Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Umbria: illustrato Calendario Venatorio 2014-2015

| 4 giugno 2014 | 14 Comments

CACCIA: ILLUSTRATO, IN TERZA COMMISSIONE, IL CALENDARIO VENATORIO UMBRO 2014-2015

cacciatore tramontoContenuti e caratteristiche del calendario venatorio 2014/2015 per la regione Umbria, sono stati illustrati, ieri, dall’Assessore regionale Fernanda Cecchini ai membri della Terza commissione dell’Assemblea legislativa di Palazzo Cesaroni.
Nel documento, vengono sostanzialmente riproposte modalità e tempi di prelievo identici a quelli della stagione scorsa, visti i giudizi positivi riscontrati.
La novità, è invece rappresentata dal fatto che ci saranno due mezze giornate di preapertura, in quanto si è scelto di utilizzare sia il primo giorno utile, lunedì 1 settembre, che la prima domenica, il 7 settembre, ma solo fino alle ore 13.
La caccia alla lepre sarà consentita dal 21 settembre al 7 dicembre.
La caccia al cinghiale, nelle forme consentite e con munizioni atossiche, potrà essere esercitata dal 5 ottobre 2014 al 4 gennaio 2015, ed eventualmente prorogata dalle amministrazioni provinciali in caso di mancato raggiungimento degli obiettivi di contenimento della specie.
Le amministrazioni provinciali potranno autorizzare la caccia di selezione alle specie daino, capriolo, cervo e muflone, in zone determinate e con sufficiente consistenza, nei periodi dal 15 giugno al 13 luglio 2014, dal 17 agosto al 4 ottobre 2014 e dal 5 gennaio al 28 febbraio 2015. Prelievo consentito per cinque giorni la settimana con munizioni atossiche, fermo restando il silenzio venatorio nei giorni di martedì e venerdì.
Nelle aziende faunistico venatorie il prelievo delle specie autorizzate, ad eccezione degli ungulati, inizia il 21 settembre 2014 e termina il 31 dicembre, con esclusione delle specie fagiano, volpe, germano reale e colombaccio, che possono essere prelevate fino al 31 gennaio 2015. Nelle aziende agrituristico-venatorie il prelievo delle specie autorizzate ha inizio il 1 settembre 2014 e termina il 31 gennaio 2015.
Non sono previste novità per quanto riguarda il tesserino, che deve essere riconsegnato il 31 marzo e su cui vanno annotati tutti i capi prelevati, e la reciprocità con i cacciatori residenti in altre regioni, regolata dagli accordi fra Regioni, Province e Comitati di gestione degli Atc.
Venerdì prossimo, 6 giugno, a Palazzo Cesaroni, si svolgerà la partecipazione sul calendario venatorio.

http://www.terninrete.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , ,

Category: Capriolo, Cinghiale, Colombaccio, Lepre, Umbria

Comments (14)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giacomo scrive:

    La novità, è invece rappresentata dal fatto che ci saranno due mezze giornate di preapertura, in quanto si è scelto di utilizzare sia il primo giorno utile, lunedì 1 settembre, che la prima domenica, il 7 settembre, ma solo fino alle ore 13.
    ——————————————————
    E me la chiamate novità ? Sono cose all’ordine del giorno ogni anno all’uscita dei calendari, non c’è da preoccuparsi che un po alla volta…. Salutiamo tutta la caccia !! :mrgreen:

  2. emilio scrive:

    Con tristezza ricordo che quello che si perde non si ricupera più e con ancor più tristezza ci sarà, forse, qualcuno che gioirà di essere riusciti a strappare le ore 13 di preapertura, quando si prospettava l’orario di chiusura a mezzogiorno!!!
    Saluti a tutti (o …quasi).

  3. Stefano Tacconi scrive:

    Domani 6 giugno Audizione con la III Commissione COnsiliare della Regione alla quale presenteremo le proposte di modifica da apportare al Calendario Venatorio. Per quanto riguarda l’argomento munizioni atossiche il testo del calendario riporta testualmente “si raccomanda l’utilizzo di…” e quindi non è da considerarsi una imposizione tassativa, ma un consiglio (purché incomprensibile dell’ISPRA) inserito nel Calendario dalla stagione 2012/2013 che non ha comportato nessun divieto specifico. Quindi…calma…sul calendario di quest’anno vanno apportate alcune modifiche, a partire dalla due mezze giornate di preapertura che sono una “coglioneria” partorita da chi l’ha scritta e da chi l’ha soffiata nell’orecchio dell’Assessore.
    Il testo del Calendario illustrato dall’Assessore alla Commissione e dato alla Stampa (con le figure?) lo abbiamo avuto da un Consigliere di minoranza e non dalla Giunta e neanche dall’Assessore stesso e domani ce ne sarà per tutti…anche per la “marchetta politica” che ha ripristinato l’apertura nelle Aziende ATV dal 1 settembre.

    • Maurizio Franchi scrive:

      Bravo Stefano,
      ti pregherei di avanzare la richiesta di chiudere al capriolo al 15 di marzo!
      Un signore della consulta mi ha illustrato il motivo per cui è stato proposto il 28 febbraio, che a dir poco è fantasioso.
      grazie!
      sempre di più c’è solo A.N.L.C. !!

  4. CLAUDIO TORTOIOLI scrive:

    Bravo Stefano questa volta basta con assurde proposte sempre restrittive.
    Mi domando dove è la deroga per il fringuello? come la possibilità di cacciare come indica la legge nella prima decade di febbraio? e ancora perchè si nega ancora l’inizio della stagione venatoria al primo di settembre? nel resto d’Europa queste cose vengono quasi tutte concesse senza problemi di sorta.
    Dobbiamo ribaltare il tavolo e smascherare i veri colpevoli di queste proposte, Stefano fammi sapere se come presidente di un gruppo spontaneo che conta 240 iscritti posso partecipare alla riunione di domani? sono carico.
    Tortoioli Claudio Associazione Venatoria Ambientale Nata Libera Perugia

  5. Massimiliano scrive:

    ..Carissimiii…si parla di ABOLIZIONE RICHIAMI VIVI ( art. 19 bis legge 157/92 )probabile-quasi certa votazione in Aula parlamento martedì 10- mercoledì 11 giugno(emendamenti 5 stelle dipieno sostegno a moratoria proposta dalla LIPU) ed è già grande mobilitazione del web venatorio…e qualcuno ancora crede o si illude al reinserimento del fringuello,allungamento tempi e compagnia bella.

    Ragazziii… ma in dò vivete ??!!! quì se un si serra le fila e si guarda con realistica presa d’atto la società che cambia(a nostro sfavore) si perde anche la strada per tornare a casa !!!!
    Lo dico senza polemica ma con lucida cognizione di causa ..credetemi !

  6. CLAUDIO TORTOIOLI scrive:

    Purtroppo Massimiliano le (trattative), perchà di questo si tratta QUANDO PARLIAMO DI CACCIA SI FANNO OGNUNO GIOCANDO PER LA PROPRIA PARTE. POLITICA E BUROCRATI COME VEDI CITANDO COSE CHE CONOSCO BENE E CHE MI MANDANO IN BESTIA, CERCANO DI RIDURRE E ANNULLANDO TRADIZIONI MILLENARIE, NOI COSA DOVREMMO FARE O MEGLIO COSA DOVREBBERO FARE LE ASSOCIAZIONI VENATORIE.
    DEVONO ALZARE IL TIRO SU TUTTO QUELLO CHE CI HANNO SOTTRATTO INGIUSTAMENTE COME LA CACCIA TRADIZIONALE AL FRINGUELLO, OPPURE L’APERTURA UNICA, LA POSSIBILITA DI CONTENERE I NOCIVI E TANTO ALTRO.
    SOLTANTO ALZANDO IL LIVELLO DEGLI OBBIETTIVI CON DETERMINAZIONE SI VINCE, CARO MASSIMILIANO.
    IL VERO E GRANDE PROBLEMA DELLA CACCIA ITALIANA SONO I GRUPPI DIRIGENTI DEL TUTTO INADEGUATI E SUPERATI, RIESCONO A FREGARVI ANCHE QUANDO DANNO UNA QUALCHE PARVENZA DI TUTELA.
    E QUESTO DELLA MEZZA GIORNATA, L’ESEMPIO PIU ECLATANTE NEI PROSSIMI GIORNI SARO MOLTA PIU CHIARO.
    CARI AMICI DOBBIAMO RIMBOCCARCI LE MANICHE E COMBATTERE, COMBATTERE.
    TOROIOLI CLAUDIO ASSOCIAZIONE VENATORIA AMBIENTALE NATA LIBERA PERUGIA

  7. massimiliano scrive:

    Tortoioli Claudio,forse non mi sono spiegato bene o abbiamo percezione dei rischi in agguato differenti !

    in spiccioli è come quella di preoccuparsi del foruncolo sul naso mentre stai andando in sala operatoria per un operazione a cuore aperto..

    Vabbè…faccia finta che non le abbia detto nulla e continui a combattere per la preapertura mentre già si stanno riaffacciando sulla scena comitati per l’abrogazione del’842 cc e in Parlamento la prossima settimana,voteranno 2 mozioni presentate dagli amici PENTASTELLATI per l’ ABROGAZIONE di tutti i richiami vivi.

    con rispetto la saluto.

  8. jagher1 scrive:

    …..anche per la “marchetta politica” che ha ripristinato l’apertura nelle Aziende ATV dal 1 settembre…..

    E’ già caro Stefano….. il giornalaio sarà contento no!!!!!!!

    Grazie per le delucidazioni di ieri….. aspetto belle notizie oggi….

  9. Sergio Gunnella scrive:

    La luna sulla fronte di Diana ci guarda e sorride…Calendario con validità quinquennale, salvo sconvolgimenti inderogabili?: questa mia proposta è rimasta nel libro dei sogni. E così è stato per le reiterate richieste sull ‘rientro’ di alcuni postulati regionali che hanno ‘sconfinato’ pericolosamente da quelli voluti da una riforma ormai ultra ventennale, vecchia e demodé come la L. 157… Si continua ad ‘allargare’ (o – peggio-) a ‘restringere’ a ogni stagione di caccia e…a non applicare in toto e con l’ uso della ragione i dettami di una legge votata da entrambi i ‘chiacchieratoi’ parlamentari dal lontano 1992…Tuttavia una cosa è stata fatta, pur se ob torto collo e con copia/incolla impertinenti: dopo la diffida inoltrata dal sottoscritto alla Regione Umbria nel 2009(e per copia conforme alla Procura della Repubblica) denunciando i reiterati quanto illegittimi ritardi sulla pubblicazione del ‘Calendario venatorio regionale’, dall’ anno 2010 questo ‘esce’ ENTRO e NON OLTRE il 15 di giugno come legge vuole!!! E’ poca cosa, amici, lo so. Ma è sempre meglio di niente. Chissà che non cambi qualcosaltro, adesso che la Corte dei Conti Umbra pare abbia messo finalmente mano alle indagini divulgate nell’ ottobre del 2013? A ben guardare, anche qui – voglio sottolinearlo per i meno attenti – c’ è qualcosa di mio. Amen.
    Sergio Gunnella

Leave a Reply


+ 9 = 10

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.