Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Il prontacaccia dequalifica la caccia

| 16 aprile 2014 | 3 Comments

Il prontacaccia dequalifica la caccia. L’Arci Caccia di Alessandria incontra i cacciatori

INVITO AL CONFRONTO

ArcicacciaVista la scarsissima quantità di lepri e fagiani catturati nelle ZRC ed immessi sul territorio di caccia programmata, considerata l’incognita sulla resa delle lepri acquistate da paesi esteri, dato ormai per certo che i nostri quattro ATC acquisteranno sul mercato fagiani di allevamento da lanciare a luglio-agosto o addirittura a caccia aperta – degradando così l’attività venatoria – come ARCI Caccia organizziamo incontri con tutti i cacciatori (a qualunque Associazione appartengano) per discutere di questa grave situazione e per raccogliere idee e proposte nuove e più efficaci, al fine di imboccare strade diverse per ripopolare il nostro territorio e ridare valore e significato all’attività venatoria.

Il pronta-caccia dequalifica la caccia, ma non è una strada obbligata; dobbiamo percorrere altre vie.

Per questo vogliamo discutere con i cacciatori, per ascoltare le loro opinioni e proposte, per dire loro quello che propone l’ARCI Caccia, per raccogliere la disponibilità ad operare per migliorare la qualità e la quantità faunistica.

Vogliamo parlare della crisi delle ZRC, del perché si è determinata e sul come rilanciarle ridisegnando la loro dislocazione sul territorio, migliorando e/o cambiandone la gestione, affermando in modo totale una gestione chiara e trasparente sul catturato e sulla destinazione della fauna, con bilanci da rendere pubblici e quindi conoscibili da tutti i cacciatori.

C’è bisogno di una svolta, e questa la possono produrre i cacciatori, chiamando gli ATC e la Provincia a manifestare una nuova volontà ed una nuova operatività.

Gli appuntamenti saranno sempre alle ore 21.00 nelle seguenti date:

Lunedì 28 aprile – Tortona, presso circolo Caccia e Natura (Arci), v. G. Galilei n. 7
Martedì 29 aprile – Montechiaro d’Acqui, presso sede Polisportiva, piazza Fornace
Lunedì 5 maggio – Alessandria, presso sede ARCI Caccia, p.zza Torriani n. 21
Mercoledì 7 maggio – Novi Ligure, presso circolo Ilva, c.so Piave 2

Intervenite, non restiamo in silenzio a lamentarci, parliamone assieme, questi argomenti riguardano tutti.

http://www.arcicaccia.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , ,

Category: Arcicaccia, Incontri/Dibattiti, Piemonte

Comments (3)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Ferdnando Ratti scrive:

    Sono pienamente d’accordo che i fagiani pronta caccia, dequalificano oltre che la caccia anche i cacciatori. Da noi a Como nei 2 ATC, Canturino e Olgiatese  e Lecco nel Meratese, i cacciatori li vedi in sezione solo per sapere il posto e le date del lancio dei fagiani pronta caccia; ho visto personalmente una lite dove i due presidenti comunali non sono venuti alle mani perchè divisi da altri cacciatori presenti, il motivo della lite?, era che ad una sezione comunale erano stati assegnati 5 fagiani pronta caccia in più delle sezione vicina(da tener presente che cacciavano sullo stesso territorio comunale). Se la rinnovo qust’anno sono 51 licenze, da anni sostengo che se la caccia futura deve essere quella del fagiano liberato al Venerdi sera per essere abbattuto il Sabato. diventa una povera caccia,un cordiale saluto

  2. Pietro Pirredda da Arzachena (Sardegna) scrive:

    Basta modificare in modo restrittivo la legge nazionale e Regionale. si è visto infatti che i ripopolamenti pronta caccia dovevano rimanere solo alle Aziende agrituristico venatorie. suggerirei di portare a massimo 5 giornate annuali la caccia alla nobile stanziale. solo così si vedrà un incremento naturale e nel caso da abbinarsi da animali catturati in ZRC . 

    • Springer scrive:

      Il problema e’ un po’ piu’ complesso e parte da riqualificare il territorio adattandolo alle necessita’ della stanziale….all’utilizzo di riproduttori selvatici …all’immissione di selvaggina di cattura da ZRC in loco….a una caccia conservativa basata sull’effettiva presenza di questi sul territorio. Se manca solo una di queste premesse , cacciarli solo 5 giornate a stagione ( almeno qua a Nord dove agricoltura intensiva e urbanizzazione la fanno da padrone ) serve a poco… :wink:

Leave a Reply


7 + = 10

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.