Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Anlc Umbria chiede chiarimenti sul calendario venatorio

| 23 maggio 2014 | 16 Comments

ANLC - UmbriaChiesta con urgenza dalla Libera Caccia la convocazione di una Audizione al Presidente della III Commissione Consiliare della Regione Umbria per discutere i contenuti del prossimo Calendario Venatorio.

Per stessa affermazione dell’Assessore nessuna delle proposte formulate in Consulta sono state prese in considerazione e si prospetta (come sembra dall’Atto preadottato dalla Giunta e non divulgato alle Associazioni) una “comica” preapertura a orario stabilito (1-7 settembre dalle 6,15 alle 13,00).

Non riusciamo ancora a capire se tale decisione sia finalizzata alla salvaguardia dei cacciatori umbri da fastidiosi “colpi di sole”!!!

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Category: ANLC, Umbria

Comments (16)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Daniel scrive:

    Come ho già detto in altro post, richiedere la preapertura alla Quaglia il 14 settembre con le modalità proposte da ANLC equivale a vedersi respingere tale proposta. Purtroppo non è questa la strada da perseguire per recuperare la preapertura alla Quaglia e le dichiarazioni dell’Assessore Cecchini ne sono la riprova. Per quanto riguarda la limitazione di orario alle ore 13.00 nei due giorni di preapertura è sicuramente migliore rispetto ad un’unica giornata dall’alba al tramonto (perchè se non ricordo male è stato proprio questo il bivio davanti al quale si sono trovate le AAVV presenti in Consulta..

  2. scolopax perugia scrive:

    Mi scusi Sig. Daniel ma lei per caso è Daniel Tramontana che collabora o fa parte dell’Ufficio Avifauna della FIDC?

    Perchè se fosse positiva la sua risposta mi dovrebbe spiegare per la Fidc Umbria nel documento sul calendario venatorio portato in consulta aveva chiesto la Quaglia addirittura dall’11 di settembre e per l’1 e 7 settembre non parlava minimamente di mezze giornate…..

    A questo punto credo sia necessaria una puntualizzazione da parte di Fidc Umbria e soprattutto dal Vice Presidente Nazionale che è Presidente della 3 Commissione…

    • Daniel scrive:

      Dunque Scolopax, permettimi di darti del tu, il lei mi ha sempre messo in imbarazzo, soprattutto tra cacciatori…la risposta alla prima domanda è si, collaboro con L’Ufficio Avifauna FIDC in qualità di tecnico faunistico ma non soffermiamoci sui dettagli…per i restanti quesiti, come hai detto tu la Fidc Umbra aveva richiesto la preapertura l’11 settembre in quanto al pari della Tortora riteneva giusto cacciare la Quaglia il primo giorno utile della stagione (ovviamente nel rispetto del KC nazionale riferito alla stessa)e non aveva in nessun documento richiesto le due mezze giornate. Questo posso assicurartelo senza ombra di dubbio.

  3. Stefano Tacconi scrive:

    Dove ha letto le dichiarazioni della Cecchini in merito all’apertura della Quaglia Sig. Daniel?
    Il NO dell’Assessore è a prescindere e la proposta della Libera Caccia poneva limiti territoriali per il prelievo della Quaglia con l’ausilio del cane nel pieno rispetto dei KC, che ne consentono la cacciabilità dalla seconda decade di settembre…le hanno riferito le cose in modo superficiale!!!
    Nessun bivio in Consulta per la Libera Caccia sulle giornate di preapertura…1 e 7 settembre dalle 6,15 alle 19,30.
    Il bivio forse ha “confuso” altre Associazioni e non certo la nostra…anzi personalmente ho chiesto anche il 6 settembre e non me ne vergogno!!!
    La trattativa al ribasso non fa per noi…forse altri, che sono impegnati in campagna elettorale, devono fare il “compitino” e dire sempre SI!!!

  4. Daniel scrive:

    Lascia stare il <> Stefano,penso non ti offenderai se ci diamo del tu…
    Dunque nel precedente commento facevo riferimento al comunicato e precisamente a “Per stessa affermazione dell’Assessore nessuna delle proposte formulate in Consulta sono state prese in considerazione”; il mio commento si riferiva a queste parole e tutto sommato non mi sono sbagliato (sinceramente speravo il contrario) in quanto tutte le proposte delle AAVV (compresa FIDC) in merito all’inserimento della Quaglia in preapertura (sia essa stata l’11 o il 14)così come formulate sono state rigettate dall’Amministrazione regionale come era prevedibile immaginare, compresa la proposta ANLC (i limiti territoriali per il prelievo della Quaglia sono ad oggi insufficienti).
    Detto questo il bivio sul quale è stato chiesto di esprimersi alle AAVV c’è stato eccome, ma probabilmente avevi già abbandonato la Consulta…. Ovvero scegliere la soluzione migliore per i cacciatori tra un’unica giornata di preapertura dalle 6,15 alle 19,30 e due mezze giornate di preapertura dalle 6,15 alle 13,00.
    Penso che qualsiasi cacciatore opterebbe per la seconda soluzione….. :wink:

    • alessandro cannas scrive:

      Daniel x quale motivo la quaglia no.ha il kc che lo permette abbiamo pubblicazioni sullo stato di conservazione favorevoli come nidificanti soňou delá lipu e politiche agricole…per quale motivo scientifico si fanno due mezze giornate ?

      • Daniel scrive:

        Alessandro per chiarezza posto un mio precedente commento fatto a proposito delle proposte di ANLC sul calendario umbro:
        Daniel scrive:
        21 maggio 2014 alle 11:32
        Massi infatti il mio commento non era riferito al periodo in cui viene richiesta la preapertura, lo so anche io che utilizzando la decade di sovrapposizione si può arrivare alla data del 14 settembre (e anche prima volendo) e volendo ci sarebbero anche studi per L’Umbria che ne certificano lo stato di conservazione favorevole. Il problema è che l’Umbria non è la Puglia (sia per tipologia di territorio che per numero di cacciatori in rapporto allo stesso) e che la proposta del CAVU (ANLC compresa), così come presentata non verrà mai accettata dall’Amministrazione regionale…..ma magari mi sbaglio :mrgreen:

        Questo ovviamente è il mio pensiero e non quello della mia Associazione, ma purtroppo i fatti (vedi calendario preadottato) mi hanno dato ragione.
        Rispondendo alla tua seconda domanda, ovvero per quale motivo scientifico si fanno due mezze giornate, effettivamente non ci sono motivi (se non il parere Ispra nel quale si indicano non più di tre mezze giornate di preapertura), semplicemente L’Assessore Cecchini ha chiesto alle AAVV durante l’ultima Consulta di scegliere tra un’unica giornata di preapertura dalle 6,15 alle 19,30 e due mezze giornate di preapertura dalle 6,15 alle 13,00.
        Penso che qualsiasi cacciatore opterebbe per la seconda soluzione… :wink:

        • Giacomo scrive:

          Caro amico ci sono cacciatori come il sottoscritto che opterebbero dal 1 Settembre fino alla fine di Ottobre, visto che la quaglia scientificamente è in stato di conservazione favorevole. Mi pare che la si debba smettere di fare restrizioni nel momento in cui un selvatico non è in diminuzione. Allo stesso modo in Campania nelle ZPS hanno fatto cacciare la beccaccia dalle ore 7 alle 13 e chiusura al 31 Dicembre, siamo diventati lo zimbello di tutte le altre nazioni che se ne fregano e badano solo agli studi fatti sui migratori per fare i calendari venatori. :-? Salutiamo

        • alessandro cannas scrive:

          La richiesta di parere é stata impostata x tre mezze giornate ..se si..vi siete “piegati ”

          Sarebbe interessante leggere la richiesta che ha fatto la reg

        • alessandro cannas scrive:

          Sulla quaglia ne parlimamo lunedi con il tel non r
          iesco a scrivere

        • Alessandro Cannas. scrive:

          Il problema è che l’Umbria non è la Puglia (sia per tipologia di territorio che per numero di cacciatori in rapporto allo stesso)……E’ pericoloso dire una cosa del genere,se il rapporto cacciatori con il territorio e’ insufficiente per la quaglia lo e’ anche per altre tipologie di caccia,sarebbe allora consono chiudere la caccia.
          tortora(se non il parere Ispra nel quale si indicano non più di tre mezze giornate di preapertura)……………………..La richiesta di parere é stata impostata x tre mezze giornate ..se si..vi siete “piegati ”
          Sarebbe interessante leggere la richiesta che ha fatto la regione all’ispra, nel merito,visto che e’ un espediente amministrativo,quello di esser piu’ restrittivi di quanto indichi ispra,come”mezzo” per ottenere un parere positivo sulle tre mezze giornate,serve per accontentare animalisti vari,si evitano i ricorsi, ma con imposizione restrittiva immotivata. Se il comitato ha votato all’unanimita’ na cosa del genere…bah!

        • Stefano Tacconi scrive:

          Nessuna votazione sulle “mezze” preaperture è stata fatta in Consulta e l’Assessore è abituata tramite la stampa a spacciare per condivise scelte unilaterali.
          Qui qualcuno “bara”…le Associazioni che compongono il CAVU (tutte meno una) hanno condiviso la nostra linea su preapertura 1-7 settembre dalle 6,15 alle 19,30 e il 14 settembre come giornata aggiuntiva per la Quaglia con precisi limiti territoriali per il prelievo. I vertici di Federcaccia erano su posizioni analoghe (caro Daniel)per quanto riguarda la preapertura a “giornate piene”, con l’aggiunta dell’11 settembre per l’inizio del prelievo della Quaglia. Mi risulta che domani contesteranno anche loro il Calendario Venatorio a mezzo stampa…allora mi chiedo…chi è che gioca “sporco”?

  5. giannirm scrive:

    ma daiii i cacciatori italiani sono sempre più anziani ed allora hanno pensato bene di farli cacciare fino all’ora di pranzo, poi tutti coi piedi sotto al tavolo e il pomeriggio una pennichella rinfrancante…non vi stà mai bene niente. :mrgreen: :lol: :-D :) 8-O (:n)

  6. Daniel scrive:

    Alessandro, riguardo alla mia affermazione sulle modalità di preapertura alla Quaglia, sono fermamente convinto di quello che dico e le scelte dell’Amministrazione regionale (Purtroppo!!)mi hanno dato ragione. Se si vuole ottenere l’inserimento della Quaglia in preapertura bisogna cambiare completamente l’approccio gestionale alla stessa (ampiamente descritto nello speciale apertura di Diana che si troverà tra un pò in edicola,in ogni caso una proposta a tal riguardo l’avevo fatta nella penultima consulta). Inoltre io non conosco la richiesta che ha fatto la regione a Ispra, ma conosco i pareri che Ispra dà da qualche anno ad alcune regioni…. per quanto riguarda Stefano ribadisco come l’Assessore abbia chiesto in maniera esplicita a tutte le AAVV presenti (tranne ANLC che aveva già abbandonato la Consulta)di scegliere tra un’unica giornata di preapertura dalle 6,15 alle 19,30 e due mezze giornate di preapertura dalle 6,15 alle 13,00.
    Spero cmq di aver modo di parlarne a voce in qualche occasione…. :wink:

    • Alessandro Cannas. scrive:

      Daniel, di pareri che rilascia l’ispra alle regioni,sia del centro, che del sud, negli ultimi 4 anni, ne ho letti a Go’ Go’.Visto che faccio parte dell’ ufficio tecnico della Libera Caccia Nazionale.A meno di non essermi cotto la fronte al sole, o che non ci sia stata un “richiesta specifica, piu’ restrittiva, da parte della regione richiedente”..Non ho mai letto nulla del genere. e neanche la guida alla stesura dei calendari Ispra del 2010,da una indicazione del genere,ma indica max tre giornate da capanno.. Se voglio togliermi lo sfizio di leggere la richiesta Umbra,posso fare una richiesta d’accesso agli atti,cosi si chiarisce l’arcano delle mezze giornate che dici? Ma sensa nessuna polemica.
      Sulla quaglia,ok parliamone,leggero diana caccia…Dispostissimo.

      • Daniel scrive:

        Effettivamente Alessandro, negli ultimi 3-4 anni non si è più parlato di mezze giornate mentre fino alla stagione 2010-11 nei pareri si indicavano 4-5 mezze giornate di preapertura; (per esempio istruttoria 2010-11 Puglia fatta da Toso). Cmq con ciò non intendevo assolutamente dire che questa fosse la prassi; ma solo una possibile motivazione riconducibile alle scelte della/e regioni che quest’anno adotteranno queste limitazioni; per quanto riguarda una richiesta d’accesso agli atti potrebbe aiutarci a capire cosa spinge l’amministrazione ad adottare le due mezze giornate di preapertura “precauzionali”…perchè effettivamente questa misura non era nell’aria tantomeno è stata proposta da qualche AAVV. Se leggerai l’articolo sulla Quaglia mi farà estremamente piacere almeno mi dirai cosa ne pensi…. :wink:

Leave a Reply


8 + = 14

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.