Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Eps: Campania, approvato il calendario venatorio

| 24 giugno 2014 | 18 Comments

epsREGIONE CAMPANIA è fatta!!!!!!!!! Il La Giunta Regionale ha detto SI….!!!!!!! Ma siamo ancora a giugno?

Nonostante i gufi, le civette e le cornacchie, il calendario venatorio 2014-2015 è stato approvato…..è di qualche ora fa la notizia!!!!!!!!!!!!!!

Ci sono voluti “appena” 18 anni, perché venisse approvato un calendario venatorio in Regione Campania nel mese di giugno. E questo “ingrato” compito è toccato all’assessore regionale alla caccia la Diana Nugnes.

Per la prima volta, appunto, dopo “soli” 18 anni, si è verificato un evento simile. Ma che sarà successo in Regione Campania, sarà veramente il caso di pensare ed eventualmente dire: che la musica è cambiata!!!!!!!!!!!

Lo vedremo in questi prossimi giorni, intanto a tutti i cittadini cacciatori campani, grazie alla “caparbietà” dell’Ass.Daniela Nugnes, che da sempre ha dimostrato di conoscere la materia caccia, meritevole di dare il giusto peso alle problematiche faunistico venatorie, in un assessorato all’agricoltura con deleghe molto più vaste ed impegnative…… Supportati dall’ottimo lavoro svolto dagli uffici regionali preposti, che entro il 10 giugno hanno trasmesso alla Segreteria di Giunta la delibera corredata di tutti gli atti allegati e tecnici, per la valutazione finale di Palazzo Santa Lucia…… (che proprio oggi ha sugellato l’approvazione dell’atto deliberativo).- Nonché col contributo delle Associazioni del C.T.F.V.R. che hanno inteso essere finalmente portatrici di interessi generali comuni, hanno dato il loro apporto con spirito di responsabilità e con equilibrio, manifestatosi per la prima volta dopo anni di inutili dissensi già all’approvazione del calendario venatorio nella seduta del 19 maggio u.s.; quest’anno finalmente, almeno per la “caccia” in Campania, abbiamo ottenuto, certezza di diritto.

Ma veniamo in sintesi al calendario venatorio 2014-2015:

PREAPERTURA

Nei giorni 1, 4 e 7 settembre 2014 è consentito l’esercizio venatorio, soltanto da appostamento, alla specie tortora (Streptopelia turtur);

nei giorni 1, 4, 7, 11 e 14 settembre 2014 è consentito l’esercizio venatorio, soltanto da appostamento, alle specie gazza (Pica pica) e ghiandaia (Garrulus glandarius).

APERTURA

L’esercizio venatorio è consentito per le specie e i periodi specificati di seguito:

a) Specie cacciabili dalla terza domenica di settembre 2014 al 30 ottobre 2014: tortora (Streptopelia turtur), esclusivamente da appostamento fino al 29 settembre;

b) Specie cacciabili dalla terza domenica di settembre 2014 al 30 novembre 2014: quaglia (Coturnix coturnix);

c) Specie cacciabili dalla terza domenica di settembre 2014 al 19 gennaio 2015: alzavola (Anas crecca), canapiglia (Anas strepera), folaga (Fulica atra), germano reale (Anas platyrhynchos), gallinella d’acqua (Gallinula chloropus), marzaiola (Anas querquedula), gazza (Pica pica) e ghiandaia (Garrulus glandarius). Per gazza e ghiandaia, fino al 29 settembre l’esercizio venatorio è consentito esclusivamente da appostamento.

d) Specie cacciabili dalla terza domenica di settembre 2014 al 31 gennaio 2015: fagiano (Phasianus colchicus) per questa specie, fino al 29 settembre e dal 30 novembre solo in presenza di piani di prelievo elaborati dagli A.T.C., fischione (Anas penepole), mestolone (Anas clypeata), moriglione (Aythya ferina), e volpe (Vulpes vulpes), per tale ultima specie la caccia deve essere effettuata con le seguenti modalità: dalla terza domenica di settembre al 29 settembre senza l’ausilio del cane da seguita; dal 1° ottobre al 31 dicembre con e senza l’ausilio del cane da seguita ed anche in battuta; dal 1° al 31 gennaio 2015 solo in battuta; tutte le battute devono essere autorizzate dalle Province competenti che hanno l’obbligo di definire in anticipo le zone in cui possono essere svolte.

e) Specie cacciabili esclusivamente sulla base dei piani di prelievo elaborati dagli A.T.C., dall’ 1 ottobre al 30 novembre 2014: coniglio selvatico (Oryctolagus cuniculus), starna (Perdixperdix - per tale specie l’attività venatoria è interdetta per l’intera annata nelle località ColliPetrete, Croci e Spinosa del Comune di Rocca d’Evandro, ai sensi del primo comma dell’art. 16L. R. 26/2012 e s.m.i.);

f) Specie cacciabili dall’ 1 ottobre al 31 dicembre 2014: allodola (Alauda arvensis), merlo (Turdus merula), cinghiale (Sus scrofa) e lepre comune (Lepus europaeus), per questa ultima specie le Province adotteranno criteri di prelievo basati sul numero degli esemplari introdotti e sull’analisi del prelievo delle precedenti annate venatorie;

g) Specie cacciabili dall’ 1 ottobre al 19 gennaio 2015: beccaccia (Scolopax rusticola) con la limitazione dell’orario di caccia per tale specie dalle 7,30 alle 16,00, pavoncella (Vanellus vanellus), tordo bottaccio (Turdus philomelos), cesena (Turdus pilaris), codone (Anas acuta), combattente (Philomachus pugnax ), porciglione (Rallus acquaticus);

h) Specie cacciabili dall’ 1 ottobre 2014 al 31 gennaio 2015: beccaccino (Gallinago gallinago) esclusivamente in caccia vagante, frullino (Lymnocryptes minimus), tordo sassello (Turdu iliacus);

i) Specie cacciabili dall’ 1 ottobre 2014 al 9 febbraio 2015 (in applicazione dell’art. 18 comma 2 della L. 157/1992): colombaccio (Columba palumbus), con la limitazione dal 1° gennaio al 9 febbraio 2015 di adottare esclusivamente la forma di caccia da appostamento e carniere giornaliero massimo di cinque capi; cornacchia grigia (Corvus corone cornix), con la limitazione, per il periodo che va dal 20 gennaio al 9 febbraio 2015, di adottare esclusivamente la forma di caccia da appostamento.

UTILIZZAZIONE ED ADDESTRAMENTO CANI

L’addestramento e l’allenamento dei cani da ferma da cerca e da seguita, è disciplinato dagli artt. 14, 22 comma 1 e 24 comma 5, della L. R. 9 agosto 2012 n. 26 e s.m.i. e, nelle parti non contrastanti con tale Legge, dal Regolamento “Nuova disciplina per il funzionamento delle zone di addestramento cani su selvaggina di allevamento emanato con D.P.G.R. n. 627 del 22 settembre 2003.

Tali attività sono consentite, nei territori dove non sussiste il divieto di caccia e non vi sono colture in atto, nel periodo consentito per l’attività venatoria, esclusi i giorni di silenzio venatorio. Le Province, con provvedimento di Giunta, possono autorizzare l’anticipo fino a quarantacinque giorni, ad esclusione del martedì e venerdì, delle attività di addestramento cani…..

Durante la caccia da appostamento in preapertura, e nella prima decade di febbraio, è consentito l’utilizzo di un solo cane per cacciatore esclusivamente per il riporto nel raggio di 200 metri dall’appostamento, e solo per il recupero della selvaggina ferita o abbattuta.

Partita la stampa per la consegna entro giugno dei tesserini regionali, gli uffici comunali e provinciali, incaricati al rilascio, danno un sospiro di sollievo, ad agosto potranno dedicarsi alle proprie ferie, mai godute negli anni precedenti ……..

Speriamo sia finita l’era dei calendari venatori approvati a “ferragosto” e sospesi il giorno prima dell’apertura della stagione venatoria……..

Ad maiora e a rivederci per altri e più importanti traguardi…… !!!!!!!

CONSIGLIO REGIONALE Eps Campania

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Campania, EPS

Comments (18)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. luigi scrive:

    La quaglia dalla terza domenica di settembre! Una volta la quaglia si sparava da metà agosto e si praticava la caccia primaverile sulle spiagge e… ce ne erano tante! ora cambiati i tempi cambiano, anche le abitudini riproduttive delle specie selvatiche, perché penso che queste siano le cause che hanno fatto stilare un simile calendario! e… ce ne sono così poche! Invece di fare questi provvedimenti, fate i controlli, quando c’è il passo controllate i fonofil, distruggono tutto, non solo in Italia. Aprite gli occhi ed intervenite dove si deve intervenire.

  2. massimo scrive:

    Se questo è il risultato potevano aspettare, prima di emanare un simile calendario venatorio.
    saluti

  3. max scrive:

    Un buon calendario,migliorabile ma buono.la quaglia in preapertura non la mette nessuno per via dei ricorsi e noi ne sappiamo qualcosa.
    poi le quaglie si sparano meglio in altro periodo.chi é scontento o é fazioso o non ha chiari alcuni punti delle direttive.io credo possa essere un calendario migliorabile soprattutto sui divieti nelle sic.ed è possibile posticipare alcune date,bisogna lavorare affinché la regioni riputi queste proposte fattibili.quelli che vogliono la quaglia ad ad agosto o che chiuda a marzo,meglio che attacchino lo schioppo al chiodo.saluti.

  4. pierino scrive:

    EPS, non so se ci fate o ci siete,l’assessore non sà di cosa parla e tanto meno la regione Campania.saluti (:-p) (:i) (:i) (dw) (y) (y) (y) (y)

  5. luigi scrive:

    Vorrei conoscere in quale periodo si sparano bene le quaglie, io conosco queste cose: ad agosto ancora c’è qualche stoppia per cui qualche nidiata si può pure trovare, poi dopo non c’è più habitat in quanto esse ( le stoppie ) o vengono arate o bruciate, , sui pianori di montagna scompaiono alle prime piogge quindi se vai nei loro habitat naturali non ne trovi più, e ciò tanto più in quanto il passo viene manomesso attraverso i fonofil di cui prima parlavo, per cui o ti attrezzi o fallisci nel senso che non ne trovi una, vi chiedo di sapere da voi se quello che detto è vero o falso inoltre vorrei sapere da chi ne sa di più quali sono i periodi migliori per sparare le quaglie, grazie. Inoltre vorrei dire che se anche tra di noi cacciatori la si pensa in un certo modo, veramente allora è meglio appendere il fucile al chiodo!

  6. pierino scrive:

    max, ma il territorio cacciabile non doveva essere aumentato, o meglio entro il 30% (lo diceva la regione campania un po di tempo fa) saluti

  7. Giacomo scrive:

    Al momento ancora non è uscito il calendario sul sito Campania caccia per cui staremo a vedere. Voglio vedere come sono state messe le cose per quanto riguarda la beccaccia nelle ZPS dove l’anno scorso ci stava il famoso limite ( cosa che non si è vista da nessuna parte ) di caccia fino al 31 Dicembre e caccia giornaliera dalle 7 fino alle ore 12. Voglio rammentare fin da ora che la beccaccia è in stato di conservazione stabile e non lo dico io ma l’Istituto internazionale Europeo per lo studio dei migratori per cui prima di imporre date sbagliate sempre a sfavore dei cacciatori aggiornatevi e poi stilate il calendario ! Salutiamo

  8. max scrive:

    Nelle zps la beccaccia può essere ridotta anche ad 1 gg l’anno,in quelle aree non c’e limite a limitare sono zone a protezione speciale,in quelle zone non c’e nulla da fare si può limitare,diverso e per le aree sic.la riperimetrazione ci vorrà tempo secondo me,ma non,bisogna arrendersi.io cerco di fare una disamina neutrale.questi sono calendari che seguono direttive europee,si possono migliorare ma di poco,la,quaglia ad agosto sono sogni irrealizzabili.ad ottobre si fanno giornate ottime a quaglie a volte.purtroppo in Campania l’ambiente é stato distrutto,ma non certo ora.

    • vincenzo scrive:

      “Nelle zps la beccaccia può essere ridotta anche ad 1 gg l’anno,in quelle aree non c’e limite a limitare sono zone a protezione speciale”

      Scusami allora chiudiamola e AMEN!!Siamo davvero all’assurdo con questi ulteriori divieti in SIC e ZPS se sono parchi tanto vale non farsi più tante illusioni poi mi dice qualcuno DOVE si deve andare a caccia in Campania tra parchi aree contigue Zps ecc…altro che 30% del territorio…ma se l’ 11.01 mi trovano una beccaccia in tasca e mi trovo in un Sic mi sequestrano tutto e sono messo ed equiparato ad un bracconiere che va a caccia di martedi e venerdi?Devo subire un procedimento penale?ASSURDO!!! è tempo di dedicarsi alla pesca!Non parliamo della quaglia che la cacciano in quasi tutta Europa ad agosto ma da noi ha il nido…….ridicolo!!

  9. luigi da sorrento scrive:

    Come ho scritto su un simile argomento,qua ci vantiamo di qualcosa che dovrebbe essere normale….pubblicare il calendario nei tempi imposti dalla legge….
    quest’anno non ci saranno ricorsi, poiché come fece il marito per far dispetto alla moglie….si taglio’ il pisello…!!!

  10. Giacomo scrive:

    Purtroppo nella caccia c’è chi perde e chi ci guadagna, che ci vogliamo fare. Una intera provincia come quella di Salerno ornai quasi chiusa alla caccia per mancanza di territorio e questi si permettono di fare le ZPS fuori dai parchi prendendo altro territorio rimasto per la beccaccia con una ZPS ad hoc proprio in questa provincia, per chi disinformato non lo sapesse la IT8050020. Ma un po di informazione prima di dire va tutto bene madama la marchesa e guardate anche all’estero come si caccia, un aggiornamento a qualcuno non farebbe male, con tutto il rispetto per le idee degli altri. Salutiaaamo

  11. Antonio scrive:

    Caro max, lo sai che ti stimo perché sei un ragazzo intelligente, ma devi ammettere che la’ dove dobbiamo cedere noi cacciatori, cediamo a ragion veduta (quaglia alla 3 domenica di sett. per evitare ricorsi), la’ dove devono cedere gli animalisti, allora ci abbassiamo le braghe. Comunque i casi rimarra un successo, e quest’anno andrò a caccia con mio padre e mio figlio (primo anno). Auguri a tutti.

    • max scrive:

      Antonio,sono il primo a dire che il c.v é migliorabile,mi basterebbe acquatici e bottaccio al 31 gennaio,togliere l’equiparazione vergognosa sic-zps,una follia,ed iniziare a ridurre le aree protette cosi,come da legge.la quaglia al 11 settembre forzatura insensata rischio sospensione preapertura.
      Detto ciò,bisogna immediatamente fare gli appunti alla regione in,maniera costruttiva e la regione non può e non deve girarsi solo dove dice lei.queste sono,le cose da fare,con la stessa onesta intellettuale che ho,dico bene il calendario a giugno,bene non,mettere a rischio la prrapertura,non da buttare il calendario.il mio sogno?riuscire a fare un c.v. Tipo UMBRIA,leggetelo é una goduria unica,ma li le associazioni portano all’assessore alla caccia un unica proposta per tutte le associazioni.mi auguro di arrivarci.

    • luigi da sorrento scrive:

      Un nuovo giovane cacciatore e’ sempre una piccola vittoria…complimenti.
      ….Ma se continuiamo a tagliarci il pisello, penso che ce ne saranno sempre meno…
      in bocca al lupo!!!

  12. Gerry scrive:

    Amici ,Io sono sono un cacciatore Campano,ed ad una manifestazione dove i giornali hanno riportato quello che è successo” Dati da record, dunque, per una kermesse, frutto della collaborazione tra Fiere e Congressi che può vantarsi di essere riuscita a riunire per tre giorni, ad Ariano Irpino, l’intero mondo della caccia italiano, affermandosi, già dalla prima edizione, come l’evento di settore più grande del Mezzogiorno ” senza dirvi menzogne,vi faccio a mio modo presente che nel padiglione espositivo dove c’erano tutti i padiglioni delle federazioni ,che sono deputati a farci valere, ambientalisti o che di simile compresi,non si sentiva altro in sottofondo che i versi che emettevano i fonofili,eppure nessuno ha mosso un dito.Anzi i gazebi più affollati erano quelli che decantavano la loro chiarezza,praticità e perfezione e dopo seguivano quelli che pubblicizzavano la caccia fuori confini a prezzi favolosi.E poi ci lamentiamo dell’assenza nel calendario venatorio,della possibilità di cacciare la quaglia in pre apertura nelle zone di elezione fino a qualche anni addietro e avvaloriamo la tesi ,anche se in parte vera, che la causa del loro calo è la trasformazione dell’habitat per cui le troviamo, anche se in minor numero,nei nostri terreni sotto casa ,vigneti inclusi.A voi l’arduo giudizio. :?:

  13. Amici della Caccia scrive:

    Caro Gerry, sintetizzando vuoi dire che siamo una categoria di m_ _ _ a!!!!!!!!! e purtroppo, hai anche ragione…… Elevare il livello dei cacciatori farebbe bene a tutti…….Per quanto al calendario, un atto dovuto per legge, andrebbero rilevate le mancanze degli ultimi 18 anni….per capire, come vengono considerati in Regione Campania i cacciatori…..Cmq, sperando in un prosieguo senza ricorsi al TAR, almeno dopo esser diventati maggiorenni, potremmo organizzare la prossima stagione venatoria con più serenità e certezza di diritto…Salutiamo

  14. domenico scrive:

    Scusatemi un attimo, io sono esclusivamente uno che pratica la caccia col cane da seguita. Chiedo a lei EPS e a chi mi voglia rispondere, visto che era presente alla stesura e approvazione del calendario venatorio, il motivo per cui la regione per il secondo anno consecutivo penalizza noi segugisti che dobbiamo attendere il primo ottobre, quando la legge 157/92 parla di apertura alla terza domenica di settembre oww oww oww oww ? Quante lepri moriranno davanti ai cani da ferma (y) (y) (y) (y) (y) ? E quanti cacciatori di penna usciranno coi propri cani nelle preaperture, visto che i controlli sono zero (:-p) (:-p) (:-p) (:-p) (:-p) ? Ma non è che ci sia qualche regia occulta contro chi esercita la caccia col segugio (dw) (dw) (dw) (dw) (dw) ? E’ l’ennesimo smacco e come dice il proverbio cambiano i musicanti ma la musica è sempre la stessa. Un grazie a chi mi risponderà. (n) (n) (n)

  15. luigi scrive:

    Gerry, mi fa piacere di quanto hai affermato, in realtà sono le stesse cose che volevo far intendere io poco sopra, ma sembra che non sono stato chiaro per cui le risposte avute sono state evasive o addirittura, come si dice in gergo tressettista: chiamo a coppe e giochi a spada, di tutt’altra natura. Per essere ancora una volta ripetitivo: se si utilizzano i fofonil e se all’estero si fa stragi, che senso ha aprire a ottobre, quasi?! La caccia si deve aprire quando le quaglie sono ancora presenti ( ad agosto ) sul terreno, se apri a settembre cosa trovi? Per il passo poi che prosegue fino a novembre si può dire, essendo manomesso appunto dai fonofil, se vai in natura sic et sempliciter cosa trovi!? Un bel niente. Allora perché non si controlla sui fonofil, perché alle fiere nessuno fa protesta di queste esposizioni? CI VOGLIAMO SOLO PRENDERE IN GIRO, QUESTA E’ LA VERITA’.

Leave a Reply


4 + 4 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.