Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

CCT: Abolizione province, evitare vuoti di potere

| 30 maggio 2014 | 7 Comments

RIORDINO E ABOLIZIONE PROVINCE: EVITARE VUOTI DI GOVERNO

CCTLa Confederazione Cacciatori Toscani ottiene dal Presidente dell’Unione delle Province Pieroni massimo impegno per gli atti di competenza in scadenza: “Tempi e modalità per i calendari venatori e gli altri adempimenti saranno puntualmente rispettati”.
Una delegazione della Confederazione che riunisce Federcaccia, Arcicaccia ed Anuu ha incontrato Andrea Pieroni, Presidente dell’UPI della Toscana e della Provincia di Pisa.
L’incontro era stato chiesto per un confronto sulle prospettive che si aprono per la gestione faunistica e la caccia con i prossimi effetti della legge di riforma delle Province ed il procedere del disegno di legge costituzionale per la loro abolizione.
I rappresentanti della Confederazione hanno in particolare sottolineato la necessità che siano comunque garantiti gli atti, oggi di competenza delle Province, concernenti il calendario venatorio e l’insieme delle attività dei prossimi mesi e settimane, con la prima scadenza che riguarda la caccia di selezione ed a seguire i provvedimenti che dovranno essere adottati dopo che la Regione avrà deliberato il calendario per la stagione 2014/2015.
Il Presidente Pieroni ha assicurato la massima attenzione e l’impegno delle Province della Toscana affinché la fase di riordino degli assetti istituzionali non comporti alcuna conseguenza negativa per i cittadini: tempi e modalità per i calendari venatori e gli altri adempimenti saranno puntualmente rispettati.

Firenze, 30 maggio 2014

Confederazione Cacciatori Toscani
(Federcaccia – Arcicaccia – ANUU)

Tags: , , , , , ,

Category: ANUU, Arcicaccia, Federcaccia, Toscana

Comments (7)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. vario scrive:

    l’importante è che non facciano i casini come al solito, per fare bene devono solo guardare le provincie limitrofe, già non rispondono più al telefono anche se gli stipendi li prendono sempre, la mia paura visto che finalmente si levano dai c…. è quella che venga fuori qualche pasticcio o casino, specialmente con le ultime idee con le zone di criticità. Voi AAVV vigilate bene, specialmente l’ANLC che è libera da intrighi politici e inciuci.

  2. cialluk scrive:

    e ora via anche gli atc!!!!!!

  3. Pietro Pirredda - Arzachena (Sardegna) scrive:

    Con l’abolizione delle province avrei voluto l’abolizione degli ATC e rispettivi direttivi

  4. alessandro federighi scrive:

    le province purtroppo nn saranno abolite,ma cambierà il metodo per la formazione dei consigli provinciali…………….incula@a doppia ,perchè nn saremo più noi a scegliere gli schieramenti………………..

  5. Pietro Pirredda da Arzachena (Sardegna) scrive:

    Con province comandate dai sindaci ne vedo delle belle… (bruttissime)…
    Come si sa i comuni hanno molte cose a cui far fronte potrebbero utilizzare le tasse dei cacciatori (aumentandole) in modo da racimolare soldi da elargire per i sempre maggiori danni causati dai mammiferi cacciabili e non

  6. Ferdinando Ratti scrive:

    Anno di grazia 1970: Istituzione delle Regioni, con lo scopo specifico di abolire le province.
    Sapendo che queste andavano abolite perchè in questi anni ne sono state create delle nuove?.
    Risposta semplice la politica aveva bisogno di dare posti con relativi stipendi agli amici di partito.
    Ora le vogliono abolire!comè strana l’italia.
    Como è una delle prime province ad essere stata commissariata 2 anni fà; ma per onore del vero devo dire che in questi 2 anni la caccia è stata gestita correttamente e siamo andati tranquillamente a caccia in tutte le sue forme.
    Se come annunciato le province saranno abolite,tutto dipenderà da chi cè negli uffici che gestiscono la caccia.
    Certo che per qualcuno non avendo più i loro referenti politici(certe associazioni venatorie si facevano forti di questo)sarà un pò più dura ottenere favoritismi.
    Questa è la paura del vero vuoto di potere.
    Invece per noi poveri cacciatori senza santi in paradiso forse va meglio, perchè nel consiglio provinciale, ci va il sindaco del tuo paese che magari è anche un cacciatore oltre che un amico. Inoltre conoscendolo e conoscendoti personalmente, saprà che, ciò che gli dici o gli chiedi a favore della caccia corrisponde a verità.
    Per conto mio invece abolirei le Regioni, quanto si risparmierebbe, o avremmo risparmiato in stipendi e pensioni d’oro,in tutti questi anni se non le creavano?.
    Quanti sono in Italia i consigli regionali finiti in questi mesi sotto indagine della magistratura per sprechi di denaro pubblico e rimborsi vari?.
    Fatto salvo alcune eccezioni tutti; indifferentemente dal colore della maglia,o di appartenenza politica, da Nord a Sud,Isole comprese.

  7. Marco.c scrive:

    Purtroppo in italia signor buonsenso è morto….non ci rimane che sperare in meglio e incrociare le dita….

Leave a Reply


8 + = 15

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.