Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Eps Campania sulla questione dei corvidi

| 16 maggio 2014 | 7 Comments

E’ di questa mattina la notizia.
Una pregevole iniziativa dell’EPS di Napoli a scopo faunistico – venatorio

Cornacchia GrigiaPur essendo specie cacciabili, l’interesse venatorio verso la Cornacchia grigia e la Gazza ladra, è del tutto trascurabile, la loro naturale diffidenza e la vicinanza alle aree precluse alla caccia, fa si che gli abbattimenti realizzati durante il periodo di caccia sono numericamente irrilevanti al fine di gestione delle specie, si rende necessario, attuare programmi di contenimento delle loro popolazioni. Nello spirito di collaborazione che ci ha sempre contraddistinti,
Si è pensato allora, di mettere in campo, una iniziativa a scopo faunistico venatorio, da presentare nei prossimi giorni all’attenzione dell’ATC di Napoli, con una bozza di regolamento da definire, ma che sulle linee generali dovrebbe coinvolgere l’intero territorio partenopeo, nonche lo splendito paesaggio rurale della penisola sorrentina. Lo scopo meramente faunistico – venatorio, di controllo dei corvidi, è anche in funzione di sensibilizzare l’opinione pubblica dei cittadini/cacciatori e le istituzioni preposte sui danni al nostro bellissimo paesaggio rurale da parte dei citati predatori.
L’ Eps da sempre sensibile al delicato rapporto esistente tra agricoltura e caccia, inteso anche come rapporto tra uomo, ambiente e territorio, espresso attraverso ogni forma di rispetto, amore ed attenzione per la natura, si è fatta promotrice della attività in argomento, in attesa di un intervento risolutivo della citata problematica e nel contempo comunica quanto segue:
- Da una indagine svolta , dai nostri cacciatori, è stato segnalato la presenza di numerosi uccelli predatori definiti come Corvidi (gazza e cornacchia grigia) e la quasi totale scomparsa di altri uccelli (fringuelli, cardellini e merli) che abitualmente popolavano il nostro territorio, peraltro senza procurare danni all’agricoltura;
- I Corvidi, sono animali problematici per due aspetti fondamentali, per la predazione dei nidi di altri uccelli e per i danni ad alcune produzioni agricole;
- Per meglio presentare la problematica illustrata ed al fine di consentire l’attivazione degli strumenti istituzionali previsti (controllo della popolazione, risarcimento del danno ecc.), è stato prevista, a conclusione della gara, l’organizzazione di un convegno nel quale saranno presentate le relazioni su quanto osservato in campo e le eventuali proposte da attuare.

In attesa che gli Enti preposti attivino un’indagine puntuale finalizzata alla stima delle conseguenze in termini di danno (agricoltura e ambiente) in seguito all’invasione di uccelli predatori sull’intero territorio provinciale e regionale, con la presente attività venatoria, si vuole sensibilizzare l’opinione pubblica e contribuire ad ampliare “la conoscenza” sul delicato equilibrio instauratosi tra gli “ uccelli predatori” ed il paesaggio partenopeo nonché di tutta la costiera sorrentina-amalfitana.

Si è pensato, in coordinamento con l’Ambito Territoriale di Caccia e con tutte le associazioni portatrici di interessi comuni, che ogni comune si dovrà dotare di una propria squadra di cacciatori, che nel rispetto del Calendario Venatorio vigente, attuerà l’iniziativa sul territorio provinciale;
La squadra comunale che avrà totalizzato il maggior punteggio, (secondo regolamento ancora da definire ed approvare) avrà assegnate coppie di lepri e fagiani, in numero ancora da stabilire, da immettere sul proprio territorio comunale, alla seconda e alla terza squadra classificata saranno conferiti rispettivamente fagiani da immettere sul proprio territorio comunale di pertinenza

La giornata di premiazione prescelta e le modalità saranno comunicate tempestivamente a tutte le squadre comunali. Per l’occasione sarà organizzato un Convegno a carattere provinciale e regionale sulla problematica e sull’esito della iniziativa.

 

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Campania, EPS

Comments (7)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giacomo scrive:

    Questo mi piace ed anche molto, sti predatori hanno rotto e continuano a rompere le scatole agli uccelletti !! Per cui una buona manutenzione quasi a zero sarebbe cosa buona e giusta. :wink: Salutiaaamo

  2. luigi da sorrento scrive:

    Giacomo, ma tu hai capito di che gara si tratta…?

    • Giacomo scrive:

      Luigi, da quello che ho letto, sembra che si voglia togliere dalla circolazione i corvidi nocivi agli altri uccelli e questo ci si sa !? Comunque tutto questo penso si farà con i soldi dell’ATC, visto che dicono che si devono mettere d’accordo per definire bene la cosa e che si regaleranno fagiani e lepri. Del resto non ho capito la citazione specifica della penisola Sorrentina, o forse non ho capito un ca… di niente ! :-D Se sei bene informato cortesemente dai un chiarimento ai lettori me compreso. :wink: Salutiamo

  3. Carmine Sanzari Coordinatore Provinciale SVI (BN) scrive:

    I corvidi? certamente è un problema ma non’è la priorità. Verrà rappresentato il problema all’ATC di Napoli? bene, ma non’è la priorità. Poi vi saranno dei premi? bene, meglio però i progetti di reintroduzione delle specie di pregio come la starna e non polli colorati. Voi dovete assumere per prima cosa una posizione chiara e di contrasto affinché lavoriate e battete il pugno sul tavolo per ridare dignità ai cacciatori specie dell’ATC di Napoli che non hanno lo spazio per esercitare di diritto la caccia nel proprio ATC, e allora, fate come il SVI che ha già prodotto formale diffida per indurre chi deputato, messaggio diretto anche alle AA.VV., affinchè si rientri nel limite del 30% facendo applicare la legge e, che l’ATC di Napoli così com’è, è una offesa per i cacciatori residenti. Visitare il link. http://www.sindacatovenatorioitaliano.com/?p=1021

  4. luigi da sorrento scrive:

    I comunicati dell’ EPS sono solitamente laconici….ma questa volta si sono superati………..voglio vedere se anche questa volta le AA.VV non parteciperanno, almeno dal punto di vista economico al conseguente ricorso che seguira’ la diffida da parte dello SVI……
    …..e questo ci si sa….

Leave a Reply


5 + = 6

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.