Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Toscana: ATC, si discute di bilanci e risorse

| 16 aprile 2014 | 5 Comments

A.T.C.: La confederazione cacciatori toscani discute di bilanci e risorse

CCTRisorse dovute per legge e per ora indisponibili, con grandi difficoltà a redigere i bilanci e soprattutto a far fronte agli impegni della gestione. Problemi ed emergenze connesse ai gravi ritardi con cui le Istituzioni assegnano e trasferiscono i fondi stabiliti dalla legge regionale. La Confederazione riunisce i componenti dei Comitati iscritti alle Associazioni aderenti per fare il punto, rivendicare il rispetto della legge e rilanciare l’iniziativa per salvaguardare ed estendere i risultati della gestione.
L’incontro organizzato dalla Confederazione Cacciatori Toscani il 14 aprile con i propri membri all’interno dei Comitati di gestione degli ATC si è rivelato una occasione di approfondimento di grande utilità, che ha consentito di mettere in fila le problematiche e puntualizzare le principali direzioni su cui sviluppare lavoro e iniziativa – sia da parte degli ATC che ad opera della Confederazione e delle Associazioni aderenti – fin dai prossimi giorni.
Un approfondimento indispensabile con chi quotidianamente si misura con bilanci e risorse (ristrette) e con le cose da fare per la gestione, tutto l’insieme di competenze che – dai miglioramenti ambientali ai ripopolamenti, dagli interventi di prevenzione ai risarcimenti dei danni alle produzioni agricole – gravano sugli Ambiti Territoriali di Caccia: approfondimento da cui è emersa forte la consapevolezza della necessità di avere in tempi brevi risposte dalle Istituzioni, a partire dalla Regione.
Il rischio, è stato sottolineato, è che vadano rapidamente ad indebolirsi e disgregarsi un quadro ed un sistema di gestione considerato per molti versi un modello; un pericolo reale connesso alla perdurante incertezza sulle risorse a disposizione.
“Risorse dovute”, è stato ripetutamente ricordato, attribuite in modo inequivoco dalla legge regionale che destina alle politiche in campo faunistico-venatorio l’intero introito delle tasse versate dai cacciatori e che assegna percentuali precise delle stesse agli ATC.
Risorse, lo hanno evidenziato gli interventi “tecnici” analizzando le vigenti normative, che il Bilancio 2014 della Regione Toscana quantifica ma che non arrivano sul territorio, creando un clima deleterio di incertezze che mette a dura prova la possibilità degli ATC di programmare e progettare.
Risorse, si è sottolineato, volte a governare la caccia, ma in tanta misura ad interessi generali della collettività, come appunto la tutela ed il ripristino ambientale, la cura di aree abbandonate, il mantenimento degli equilibri faunistici, la protezione delle colture agroforestali e la refusione dei danni, oggi di fatto totalmente a carico dei fondi della caccia nonostante la legge preveda che da quei fondi debba provenire “in parte” il risarcimento.
Al termine dell’incontro confermato e rilanciato l’impegno a tutto campo della Confederazione per ottenere dalle Istituzioni l’impegno preciso al rispetto delle norme e per dare soluzione definitiva ai problemi sul tappeto, con il preannuncio di ulteriori appuntamenti a stretto giro per una nuova verifica.

Firenze, 16 aprile 2014

Confederazione dei Cacciatori Toscani
(Federcaccia – Arcicaccia – ANUU)

 

Tags: , , , , , ,

Category: ANUU, Arcicaccia, Federcaccia, Toscana

Comments (5)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. ross scrive:

    o per un verso…
    o per un’altro…
    tutti vogliono soldi per le poltrone…
    a lavorare… nessuno….
    bravi cacciatori!

  2. Silvano (Toscano) scrive:

    se la nuova CCT difende i tecnici che prendono 40.000 euro all’anno che lavorano negli atc è proprio nata male e finirà peggio………
    tanti grandi discorsi e alla fine nulla……….ma loro continuano a prendere lo stipendio…..speriamo per poco ancora

  3. stefano scrive:

    La nuova CCT non è altro che un altro carrozzone per mantenere gli stipendi !

    • Pietro Pirredda da Arzachena (Sardegna) scrive:

      Concordo ed aggiungo che gli ATC in Italia non dovrebbero esistere. La gestionr si fa senza ATC/poltrone 

  4. giovanni roberto bagnolesi scrive:

     NESSUNO VUOLE CAPIRE CHE HANNO TENTATO DI CREARE UNA NJOVA UNAVI PER SPARTIRSI STIPENDI E POLTRONE. MI DISPIACE CHE IL C.P.A. NE FACCIA PARTE IN QUANTO CONFLUITO IN ANUU MIGRATORISTI E SE NON PRENDERA’ UNA DECISIONE IN MERITO POTREBBE RISCHIARE DI PERDERE QUALCHE ISCRITTO IN QUANTO DA MOLTI NON E’ BEN VISTA LA CONFLUENZA DELL’ANUU IN QUESTA NUOVA CONGREGA. SICCOME IL C.P.A NE FA PARTE IN QUANTO CONFLUITO IN QUESTA ASSOCIAZIONE DOVREBBE CHIEDERE CHIARIMENTI IN PROPOSITO IN QUANTO A MIO PARERE VENGONO A MANCARE CERTI PRESUPPOSTI PER CONTINUARE A STARE INSIEME.
     
    “MICCIATORI CONTINUARE A MANTENERE LA DICITURA ,
     
    CCIATORI CONTIB
     
     
     
     
     
     
     

Leave a Reply


8 + = 15

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.