Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Terni: la caccia si salva con l’unita’

| 23 giugno 2014 | 7 Comments

LA CACCIA SI SALVA CON L’UNITA’ DEL MONDO VENATORIO
Dibattito a Poggio Lavarino con i vertici nazionali di Arcicaccia e Federcaccia
L’unità del mondo venatorio è stato al centro del dibattitto che si è svolto nel parco attrezzato di Poggio Lavarino, in Valserra, nell’ambito di ” Valserra, territorio e tradizioni “, la manifestazione che si è conclusa domenica sera.

Anuu_Arci_FidcAl dibattito hanno preso parte i vertici nazionali di Arcicacccia ( era presente il presidente Osvaldo Veneziano ) e di Federcaccia ( presente il vice presidente , Massimo Buconi ) e Vladimiro Boschi ( vicepresidente dell’associazione migratoristi ). Moderatore il giornalista Rai di lungo corso e scrittore, Bruno Modugno, uno dei massimi esperti del settore.

Secondo Veneziano, ” dopo l’epoca dei referendum, l’unità del mondo venatorio si è persa in decine di conflitti insensati. Oggi la caccia vive una fase difficile, caratterizzata dagli attacchi che provengono da una cultura animalista distorta, ultraradicale e ben lontana dalla parte più sana del mondo autenticamente ambientalista. Chi pensa di affrontare questa fase da solo, commette un grave errore. La strada che porta verso l’unione dell’intero associazionismo venatorio, è l’unica possibile”.

Secondo Massimo Buconi , ” al tempo del referendum avevamo contro un pezzetto di politica. Oggi abbiamo contro una cultura estremista che ignora le basi stesse del mondo rurale, il ruolo della caccia nella gestione del territorio e nel mantenimento della biodiversità. Il mondo venatorio avrà un futuro solo se saprà operare in modo corretto e far capire l’utilità stessa della caccia. Per essere apprezzati bisogna abbandonare questa immagine di litigiosità che ci caratterizza e attuare finalmente la coesione politica e decisionale”.

Apprezzamento per i risultati ottenuti dal coordinamento venatorio umbro è stato espresso da Vladimiro Boschi , secondo il quale si è trattato ” di uno trumento importante di dialogo che ha saputo recepire le proposte per l’elaborazione di un calendario venatorio che, pur non perfetto, è di gran lunga migliore rispetto a quelli applicati in altre parti d’Italia. Bisogna dare continuità a questo modello di cooperazione, anche al di fuori dei tavoli’ ufficiali “.

CALENDARIO

Con la scomparsa delle province chi governerà il mondo della caccia? ” questa responsabilità, è stato detto, non può essere assunta dai comuni ” altrimenti si rischia una chiusura e una conflittualità ancora maggiore fra i territori “. ” “Possibile , si è chiesto Osvaldo Veneziano , che non si riesca a far riunire gli assessori competenti di quattro regioni per scrivere un calendario armonico e omogeneo? Non ci si può fare la guerra per mezza giornata di caccia in più o in meno. Al di là delle appartenenze politiche, le Regioni devono aprire un dialogo che porti finalmente a risultati concreti”.

Modugno, dal canto suo, ha mostrato di apprezzare molto il luogo : ” Grazie all’invito ho scoperto un angolo d’Italia bellissimo che merita di essere adeguatamente valorizzato “.

http://www.terninrete.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , , ,

Category: ANUU, Arcicaccia, Federcaccia, Incontri/Dibattiti, Umbria

Comments (7)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Ferdinando Ratti scrive:

    La caccia si salva con l’unità!!!.
    Ancora ???: Va bene sè nei comitati di gestione tutte le associazioni siano presenti con un proprio rappresentante.
    Inoltre nelle votazioni: che uno conti uno, non perchè una ha più associati conti due: ed io altra associazione sono da snobbare, oppure non conto niente.

  2. Pasquale (Nato cacciatore) scrive:

    la solita tiritera! (dw)

  3. Baghy scrive:

    “La caccia si salva con l’unità” purchè si faccia ciò che vuole fidc. Baghy

  4. stefano scrive:

    La caccia si salva con l’unità del mondo venatorio perchè tra 10 anni circa non ci sono più cacciatori da rappresentare tra Arci, Anuu, fidc, libera,enal, eps, e quanti altri……
    ma solo una sola associazione nazionale può valorizzare il mondo venatorio…….
    600.000 circa cacciatori in italia con età media di 68 anni….ma dove volete che vada il mondo venatorio ?
    solo sui libri di storia sociologica italiana dal 1960 al 2024 !!!!!!!
    tristemente saluto,
    stefano da siena

  5. massimiliano scrive:

    …e sempre i soliti arcinoti che altro non sanno fare che porre pollice verso a qualsiasi cosa venga fatta o detta dalle associazioni venatorie più rappresentative ! Dimenticando(o facendo finta di non vedere) troppo spesso che se qualcosa vien fatto (vedasi leggere regionale 65/13- vedasi avvio caccia di selezione per cinghiale..etc etc) è grazie alla forza profusa dalla “fusione di idee e voglia di fare” di TUTTE le associazioni venatorie in campo.Tutte indistintamente………..

    Che palle che noia che barba.. che barba che noia che palle…recitava una gag di un famoso duetto italiano !

    cambiare disco per favore…..

  6. poiana scrive:

    In Toscana sono tutti inquisiti ma di che associazioni sono nessuno se lo domanda alla faccia dellunita

Leave a Reply


+ 7 = 11

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.