA-LOGLIO-FIENO GRECO-TRICALE-VECCIA-FLEO-ERBA MEDICA-TRIFOGLIO-LUPINELLA-LADINO-GINESTRINO-SATIVA.

Una vasta varietà di specie vegetali quindi che suggerirebbero a nostro avviso di integrare il punto A – 1b) del Calendario Venatorio Umbro con un passaggio esplicativo che ricomprenda anche gli steli del GIRASOLE dopo la mietitura, se lo spirito del legislatore, come supponiamo, è quello di vietare per ovvie motivazioni il prelievo della specie Quaglia negli incolti non sfalciati, nei cespugliati estesi e chiaramente nelle superfici boschive e nelle colture in atto.

Confidando in un rapido esame della presente richiesta, porgiamo i nostri più distinti saluti.

Terni, li 8 luglio 2014

Per le Associazioni aderenti al CAVU
Il Coordinatore
Vladimiro Boschi

Tags: , , ,

Category: AAVV, Umbria

Comments (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Picchio scrive:

    Non credo che per “stoppie” si debba pensare alla consuetudine (solo grano) dell’interpretazione data al termine, ma bensì al significato definito dalla lingua italiana, ovvero: “insieme degli steli residui di erba o di cereali che restano nel campo dopo il taglio o la mietitura”.
    Quindi per me non sono necessari chiarimenti, anzi meglio non chiederli, altrimenti rettificano il calendario e vanno ad aggiungere … di grano.
    Aggiungo che a metà settembre le stoppie di grano sono quasi tutte già lavorate, quindi sarebbe una caccia la tesoro trovare una stoppia di grano invece che una quaglia… anche se in Italia il ridicolo è ormai, questo si, veramente consuetudine.

  2. Maurizio Famoso scrive:

    Sarà che ho dei limiti ma questa questione della quaglia mi sembra abbastanza incomprensibile. Non capisco perchè al terzo giorno e non al terzo giorno utile. Poi non so se la cosa è supportata da dati scientifici, cioè se sono stati fatti monitoraggi o censimenti per verificare la presenza della specie sul territorio. Se gli ATC hanno predisposto colture a perdere per invogliare la sosta di questo selvatico altrimenti mi sembra che il tutto si riduca a uno “sfizio” di qualcuno che vuole cacciare per forza un selvatico che non c’ è su terreni che non ci sono.

  3. Maurizio Famoso scrive:

    Sopra avrei voluto scrivere “e non al primo giorno utile”

  4. Lazy Dog scrive:

    C’ erano un sacco di quaglie in una moltitudine di stoppie …..

Leave a Reply


+ 7 = 9

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.