Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Il governo “taglia” i caricatori

| 25 giugno 2014 | 36 Comments

Il governo “taglia” i caricatori

Bruttissima notizia per i cinghialai italiani: il governo Renzi ha approvato il decreto legge 24 giugno 2014, n. 91, entrato in vigore oggi e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 144, nel quale, all’articolo 16, numero 2, si prescrive che “All’articolo 13, comma 1, della legge 11 febbraio 1992, n.157, è aggiunto, in fine, il seguente periodo: «I caricatori dei fucili ad anima rigata a ripetizione semiautomatica impiegati nella caccia non possono contenere più di due cartucce»”.
Quindi, i cacciatori che vorranno utilizzare a caccia le loro carabine semiautomatiche, dovranno ridurre fisicamente la capacità del caricatore (in modo reversibile), analogamente a quanto già avviene con i fucili a canna liscia.

La formula scelta per questo aggiornamento della legge 157/92, per fortuna, chiarisce in modo inequivocabile che l’obbligo di riduzione del caricatore sussiste solo ed esclusivamente nell’impiego a caccia.
A questo punto, l’appuntamento è entro 60 giorni, per vedere se il decreto sarà convertito in legge, in caso contrario decadrà senza produrre effetti.

http://www.armietiro.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags:

Category: Armi e Munizioni, Generale

Comments (36)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Ezio scrive:

    Certo che ne hanno di tempo da perdere i nostri parlamentari!

    Ce ne sarebbero di decreti da varare su temi ben altro spessore ed utilità generale!!

  2. sergio scrive:

    Mi sembra giusto.

    Tre max per fucile a canna liscia, idem per la rigata.

    Non ci vedo nulla di strano.

    • alessandro federighi scrive:

      il non limitare i colpi nelle rigate,nasceva x sicurezza del cacciatore,nn x protezione ungulati,proprio perchè si ha a che fare con bestie(verri)da 150 kg,con difese che uccidono………….ecco il perchè………..ora per dare risposte all”europa che caccia il cinghiale in maniera molto differente da noi,si devono riallineare anche i caricatori…………..in tutta europa semi-automatiche a max 3,,,,,,,,ma ripeto,nn vanno nel bosco come i ns canai,che rischiano il culo con bestioni………………..saluti

      • alessandro federighi scrive:

        inoltre il problema ,si poneva solo x il cinghiale,perchè tutti gli altri ungulati vengono “prelevati”,con piano di abbattimenti,quindi discorso colpi ininfluente sul discorso prelievi……………..quest”anno mi è capitato di abbattere una scrofa ,da me ferita,nel bosco intricato,che mi ha attaccato,con 5 colpi,che ho velocemente ricaricato(3+2),ma il 12 è più veloce da riarmare,mentre la carabina no,,,,,,,,,,,,se fosse stato un verro e avessi avuto la carabina,sarei rimasto esposto…………………comunque si sà in Ita(g)lia valgono più gli animali di noi cattivi cacciatori straggisti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        • sergio scrive:

          Tutti hanno la loro parte di ragione ovvio.
          Pero’ vogliamo anche dire di quei “rambo” della domenica che mitragliano da vallata a vallata?
          non ditemi che non li avete mai visti perche non ci credo.
          Personalmente penso che il governo avrebbe ben altro di urgente di cui occuparsi, tuttavia devo dire che potrebbe anche non avere fatto grave danno in questo caso.
          saluti.

  3. massimiliano scrive:

    ..al di là dell’etico più o meno condivisibile( sono un utilizzatore di caricatori over e quindi di parte)… certo che non ha altro a cui pensare il Governo che andare a tagliare sui caricatori delle carabine………….

    wowwwww..vai grande Matteo,il gioco vuole il seguito !

  4. franc scrive:

    Se tagliano da 10 a 2 anche i loro stipendi e le spese dello stato allora posso accettare anche questo decreto. Ma fino ad ora il governo renzi ha tagliato oggi per poi spendere più del doppio la settimana successiva (vedi auto blu).

  5. valentino carbone scrive:

    adesso gli anticaccia se la prendono con i cinghialisti,si pensavano che a loro non li avrebbero toccati più di tanto?questi non fanno differenza e prima o poi se la prendono con tutti……

  6. Giacomo scrive:

    Adesso le cose si sanno dopo averle fatte, senza discussione ne pareri di quelli che usano queste armi la cui licenza è, per usare una carabina a più di due colpi e chi sono questi schioppatori ? Sono i cacciatori brutti e cattivi che vogliono il prosciutto ad ogni costo. Ditemi adesso : come si fa a opporsi a queste suppostine ? :mrgreen: Se siamo abbastanza divisi chi ci va a parlare con don Matteo ! Dobbiamo subire e zitti. Ma non c’è da preoccuparsi che il taglio continua. :twisted: Salutiaaamo

  7. massimiliano scrive:

    ..ma cheddi continuerà ??!!!!
    or ora son proprio tutti seduti insieme al palazzo .. PD M5S

    han da mettersi d’accordo sulle riforme ..io dò una cosina a te e te dai una cosina a me …

    buffon…i

  8. Ferdinando Ratti scrive:

    In Lombardia vige la legge che impone i due colpi per le armi a canna rigata semiautomatiche,uno in canna,uno nel caricatore.
    Questa regola però è prevista solo per la Zona Alpi.
    Ora vedo che qualche luminare ha consigliato Renzi la riduzione del caricatore nelle armi semiautomatiche
    a canna rigata, anche nel resto del territorio italiano!.
    Io mi chiedo: se con tutti i problemi da risolvere nella nostra povera Italia,questo era proprio impellente e necessario?.
    Forse il governo Renzi ha pensato,che questo è il nodo da sciogliere per far ripartire l’economia.
    Chi possiede una carabina semiautomatica dovrà per forza acquistare un nuovo caricatore.
    Se così fosse a noi cacciatori non ci resta che piangere.

  9. giannirm scrive:

    Tanto rumore per nulla.Lo diceva anche il Giudice Mori: “Anche se la direttiva tratta solo di uccelli, la norma in realtà vieta in via generale l’uso di fucili semiautomatici con più di due colpi nel serbatoio perché molti sono gli uccelli tutelati che possono essere cacciati con fucile a palla. Cacciare vuol dire “trovarsi in atteggiamento di caccia con un’arma”; siccome una specie animale protetta può trovarsi ovunque (molti sono animali di passo, vi sono poi rapaci, animali notturni,ecc.), la conclusione che a caccia non si possono usare i mezzi che la direttiva vieta. E’ inutile arrampicarsi sugli specchi: se vi ferma un guardacaccia e vi contesta che state cacciando un’acquila, voi come vi difendete? Ho fatto una ricerca nei paesi europei di lingua tedesca e francese e ho visto che tutti hanno vietato la caccia con più di tre colpi disponibili. Del resto neppure per il cinghiale è necessario avere più di tre colpi a disposizione e i troppi colpi aumentano notevolmente il rischio di colpire esseri umani. (Bolzano 15 novembre 2013)”

  10. Ghibli scrive:

    Io non ho problimi
    Ho un browning BLR a leva quindi 4 colpi nel caricatore ed uno in canna
    In più da quando so a ricaricare ci vuole qualche attimo in più sparo sempre e solo a colpo sicuro
    Prima con l’automatico sparavo senza pensare e sbagliavo spesso, tanto avevo 8 colpi

  11. rocco scrive:

    dai… tutti a caccia con la balestra a ripetizione di Van Helsing!!!

  12. Ezio scrive:

    Bravo Ale!

  13. claudio ge scrive:

    si si… E una..disse il boia :mrgreen: pardon 2 con quella dei richiami.. oww

  14. 308 scrive:

    Mi raccomando! !! Continuate a fare interventi di controllo danni sia in braccata che in selezione….

  15. Don scrive:

    Ma non sarebbe il caso di appendere i fucili al chiodo TUTTI e lasciare impiegare magari l’Esercito con i fucili a non più di tre colpi per il contenimento dei cinghiali……Scusate sognavo ad occhi aperti :(

  16. fabrizio scrive:

    io ho un’ idea semplice semplice… limitiamoci da soli il caricatore a ZERO COLPI, e non rinnoviamo il PDA per almeno 3 anni. Cosi’ stop soldi ale regioni, stop soldi allo Stato, stop soldi alle AA.VV. e vediamo se siamo realmente NOI CACCIATORI il problema dell’ ambiente. Ma per fare cosi’ ci vogliono gli attributi.

  17. Ghibli scrive:

    Fabrizio sono 4 anni che lo dico
    Finché continuiamo a foraggiare questa gentaglia , burocrati animalisti, e paghiamo noi i danni non ci saranno mai miglioramenti per noi
    Fategli mancare quei 500 milioni che i cacciatori pagano ogni a non licenze e vediamo

  18. ALBERTO scrive:

    Domanda: io posseggo una carabina Browning x-bolt con caricatorre da 5 colpi fisso basculante, quindi non sostituibile, quindi alla faccia di tutte le normative io dovrei modificare tale arma ( perchè comunque e una modifica) prendendomi nel caso di malaugurato incidente tutte le responsabilità ??? non sarebbe stato più semplice far pagare una piccolo aumento ed inserire la dicitura fino a 5 colpi ?????

  19. peppol@ scrive:

    come fara ora Daniele a fare legna ?

  20. Marco C scrive:

    Pensiamo alle cose serie, tutti sappiamo che è giusto limitare i colpi delle carabine, le mitragliatrici non devono far parte dell’etica del cacciatore, come al solito passiamo per rambi distruttori e a quanto leggo a ragione. Per pensare di parlare di cose serie intendo difendere la nostra passione riferendomi a specie e periodi di caccia, cercare di mantenere il territorio cacciabile, svincolarci il piu possibile dagli atc, mantenere cacce tradizionali, non subire passivamente gli attacchi degli ambientalisti, non frammentarci con 100 associazioni ecc.ecc…..questo puo’ fare la differenza, anche a chi pratica la caccia al cinghiale.

  21. edo scrive:

    Vorrei aggiungere due mie opinioni personali alla qestione:
    1) ho vissuto qualche anno a Parigi e quando la caccia è stata messa in discussione ho visto manifestazioni di decine di migliaia di cacciatori scendere in piazza a manifestare le loro ragioni. Perchè non può avvenire anche da noi?
    2) l’articolo dice “«I caricatori dei fucili ad anima rigata a ripetizione semiautomatica impiegati nella caccia non possono contenere più di due cartucce»”.
    Quindi, i cacciatori che vorranno utilizzare a caccia le loro carabine semiautomatiche, dovranno ridurre fisicamente la capacità del caricatore (in modo reversibile)…” Sinceramente il quindi non lo capisco, contenere non vuole dire dovere necessariamente modificare, in modo reversibile (? che significa, chi definisce la reversibilità ? basterebbe una graffetta incastrata?). Io lo interpreto con caricatore contenente non più di due cartucce… ma non modificato per renderne impossibile il caricamento.
    Saluti.
    Edoardo

Leave a Reply


5 + 1 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.