Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Umbria preadotta calendario venatorio

| 23 maggio 2014 | 9 Comments

Umbria preadotta calendario venatorio

cacciatore_palude(AGI) – Perugia, 23 mag. – Due “mezze” giornate di preapertura, lunedi’ primo e domenica sette settembre: e’ questa la principale novita’ del calendario venatorio 2014-2015 che la Giunta regionale dell’Umbria ha preadottato nella sua ultima seduta, su proposta dell’assessore alle politiche agricole e venatorie Fernanda Cecchini.
In accordo con la maggioranza delle associazioni e dopo il via libera della consulta faunistico venatoria del 14 maggio scorso, il calendario ricalca le modalita’ ed i tempi di prelievo della scorsa stagione, anche in base ai giudizi positivi riscontrati in fase di partecipazione.
“Ma quest’anno – sottolinea l’assessore – si e’ deciso di suddividere la giornata di preapertura in due mezze giornate in cui il prelievo sara’ consentito fino alle ore 13.
Questa scelta e’ stata adottata per coniugare le esigenze espresse dal mondo venatorio di consentire il prelievo delle specie cosiddette estatine il primo giorno utile di settembre e contemporaneamente favorire, con la mezza giornata della prima domenica, i cacciatori impossibilitati a prendersi un giorno di ferie per esercitare la loro passione”.
Resta fissata alla terza domenica di settembre, che questo anno cade nella data del 21, l’apertura generale a tutte le specie con esclusione degli ungulati i cui periodi di prelievo verranno stabiliti con proprio atto dalle amministrazioni provinciali.
L’atto prevede la preapertura il 1 settembre, esclusivamente da appostamento, alle specie alzavola, marzaiola, germano reale, tortora, merlo, colombaccio, cornacchia grigia, ghiandaia e gazza, e l’apertura generale a tutte le altre specie il 21 settembre, ma non al cinghiale per il quale l’attivita’ venatoria partira’ il 5 ottobre e si chiudera’ il 4 gennaio, anche se le amministrazioni provinciali possono posticipare tale data.
E’ inoltre prevista la chiusura anticipata della caccia alla femmina del fagiano il 30 novembre, per salvaguardare la riproduzione di questa specie. Una scelta questa che e’ stata operata anche in altri contesti venatori.
La caccia alla lepre sara’ consentita dal 21 settembre all’7 dicembre.
La caccia di selezione alle specie daino, capriolo, cervo e muflone andra’ dal 15 giugno al 13 luglio, dal 17 agosto al 4 ottobre e dal 5 gennaio al 28 febbraio 2015.
(AGI) Pg1/MavVai sul sito di AGI.it

http://www.ilmeteo.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , , , , ,

Category: Umbria

Comments (9)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Bartoccini Mario scrive:

    Ormai siamo considerati “mezze porzioni”!
    Grazie alle nostre Associazioni venatorie! Quasi tutte nelle grinfie di equivoci faccendieri!
    Privi di cultura sindacale, privi di amor proprio, privi di tensione tecnica!  
    Squallide decisioni, squallidi pretesti, per mortificare ogni anno di più i cacciatori umbri!
    Di mezza licenza da pagare, chi ne parla? 
    E’ incredibile!!!!!!!

  2. davide scrive:

    IO SPERO NON VADI IN ATTO X CHE NON È QUESTO UN CALENDARIO PER CACCIARE GLI E STATINI MA BEN SI PER PRENDERE IN GIRO NOI CACCIATORI CHE PAGHIAMO PIÙ DI €400,00 X LA LICENZA,X POI AVERE QUESTO CONTENTINO.MA Non è POSSIBILE ANDARE AVANTI COSI CI STANNO FACENDO TUTTO X DISPETTO LIMITAZIONI DI OGNI TIPO ADDIRITTURA ORARI DIMEZZATI.SIAMO PASSATI DA TRE GIORNATE DI PRE APERTURA DEGLI ANNI PRECEDENTI A UN GIORNO DI L’ANNO SCORSO E PER FINIRE A MEZZA GIORNATA.IL PROSSIMO ANNO PER SOLO 2 ORE!!!!!NON Ho Parole per DESCRIVERE QUANDO STA ACCADENDO NEL MONDO VENATORIO.IO PROPORREI UN ANNO SENZA FARE PIÙ LA LICENZA E VEDIAMO SE CI RIDANNO QUELLO CHE CI ASPETTA QUANDO NON GLI ENTRANO PIÙ MILIONI DI €€€€€€.COMUNQUE NON PENSANO CHE SIAMO CITTADINI CHE PAGHIAMO COME TUTTI E SIAMO COME TUTTI. (y)

  3. diego baccarelli scrive:

    Considerato che, stante la situazione, conviene non stuzzicare il “manovratore” (Vedi ISPRA e non solo), anche perchè il calendario venatorio dello scorso anno, a differenza di tanti altri che sono stati impugnati e alcuni bloccati dai Tribunali Amministrativi Regionali, è risultato uno dei migliori, se non il migliore in senso assoluto, forse sarebbe stato più opportuno ed anche più aderente alle attese dei cacciatori umbri, riconfermare quello senza apportare modifiche.
    Questa è stata la tesi che io ho sostenuto in Consulta Regionale, sottolineando l’inopportunità della scelta basata sulle due mezze giornate di preapertura che, tra l’altro, oltre a scontentare la grande massa dei cacciatori, rischia di fare la felicità di coloro che, orologio in mano, non vedrebbero l’ora di mettere a dura prova l’ora esatta degli orologi al polso dei cacciatori.
    Altre osservazioni, le date di chiusura ad alcune specie il 29 anzichè il 31 dicembre e la chiusura della caccia alla lepre domenica 7 e non lunedì 8 dicembre festa dell’Immacolata.
    Da cecchiniano di ferro mi auguro che la Giunta Regionale, su proposta della III^ Commissione e su indicazione dell’Assessore Fernanda Cecchini, abbia, in sede di approvazione definitiva del calendario, a riconsiderare le proprie scelte, uniformandole possibilmente a quelle, molto apprezzate, dell’ultima stagione.

  4. jagher1 scrive:

    … e un faccendiere parlò…..!!!!!

  5. Maurizio Franchi scrive:

    Buongiorno a tutti!
    Semplicemente pazzesco!
    Affrontare la caccia da un punto di vista scientifico è l’unica via d’uscita, da sempre, per non incorrere in un branco di incompetenti che gettano a caso “squisite novità” sul piatto dei cacciatori!
    Con la storia di non stuzzicare il can che dorme, siamo arrivati ad un punto di non ritorno!
    L’assessore Cecchini è persona di riguardo ed incline all’ascolto!
    Gentile Assessore, La prego, non dia ascolto a chi la consiglia così male!
    Il futuro della caccia è la gestione!
    La gestione è applicabile a tutte le forme di caccia!
    La caccia è una risorsa!
    La caccia è cultura!
    La caccia è tradizione!
    La caccia è passione!
    La caccia è studio!
    La caccia è equilibrio!
    La caccia è costruzione dell’ambiente!
    La caccia sono i cacciatori e tanto altro!
    Dott.ssa Cecchini non consenta di umiliarci ogni anno di più!
    Le faccio un paio di esempi!
    Proporre di chiudere la gestione faunistico venatoria dei cervidi il 28 febbraio, significa non conoscere la materia e significa ignorare che cosa significa gestione!
    Si continua ad aprire la caccia al cinghiale ad ottobre, significa tante cose tranne voler gestire la specie!
    La prego dica ai suoi consiglieri che gestire il fagiano, la starna, la lepre e la pernice si può!
    La caccia della migratoria sotto direttive scientifiche è possibile!
    Certo, tutte queste cose costano impegno sul campo!
    Non mi rassegnerò mai!

  6. Stefano Tacconi scrive:

    Chiesta con urgenza dalla Libera Caccia la convocazione di una Audizione al Presidente della III Commissione Consiliare della Regione Umbria per discutere i contenuti del prossimo Calendario Venatorio. Per stessa affermazione dell’Assessore nessuna delle proposte formulate in Consulta sono state prese in considerazione e si prospetta (come sembra dall’Atto preadottato dalla Giunta) una “comica” preapertura a orario stabilito (1-7 settembre dalle 6,15 alle 13,00). Non riusciamo ancora a capire se tale decisione sia finalizzata alla salvaguardia dei cacciatori umbri da fastidiosi “colpi di sole”!!!
    Quindi, prima di sparare a zero su tutte le Associazioni Venatorie è bene INFORMARSI…per non fare affermazioni da “logorroioco” che cerca a tutti i costi il “nemico”.
    La Libera Caccia ha fatto e farà il proprio dovere come sempre…che sia chiaro una volta per tutte.
    Sono stanco di coloro che usano la bocca solo per dargli fiato, leccando però i culi dei politicanti!!!

  7. Stefano Tacconi scrive:

    Per la cronaca…il sottoscritto non trascina la propria Associazione in campagne elettorali di qualsiasi genere, mentre qualcun altro è abituato a farlo, che sia di qualche Associazione o di qualche Club.
    A ciascuno la sua parte di responsabilità, è troppo comodo fare la tessera con una Associazione, non attaccarla per decisioni sbagliate e poi fare di tutta l’erba un fascio per lavarsi la coscienza.

  8. Bartoccini Mario scrive:

    I tanti pissi/pissi nella “stanza dei bottoni” …
    ammortizzano la veridicità sindacale!
    Attenzione a non innescare la “caccia alle streghe”!
    Cordialità.

  9. alessandro federighi scrive:

    come vi capisco ragazzi,la mezza gg è stata “inventata” in Sardegna ,tanti anni fà,per tutelare la pernice sarda,ancora selvatica da noi………una scelta dovuta ad un annata sfavorevole x tale specie,condivisa dai cacciatori,diventò PRASSI………….poi si passò alla “prova” di mezza gg anche in preapertura,ma per tutelare che??????tortore che,per la stragrande maggioranza sono in Africa????la mezza gg è una pippa colossale che serve solo a vessare noi cacciatori………….combattetela ora,altrimenti la avrete x sempre(sardegna docet),senza benefici per nessuno,benchemeno per la fauna selvatica!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!adiosu!!!!!!!!!!!

Leave a Reply


+ 4 = 13

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.