Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

USA, abbattimento degli animali problematici

| 10 giugno 2014 | 3 Comments

Storno1Usa. 4 milioni di animali selvatici uccisi nel 2013 da dipartimento Agricoltura

USA, WASHINGTON – Il programma ‘Wildlife Services’ del dipartimento dell’Agricoltura statunitense ha portato all’uccisione, nel 2013, di oltre 4 milioni di animali selvatici potenzialmente in ”conflitto” con l’uomo e le sue attività, soprattutto agricoltura, allevamento e trasporto aereo.
Il dato, in aumento rispetto ai 3 milioni di uccisioni annuali registrate fra il 2009 e il 2012, ha innescato le proteste degli ambientalisti, secondo cui il programma opera in modo ”opaco”.

Compito principale del programma è l’eradicazione di specie invasive non autoctone, ma degli animali uccisi molti sono locali. Tra questi, 75.326 coyote, 866 linci, 528 lontre di fiume, 3.700 volpi, 12.186 cani della prateria e 419 orsi, in grado di arrecare danni a colture e bestiame.
I più colpiti sono però gli uccelli, che rappresentano una minaccia per il settore aeroportuale. Specie come lo storno europeo, il passero e il piccione rappresentano l’87% delle uccisioni, che hanno interessato anche volatili più grandi, ad esempio 973 falchi dalla coda rossa e almeno tre aquile.

Le cifre hanno spinto alla protesta alcuni enti e gruppi ambientalisti. Tra questi il Centro per la diversità biologica, che già nel dicembre scorso aveva lanciato una petizione per chiedere informazioni dettagliate su ogni singola uccisione di animali nativi, compresi i metodi usati e le motivazioni. ”Questi numeri svelano una campagna di uccisioni sconcertante, finanziata dai contribuenti, messa in atto ogni giorno lontano dallo sguardo degli americani”, denuncia Amy Atwood, legale del Centro per la diversità biologica.

”Invece di prendere in considerazione le critiche ricevute, il programma, che ha il coraggio di chiamarsi ‘Wildlife Services’, sembra mettere il piede sull’acceleratore nel suo abbattimento sistematico di animali selvatici americani”.

http://www.blitzquotidiano.it/

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Curiosità, Storni, Volpe

Comments (3)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Springer scrive:

    Pragmatismo americano…. :wink:

  2. Giacomo scrive:

    8-O Questi post servono a farmi aggrovigliare il pacco intestinale !! In quanto a gestione salutare dei selvatici in America prima si fa e poi si discute con chi vuole mettere il bastone tra le ruote. Da noi mentre si discute i selvatici nocivi banchettano a sbafo sulla nostra tavola. :mrgreen: Salutiaaamo

  3. Giovanni Roberto Bagnolesi scrive:

    Altra razza gli yankee.

Leave a Reply


9 + = 15

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.