Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Anlc: Provincia di Grosseto…perche?

| 9 giugno 2014 | 11 Comments

ANLC TOSCANAGrosseto – Perché l’Ufficio caccia della Provincia di Grosseto si distingue sempre dagli Uffici caccia delle altre Province della Toscana? Forse politici e funzionari grossetani ritengono di doversi differenziare da tutti gli altri? O forse mancano i giusti collegamenti?

Perché? Questa è la domanda che i cacciatori si pongono sempre più spesso e visto che non si trovano risposte esaustive, ci rivolgiamo a tutti i lettori perché siano loro, attraverso la stampa, a rispondere.

- Perché la Provincia di Grosseto è l’unica in Toscana che non ha chiesto la caccia in deroga allo storno? Eppure tutti i grossetani ricordano i disagi che in molti hanno dovuto sopportare lo scorso inverno a causa del guano lasciato da questi uccelli. Per non parlare poi dei soldi spesi per i danni all’agricoltura, per ripulire le strade e per scacciare questi volatili.

-Perché la Provincia di Grosseto non segue l’esempio di altre Province Toscane chiedendo la caccia in deroga al Piccione? Eppure tutti dobbiamo spendere fior di quattrini per ripulire le grondaie dei nostri tetti dal liquame che vi si deposita. Per non parlare poi delle migliaia di euro di danni provocati alle colture agricole.

-Perché per fare la caccia di selezione bisogna per forza obbligare i cacciatori ad avere un computer o uno smartphone? Purtroppo da quest’anno per prenotare l’uscita bisogna farlo solo tramite internet e non più telefonicamente. Se mantenere il telefono era troppo costoso, considerando che quasi il 50% dei cacciatori è ultra sessantenne, perché non si è fatto come in altre Province Toscane facendo timbrare solo il tesserino venatorio?

-Perché si continua ad aumentare il numero minimo dei partecipanti alle battute di caccia al cinghiale, da quest’anno 23 ? Eppure i dati della scorsa stagione dimostrano che questa scelta è stata un errore. Del resto, l’Ufficio Caccia stesso, pur mantenendo la legge, ha trovato una scappatoia per permettere alle squadre con un numero inferiore di partecipanti di cacciare comunque accoppiandosi con altre squadre. In questo quadro, aumentare il numero minimo di membri delle squadre non ha alcun senso.

-Perché si spendono tanti soldi per fare relazioni, trattati, conferenze sui lupi o cani ibridati e pochi invece per chi, dopo una vita di duro lavoro, vede andare in sfacelo la propria attività di allevatore?

-Ed infine, perché le altre Associazioni Venatorie tacciono? Chi tace acconsente dice un proverbio!

PAOLO ISIDORI
Presidente Prov.le Liberacaccia

http://quigrosseto.corrierenazionale.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , ,

Category: ANLC, Toscana

Comments (11)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. sobri scrive:

    …perché non cambiano l’ass . venatoria? magari prendendo la tessera di chi le cacce in deroga le ha fatte per prima?-saluti a tutti, qui fa un caldo boia-

  2. Giacomo scrive:

    ….Perchè non vi alleate con la triade ? Così forse possiamo risolvere molti perchè ! :wink: Salutiaaamo

    • Bekea scrive:

      Giacomo tieni la capa dura. Non è facendo l’unità a livello nazionale o regionale che si risolvono i problemi a livello provinciale. Ci vogliono dirigenti locali cha capiscano qualcosa di caccia e si facciano promotori di istanze e richieste presso l’Ass.re provinciale. Ma se manca la volontà di questi dirigenti locali, l’unità imposta dall’alto non serve.

      • Giacomo scrive:

        Caro Bekea, ma pensi veramente che facendo richieste da parte dei dirigenti locali tu possa ottenere tutto quello che ci manca per avere una caccia secondo i canoni ? Io ho già espresso più di una volta il mio parere in merito, l’unione di cui parlo io è quella a livello nazionale per fare in modo di riformare la caccia ( visto che si parla di riforme negli ultimi tempi) incominciando dal renderci uguali alle altre nazioni Europee a partire dai KC e tutto il resto compreso la legge 157 e quella 394 sui parchi. Anche una capa tosta come il sottoscritto :mrgreen: capisce che per fare ciò bisogna parlare con chi ci governa a livello di palazzo altro che ass. provinciale che sono l’ultima ruota del carro. Per questo bisogna dimostrare la nostra forza a livello politico e l’unità dovrebbe servire innanzitutto per questo, dove cantano troppi galli non fa mai giorno dice il proverbio. Quando ci si presenta con un numero impressionante di voti come lo teniamo noi ( UNITI ) ci possiamo permettere anche persone nel palazzo ! Che possano governare mettendo in evidenza i problemi della caccia e chi sono i cacciatori, agire dunque ai vertici ! Ti sembra che per arrivare a questo lo si possa fare restando ognuno per conto suo ? Non credo. Sono d’accordo per quanto riguarda i dirigenti locali, ma questi dovrebbero prendere posizione verso i propri dirigenti salendo fino ai vertici battendosi per l’UNIONE. Lo so che è difficile convincere quelli come te, :twisted: ma una goccia, cento gocce, mille gocce d’acqua, piegano anche il ferro diceva la buonanima del grande Antonio. Vedi caro mio, io sono un cacciatore della base e il mio interesse e la caccia cacciata niente altro. Salutiamo né… ! :wink:

        • claudio ge scrive:

          sarei d’accordo quasi su tutto, ma xrchè Voi non aderite alla ns? La triade (trio,malanova e scuntentezza)siete riusciti a crearla per FAME.. 8) perchè le altre due non avevano più assicuratoriin grado di gestirle oww …e poi per come intendete la caccia(soldi,polli colorati,cinghiali,selecontrollori,insomma soldisoldi soldi :evil: oww ) a parte il buon Sammaritano del Sorrenti,che Sabato sera incontrerò dimmi… cosa ci azzecca la FIDC con la migratoria!!! -o- (f) (f) (dw)

        • Giacomo scrive:

          Caro Claudio, meno male che sei d’accordo quasi su tutto ! Ad ogni modo, prima mi dovresti dire in che modo e con quali mezzi potrà risolvere i problemi della caccia da sola, la tua AAVV, il mio parere l’ho già espresso molto chiaramente e comunque a me sembra che si pecchi un po di presunzione perchè politicamente ogni associzione ( tranne la FIDC) da sola può fare ben poco. :-? Fattelo spiegare dal Sorrenti visto che lo vedi di persona cosa ci azzecca la FIDC con la migratoria, perchè secondo il mio modesto avviso nella grande federazione ci sono sicuramente più migratoristi che stanzialisti, sommando quelli per il pelo e quelli per i polli colorati, i quali se fossero gestiti bene te ne farebbero vedere davvero di tutti i colori ! :mrgreen: Torno a ripetere che io non intendo convincere nessuno ognuno ha le sue idee rispettabili ma non per forza condivisibili, staremo a vedere in un prossimo futuro chi sarà il responsabile del bene e chi del male della caccia ! :wink: Salutiaaamo

  3. Alessandro scrive:

    Perché senza richiesta danni da parte anche di 1 agricoltore niente DEROGA…lo sanno anche i SASSI.
    Perché invece dei Piccioni…non si parla dei COLOMBI in pre-apertura? argomento scomodo? per chi? La Provincia di Siena e anche le confinati con GROSSETO lo cacciano TUTTE …noi a GROSSETO NO… Perché??????
    E diciamolo una buona volta no????

  4. Bekea scrive:

    X Giaccomo: Ma se finora la tua AV ha provato tutte le strade per far fronte alla fuga di tessere-soldi-entrate,e poi nel rinnovare il consiglio Nazionale elegge gli stessi personaggi di questo declino. NOI NON ISCRITTI come possiamo aver fiducia nelle capacità di questa dirigenza, che non vuole rinnovarsi e cedre il potere ecnomico che detiene dentro alla AV di ciu fai parte.Sono più di 20 anni che questi dirigenti e il loro sottoposti,regionali ,provinciali, e comunali attuano questa politica del carciofo ( perdita di qualcosa, territori ,specie, giornate,ecc).Ti informo che le nuove generazioni di questa AV che vorrebbero lavorare sono prese a calci in culo dai dirigenti locali che non vogliono laciare il semplice inacrico di presidente comunale, che sfiduciato è stato reintegrato dal suo pres.te provinciale. (sez. di Vicenza città federcaccia ) Cosa vuoi parlare di unità o capacità a formulare nuove richieste.

  5. Giacomo scrive:

    Bekea tu lo sai che io non sono l’ultimo arrivato su questo sito per cui non intendo fare polemica ad oltranza perchè ne avrei da dire su tutti. Voglio solo ricordare che l’attuale dirigenza Fidc non è quella di venti anni fa e secondo me non sta facendo tutto ma alcune cose importanti le ha fatte, non le elenco perche si sanno benissimo, ad ogni modo non credo che l’unione abbia bisogno di tutte le associazioni le tre di adesso bastano e avanzano, bisogna solo portare questa unione a livello nazionale e poi si vedrà. Una cosa è certa ! Come stiamo messi adesso saremo sempre sottoposti a tagli e ritagli bisogna solo vedere a quanti conviene questo stato di cose. Salutiamo

  6. claudio ge scrive:

    caro Giacomo testualmente dici”comunque a me sembra che si pecchi un po di presunzione perchè politicamente ogni associzione ( tranne la FIDC) da sola può fare ben poco.” CREDI che in quanto a casini abbia fatto ancora poco? oww non so’ la realta della Tua regione,ma hai visto il Piemonte?dove praticamente da sempre perseverano da soli? oww e poi si tirano in ballo ..(ma le ass.ven dove sono?) -o- Perchè tenere il piede in più scarpe? 8) perchè FACE (dove siete firmatari e ARCI no)non la appoggiate a pieno carico.. 8-O Perchè Vi credete i Signori indiscussi della caccia..Vai tranquillo che sabato al buon Sorrenti glielodico

Leave a Reply


+ 5 = 10

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.