Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Pistoia, martedi e venerdi divieto raccolta funghi

| 5 giugno 2014 | 6 Comments

Pistoia. approvato in consiglio provinciale il nuovo regolamento per la raccolta funghi

porcinoE’ stato approvato nel corso della seduta del Consiglio Provinciale di giovedì 29 maggio il nuovo regolamento per la raccolta dei funghi sul territorio provinciale, frutto di un lungo percorso di confronto e condivisione con le realtà locali, in particolare con i sindaci dei Comuni montani.

Il regolamento contiene alcune importanti novità per la salvaguardia del bosco e una corretta gestione dei flussi di cercatori, a partire dall’istituzione di 2 giornate di divieto di raccolta e l’identificazione dei residenti in base a 4 macroaree.

Già a febbraio dell’anno scorso infatti, il Consiglio Provinciale (ordine del giorno n. 35 del 28/01/2013) aveva valutato l’opportunità di introdurre il divieto di raccolta per 2 giorni a settimana (ai sensi dell’art. 14 della LR 16/99) per le aree montane della Provincia, in particolare quelle confinanti con l’Emilia Romagna, con l’obbiettivo di migliorare la gestione dei flussi di cercatori, razionalizzare la vigilanza, favorire la rigenerazione del bosco e la salvaguardia dell’ecosistema. Da allora la Provincia ha avviato un percorso di confronto con le comunità locali, soprattutto della montagna, per definire una proposta di regolamentazione condivisa.

Il nuovo regolamento prevede forme di contingentamento in coincidenza dei giorni in cui raccolta è vietata nei territori confinanti della Regione Emilia Romagna e fissa 2 giornate di divieto: il martedì, in cui la raccolta è proibita a tutti (in questo caso il divieto viene istituito dalla Regione Toscana, su istanza della Provincia); il venerdì, in cui il divieto è valido solo per i non residenti (in questo caso il divieto è istituito dalla Provincia, previo parere positivo della Regione).

Entrambi i divieti entrano in vigore dal 15 giugno 2014.

Non solo, il regolamento, identifica i residenti sulla base di 4 macro aree, che aggregano più Comuni: il raccoglitore che è in regola con il pagamento del bollettino può effettuare la raccolta nell’Area, dove ricade il proprio Comune di Residenza. Di seguito le Aree individuate:

-Area 1: Agliana, Montale, Pistoia, Sambuca Pistoiese, Marliana;

-Area 2: Piteglio, San Marcello Pistoiese, Cutigliano, Abetone;

-Area 3: Quarrata, Serravalle Pistoiese, Monsummano Terme, Lamporecchio, Larciano, Pieve a Nievole;

-Area 4: Montecatini Terme, Massa e Cozzile, Buggiano, Uzzano, Pescia, Ponte Buggianese, Chiesina Uzzanese;

In base alle nuove disposizioni, quindi, il residente del Comune di San Marcello, ad esempio, potrà raccogliere in quei giorni anche nei Comuni dell’ Abetone, Cutigliano e Piteglio, e viceversa. Per coloro che sono privi della suddetta autorizzazione (pagamento del bollettino) rimane fermo quanto previsto dall’art. 2 comma 2 punto b della L.R. 16/99, ovvero la raccolta può essere effettuata solo nel comune di residenza

Deroghe ai divieti sono previste per i raccoglitori professionali e per coloro che effettuano la raccolta ai fini di integrazione del reddito, che dovranno rispettare solo il giorno di divieto assoluto. Il divieto assoluto, infine, non riguarda i titolari di specifiche autorizzazioni a fini scientifici e didattici, né i titolari sui propri fondi.

Infine, è stata approvata l’identificazione delle aree destinate alla raccolta funghi riservata e alla raccolta a pagamento (come disciplinate dalla legge regionale) anche su terreni demaniali da assegnare tramite bandi pubblici.

Il regolamento e la cartina della 4 macroaree sono disponibili sul sito della Provincia, nella sezione “Caccia e Pesca – Raccolta Funghi”.

Si ricorda che l ‘ufficio della Provincia di Pistoia è disponibile per ogni informazione (0573/974688 – 0573/974660; ma.ferretti@provincia.pistoia.it – agricoltura@provincia.pistoia.it ).

http://www.ladeadellacaccia.it/index.php/pistoia-approvato-in-consiglio-provinciale-il-nuovo-regolamento-per-la-raccolta-funghi-22859/

 

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: ,

Category: Curiosità, Toscana

Comments (6)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Ezio scrive:

    Presto ci diranno pure quante volte dovremo respirare al minuto …. e non solo quello.
    Questo Paese sta raggiungendo culmini di limitazione della libertà personale per i cittadini ONESTI forse mai vista prima. :cry:

  2. Bartoccini Mario scrive:

    Vergognoso! Scandaloso! Spudorato! Protervo!
    Divieti … paletti … recinzioni … per aprire il percorso alla privatizzazione del territorio!
    Ben sapendo che tanti miliardi finiscono (GIUSTAMENTE?) nelle tasche dei proprietari terrieri!
    Difficile capire perché il divieto è concomitante con il silenzio venatorio!
    Visto che in passato alcuni cercatori sono stati impallinati!!!!!
    Cordialità.

  3. Renzo scrive:

    UNICA SOLUZIONE : invasione aliena .

  4. Giovanni Roberto Bagnolesi scrive:

    Questo paese è alla frutta. Da mangiare non è rimasto altro che “il fumo delle tagliatelle”. A proposito: si può tirà una scureggia in mezzo al monte?

  5. spinone scrive:

    “Difficile capire perché il divieto è concomitante con il silenzio venatorio!
    Visto che in passato alcuni cercatori sono stati impallinati!!!!!”
    Caro Mario, probabilmente, come sempre diciamo, a fare le regole ci vogliono persone esperte in materia, e non ignoranti (nel senso di ignorare)… ci vogliono persone che sanno di cosa parlano,che conoscono la realtà per cui fare le regole, non gente qualunque messa li a casaccio..

Leave a Reply


6 + 2 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.