Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Toscana: calendario venatorio 2014 / 2015

| 8 luglio 2014 | 9 Comments

Caccia, approvato dalla Regione il calendario venatorio 2014-15

Cacciatore tramontoApprovato dalla giunta regionale il calendario venatorio 2014-15. “Non ci sono novità sostanziali – ha detto l’assessore all’agricoltura e alla caccia Gianni Salvadori – rispetto al precedente, con la conferma per ogni singola specie, dei supporti scientifici e delle disposizioni normative comunitarie o nazionali a supporto delle scelte fatte dalla Regione e con alcuni aggiustamenti che sono stati suggeriti dall’Ispra (Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale) a salvaguardia degli ambienti naturali e a difesa della biodiversità”.
Confermata anche l’applicazione sul territorio della convenzione internazionale dell’Aewa (Agreement on the Conservation of African-Eurasian Migratory Waterbirds- accordo sulla conservazione delle specie migratorie acquatiche) che vieta l’utilizzo di munizioni di piombo in tutti i laghi artificiali e zone umide e non solo all’interno delle Zone di Protezione Speciale. E confermati anche i limiti di prelievo stagionali per alcune specie cacciabili. L’assessore regionale ha poi precisato che il prelievo di colombo e storno (“due specie dannose per il nostro territorio”) sarà oggetto di altra specifica delibera.
Veniamo al dettaglio. Dal 21 settembre al 31 dicembre la caccia è consentita alle specie: coniglio selvatico, merlo, quaglia, tortora (Streptopelia turtur) e fagiano. Nelle Aziende faunistico venatorie, nella aziende agrituristico-venatorie e in specifici distretti individuati all’interno degli Atc, le Province possono autorizzare il prelievo del fagiano nel mese di gennaio 2014 in presenza di specifici piani di prelievo; dal 21 settembre al 30 novembre 2014 la caccia è consentita alle specie: starna e pernice rossa. Le Province possono determinare limitazioni relative ad aree e periodi di caccia. Tali limitazioni non si applicano nelle aziende faunistico venatorie nelle quali la Provincia abbia approvato specifici piani di prelievo; dal 1 ottobre al 31 dicembre 2014 la caccia è consentita alla specie allodola; dal 21 settembre all’8 dicembre 2014 è consentita la caccia alla specie lepre comune; dal 21 settembre al 30 ottobre 2014 è consentita la caccia alla specie combattente; dal 1 ottobre 2014 al 19 gennaio 2015 la caccia è consentita alla specie beccaccia; dal 1 ottobre 2014 al 31 gennaio 2015 la caccia è consentita alle seguenti specie: cesena e tordo sassello; dal 1 novembre 2014 al 31 gennaio 2015 la caccia è consentita alla specie moretta; dal 21 settembre 2014 al 31 gennaio 2015 la caccia è consentita alle seguenti specie: tordo bottaccio, alzavola, beccaccino, canapiglia, codone, colombaccio, cornacchia grigia, fischione, folaga, frullino, gallinella d’acqua, gazza, germano reale, ghiandaia, marzaiola, mestolone, moriglione, pavoncella, porciglione e volpe.
Per la caccia al cinghiale periodi e giorni variano da provincia a provincia. Inoltre, sempre le Province definiscono le eventuali zonizzazioni del prelievo ed eventuali disposizioni di dettaglio per l’organizzazione del prelievo a livello locale.
Per alcune specie vengono inoltre fissati dei limiti di prelievo prudenziali: allodola, 100 capi per cacciatore; codone, quaglia, tortora e pavoncella 25 capi per specie e per cacciatore; beccaccia e moretta, 20 capi per specie e per cacciatore; combattente e pernice rossa, 10 capi per specie e per cacciatore; starna, 5 capi per cacciatore.

http://www.luccaindiretta.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Toscana

Comments (9)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Pietro Pirredda da Arzachena (Sardegna) scrive:

    Beati i Toscani che possono vantare un calendario del genere….Noi in Sardegna ci accontentiamo delle briciole che sinistra al governo regionale e ignoranti del Comitato Regionale ci hanno concesso…..

    • fiore scrive:

      anche in toscana c’è la sx al governo!!

      • Pietro Pirredda - Arzachena (Sardegna) scrive:

        Si Fiore ma in Sardegna il Comitato Regionale Faunistico composto da 27 elementi ha tra le file 8 politici rappresentanti delle 8 ex province che rappresentano loro stessi a livello politico, non il volere della provincia. I rappresentanti degli agricoltori, allevatori e cinofili vanno al comitato per farsi una passeggiata e non hanno mai deciso nulla…..ci sono allo stesso tempo animalisti – tutti e tre ANTICACCIA SFEGATATI A PRESCINDERE che ogni cosa che dicono viene ascoltata (dagli impiegati della Regione che da sempre sono i veri fautori dei calendari – loro – dovrebbero essere qualificati a livello tecnico scientifico e non schierati) e i politici al quanto ignoranti in materia li ascoltano e li difendono a spada tratta.
        In più la categoria cacciatori ivi compresi i rappresentanti delle AA.VV. “vanta” un ammasso di ignoranti e quindi per chi non ci ama viene facile portare a casa risultati tanto evidenti quanto assurdi nel modo con cui nascono.

        Cosi con questi elementi e questa mentalità ottusa non si va avanti e noi ne piangiamo le conseguenze

        • fiore scrive:

          Allora non è un problema di dx o sx c’è gente nel posto sbagliato a fare cose che non conoscono…. succede anche qui purtroppo

  2. Picchio scrive:

    Scusate, ma in Toscana non c’è la pre-apertura ?
    inizia solo dal 21 settembre 2014 ?

  3. stefano scrive:

    la preapertura verrà deliberata dalla regione nell’ultimo consiglio regionale di agosto, sempre intorno il 28, così che gli ambientalisti anche se fanno ricorso passano 5 giorni per depositare il ricorso e noi invece siamo andati a caccia, capito ?
    stefano da siena

  4. PISTOLA scrive:

    veniva deliberato dalle provincie la preapertura, ma ora le provincie possono deliberare?
    Poi…. il calendario è ok a parte l’evidente potere dei cinghilai,

  5. fernando scrive:

    Ma le date dell’ alenamento cani? Gli animalisti che fanno ricorso anche su questo !, Ho sono altri i motivi?

  6. fernando scrive:

    X Pistola, caro Pistola è tutto l’anno che non ci fanno abbattere i cinghiali nei divieti e nelle zone bianche perchè a loro dire non ci sono mezzi a disposizione,” Grandissima mensogna, per es. ART 37 ?” al momento che si possono abbattere chiudono la caccia nelle zone bianche il 31 Novembre invece del 31 Dicembre 2014.

    Coloro che prendono queste decisioni siedono tutti nei banchi della corrotta politica, magari con voti cercati nelle squdre dei cinghialai dietro a promesse.

    Per quanto riguarda le Preovincie non cambia niente anzi peggiora perchè coloro che sono stati eletti nella scorsa legislatura rimangono tutti magari ricoprendo cariche da dirigenti. La politica è questa” tutto un inciucio”.

Leave a Reply


+ 2 = 9

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.