Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

La Svizzera e la gestione del lupo

| 15 maggio 2014 | 1 Comment

Lupo, via libera all’abbattimento più facile
Il Consiglio federale appoggia una soluzione per regolare la densità della popolazione di predatori

Lupo-lunaBERNA – Il Consiglio federale è disposto a rendere più facile l’abbattimento dei lupi in Svizzera per regolare la densità della popolazione di predatori. In una presa di posizione pubblicata oggi, il governo propone al parlamento di approvare la mozione del consigliere agli Stati grigionese del PPD Stefan Engler che chiede una revisione della legge federale sulla caccia (LCP).

Secondo il governo, un completamento dell’articolo 7 della LCP (“Specie protette”) è una “soluzione appropriata” per rendere possibile “la convivenza sostenibile di uomo, animali da reddito e lupo”, rimanendo “in sintonia” con la Convenzione di Berna per la conservazione della vita selvatica e dei suoi biotopi in Europa. Questa protegge il predatore ma ne autorizza l’abbattimento se c’è un interesse pubblico prioritario, sanitario o relativo alla sicurezza (art. 9).

La legge sulla caccia autorizza attualmente i Cantoni, previo consenso dell’Ufficio federale dell’ambiente, a sparare su animali protetti “se necessario per la protezione del biotopo o per la conservazione della diversità delle specie”. Secondo i criteri fissati dalla Confederazione nella sua Strategia Lupo, l’animale può essere abbattuto se ha ucciso entro un’”area adeguata”, per esempio una vallata, “almeno 35 animali da reddito nell’arco di quattro mesi consecutivi o almeno 25 animali da reddito nell’arco di un mese”.

Motivando la sua mozione, il “senatore” Engler rileva che nelle Alpi e nelle Prealpi svizzere stanno ora cominciando a formarsi branchi di lupi. A suo avviso ne consegue che “gli approcci finora adottati”, orientati principalmente alla protezione della specie e alla prevenzione dei danni causati da singoli predatori, “non sono più del tutto adeguati per risolvere conflitti futuri e regolare popolazioni di lupi“.

Secondo Engler, gli abbattimenti di lupi devono essere possibili in regioni dove “in futuro si aggireranno branchi (…) che, nonostante un ragionevole livello di protezione delle greggi, arrecheranno danni ad animali da reddito e metteranno a rischio la buona distribuzione della fauna selvatica, la sicurezza pubblica o ancora l’attività turistica”.

Il consigliere agli Stati grigionese ha nel suo mirino anche “quegli esemplari che osano avvicinarsi a greggi o pascoli di per sé sufficientemente protetti oppure che iniziano a perdere il loro tipico atteggiamento schivo nei confronti dell’uomo”.

Ats

http://www.tio.ch

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , ,

Category: Generale

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Ferdinando Ratti scrive:

    Nel canton Ticino, il Lupo e la Lince che preda animali da reddito,(Pecore, Capre,Mucche, ecc)fino ad un certo numero di predazioni, rimborsano gli agricoltori, superato tale numero autorizzano l’abbattimento che sia un Lupo, oppure una Lince. Inoltre nella legge cantonale sulla caccia, i gatti otre i 300 metri dalle abitazioni, vige l’abbattimento, idem per i cani vaganti, che i guardiacaccia non riescono a catturare. Se questo dovesse avvenire in Italia!, apriti cielo. La Svizzera anche se non ha aderito all’europa unita, ne fà parte. NON è che è un paese del terzo mondo, sono solo molto più realistici di noi, in merito alla gestione della fauna.Guardate che gli anticaccia esistono anche da loro, solo che i cacciatori contano ed hanno voce in capitolo. Vi faccio un esempio semplice, quando la caccia è aperta per quei giorni che si caccia, nel bosco possono entrare solo i cacciatori, il divieto vale per chiunque,(cercatori di funghi,escurzionisti,raccoglitori di frutti del sottobosco,ecc)devo dire solamente bravi Svizzeri.

Leave a Reply


9 + 2 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.