Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Fiera Vicenza e Anpam presentano HIT

| 12 giugno 2014 | 2 Comments

FIERA DI VICENZA E ANPAM SI ALLEANO E PRESENTANO HIT
LA NUOVA FIERA DEDICATA AD OUTDOOR, CACCIA, ARMI SPORTIVE E LAW ENFORCEMENT

cacciatore tramontoLa Manifestazione si svolgerà a febbraio 2015 presso il Quartiere Fieristico Vicentino. Un’infrastruttura all’avanguardia di 80mila mq ospiterà, tra gli altri, i top brand del comparto armi e munizioni per uso sportivo e civile, un settore che conta un giro d’affari di circa 8 miliardi di euro annui.

Fiera di Vicenza e ANPAM (Associazione Nazionale Produttori Armi e Munizioni Sportive e Civili, aderente a Confindustria) si alleano e presentano HIT, la nuova Manifestazione dedicata alle attività outdoor, caccia, tiro sportivo e law enforcement. Un Salone che, tra gli altri, ospiterà i top brand del settore armi e munizioni e che grazie all’expertise dei due organizzatori punta a diventare l’appuntamento più importante in Italia e in Europa per uno dei comparti produttivi strategici del Made in Italy.

L’annuncio è avvenuto oggi, martedì 10 giugno, durante un incontro riservato alla stampa alla presenza di Matteo Marzotto, presidente di Fiera di Vicenza, e Nicola Perrotti, presidente di ANPAM. Ad ospitare il lancio di HIT – Hunting Individual protection e Target sports, il Museo Poldi Pezzoli di Milano, una delle più prestigiose case-museo in Europa, che tra le altre raccoglie preziose collezioni di arti decorative dedicate ad armi ed armature e il famoso “Tappeto di Caccia”.

HIT si svolgerà dal 6 al 9 febbraio 2015 nel Quartiere Fieristico Vicentino. L’alleanza tra Fiera di Vicenza, ai vertici delle società fieristiche italiane e business hub di profilo internazionale, e ANPAM, l’associazione di riferimento in Italia per le aziende del settore armi e munizioni, si propone di rendere la Manifestazione l’appuntamento europeo nel comparto. L’obiettivo è supportare lo sviluppo e il processo d’internazionalizzazione delle imprese, in uno dei settori più di rilievo del Made in Italy.
Il mercato armiero italiano legato all’uso civile e sportivo presenta un alto livello di esportazione che supera l’80%. L’Italia è infatti il primo produttore europeo di armi sportivo-venatorie (con un volume di oltre 760.000 unità su base annua, che copre circa il 60% dell’intera offerta comunitaria, e 925.000 milioni di munizioni) ed è il più importante paese esportatore nel mondo di armi sportive, commerciali e munizioni, in particolare negli USA (circa 45%). Il giro di affari complessivo che ruota intorno al settore tocca gli 8 miliardi di euro l’anno con quasi 100.000 occupati.

«Quella tra Fiera di Vicenza e ANPAM rappresenta non solo un’alleanza di alto profilo ma, soprattutto, un’occasione di assoluto rilievo nello sviluppo di alcuni eccellenti del nostro Well Done in Italy», ha dichiarato Matteo Marzotto, presidente di Fiera di Vicenza. «Un accordo che metterà a sistema competenze complementari di elevato standing, un network d’imprese e una rete istituzionale di prestigio internazionale. Tutti ingredienti che crediamo renderanno questa nostra nuova Manifestazione un vero e proprio benchmark del comparto, un protocollo a livello europeo. L’azione sinergica con un partner autorevole come ANPAM – ha continuato Matteo Marzotto – permetterà alla nostra Società di espandersi ulteriormente nell’offerta di Eventi nell’area Lifesyle & Innovation. Ambenti nei quali da anni dimostriamo di “saper fare”, attraverso investimenti importanti, il continuo rinnovamento dei format e la generazione di contenuti di alta qualità. Il tutto secondo la nuova identità di Fiera di Vicenza quale “Event Show Producer” di livello mondiale».

Nicola Perrotti, presidente di ANPAM, ha dichiarato: «Il nostro settore in quanto leader produttivo e la nostra associazione come soggetto di primo piano nei rapporti istituzionali internazionali avevano bisogno di una manifestazione di grande respiro, che potesse offrire agli appassionati e alle aziende un momento di incontro e business. La scelta di Vicenza e del mese di febbraio diventano strategici per questi obiettivi, che contiamo di raggiungere in breve tempo, convogliando in Italia un movimento di interesse legato anche alle anteprime del mercato, da scoprire in Italia, dove si producono i pezzi più pregiati e più richiesti, per alcune categorie, a livello mondiale. Siamo inoltre certi che le competenze di internazionalizzazione di Fiera di Vicenza spa, unite alla nostra presenza nelle istituzioni a livello globale, possano diventare un volano di crescita per il settore armiero sportivo e civile italiano, che è uno dei pochi veri Made in Italy a tutti gli effetti».

Durante i quattro giorni di Manifestazione la nuova infrastruttura ipertecnologica di 80mila mq di Fiera di Vicenza sarà messa a disposizione per ospitare le più importanti aziende italiane di armi e munizionamenti, del tiro, della caccia e law enforcement, oltre ad aziende ottiche, di accessori, del mondo outdoor e della cinofilia. Gli espositori verranno disposti secondo un innovativo layout organizzato per community e volto a valorizzare l’esperienzialità delle aree dimostrative. La Rassegna sarà rivolta sia ad appassionati di outdoor, sportivi e di caccia, sia al segmento b2b, con in programma appuntamenti mirati con qualificati buyer internazionali. Previste aree dedicate alla formazione per i professionisti del settore, aree prova per armi leggere e prove di tiro presso il Poligono di Montebello, organizzate dalle più importanti aziende italiane di armi. Ampio spazio anche al segmento sport, con l’organizzazione di gare di tiro sportivo nelle varie specialità e l’allestimento di aree ludiche.

I concreti presupposti per rendere HIT l’appuntamento più importante in Europa nel settore di riferimento derivano dalle elevate competenze di Fiera di Vicenza nell’organizzazione di eventi fieristici e dall’autorevole ruolo associativo e di rappresentanza di ANPAM nel comparto armi e munizioni.

La Società fieristica vicentina è una business hub di forte respiro internazionale, con un’elevata esperienzialità e know how d’eccellenza nelle aree alto di gamma e Lifestyle & Innovation. Nel comparto delle attività outdoor riferite a caccia, tiro sportivo e pesca sportiva, Fiera di Vicenza organizza dal 2007 le Manifestazione HUNTING Show e PESCARE SHOW, passate in 8 edizioni da 14mila a 32mila visitatori, da 100 a oltre 300 espositori e diventando il più importante appuntamento italiano nel mercato. In collaborazione con CNCN (Comitato Nazionale Caccia e Natura), dal 2012 organizza la Manifestazione Game Fair Italia, unico esempio di country festival italiano, nell’edizione appena conclusasi arrivata a 35mila presenze e 170 espositori.

ANPAM raccoglie la quasi totalità delle grandi aziende delle armi e delle munizioni, e numerose realtà del settore esplosivi. Ricopre i ruoli di coordinamento e di indirizzo strategico di tutte le attività istituzionali del settore, sia in sede nazionale che internazionale. L’Associazione è il referente per i rapporti con le Istituzioni, opera attivamente a livello europeo grazie a un’intensa rete di collaborazioni con le associazioni di settore degli altri paesi, e cura relazioni e impegni stabili anche in sede UE. A maggio 2014, prima associazione nazionale di categoria che rappresenta i produttori di armi e munizioni civili e sportive, è stata ammessa come Organizzazione Non Governativa presso il Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC) dell’ONU con lo status consultivo “Speciale”.

Ufficio Stampa Istituzionale Fiera di Vicenza
Agenzia Medialab – Contrà Canove, 15 – Vicenza – Tel. 0444 512550
www.agenziamedialab.com

Filippo Nani – 335 1019390
f.nani@agenziamedialab.com
Alessandro Amato – 392 7480967
a.amato@agenziamedialab.com
Matteo Russo – 347 9834881

Ufficio Stampa ANPAM
Effeci Comunicazione – Via Merulana 247 – 00185 – Roma
www.effecicomunicazione.it – Twitter: @effecicomunica

Sergio Cerini
s.cerini@effecicomunicazione.it
Fabio Ciarla – 348 7781089
f.ciarla@effecicomunicazione.it

Tags: ,

Category: Manifestazioni

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. fritz scrive:

    Se va avanti così un altro pò a caccia ci andranno solo quelli che possono permettersela ed all’estero. Qui in Italia fin che non si capisce che stiamo per chiudere baracca e tutti guardano solo al proprio orticello sarà più che inutile fare fiere e manifestazioni, volete vendere armi atrezzature e quant’altro? prima proteggete LA CACCIA

    • Bekea scrive:

      Sì però….. questo non toglie che le nostre aziende che producono armi ed esportano per il 90% devono mostrare i loro nuovi modelli e le loro produzioni,che interessanotutto il mondo.Dunque ben venga questo nuovo accordo con la Fiera di Vicenza, che diverrà di interesse mondiale come le altre poche fiere in Europa che rigurdano il settore delle armi per il mercato civile.

Leave a Reply


6 + 6 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.