Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Regione Campania in pol position..

| 11 aprile 2014 | 14 Comments

Regione Campania in pol position……….

epsL’esercizio dell’attività venatoria oltre che nei modi è disciplinato per periodi ben precisi che escludono fasi critiche per le popolazioni selvatiche quali la riproduzione e lo svezzamento della prole L’attuale normativa prevede la possibilità di effettuare la caccia dalla terza domenica di settembre al 31 gennaio. Le Regioni sentito il parere degli organi dello Stato, possono autorizzare attività di pre-apertura e pre-chiusura per alcune specie. Tali azioni vengono intraprese in funzione delle situazioni ambientali del territorio e delle tradizioni locali.

Tutti le azioni di modifica alle disposizioni della 157/92 realizzabili anche di anno in anno vengono espletate in uno specifico atto amministrativo regionale che prende il nome di calendario venatorio nel quale vengono definite le quantità dei carnieri e i periodi di caccia. Ed è in questo contesto che si sono svolti i lavori del Comitato Tecnico Faunistico Venatorio Regionale nella seduta dell’8 aprile u.s. Più che soddisfacente l’impianto generale della bozza di calendario venatorio per la stagione 2014-2015 presentata dai rinnovati uffici preposti dell’Assessorato Regionale all’agricoltura foreste caccia e pesca. In sintonia con le norme nazionali, le direttive europee e i documenti tecnici dell’Ispra, sono intervenute le proposte e i suggerimenti delle associazioni regionali Arci Caccia, Federcaccia, Libera caccia, Wwf, Lipu, Cai, Fare Verde ed Eps Ente Produttori Selvaggina, inoltre dalla provincia di Avellino.

Le modifiche temporali di apertura e chiusura di alcune specie prevederanno il prelievo venatorio per la tortora (1/4/7 settembre) per la gazza e la ghiandaia (1/4/7/13/14 settembre), per la quaglia (13 e 17 settembre), per la cornacchia grigia e il colombaccio (dal 1 ottobre al 9 febbraio, dopo il 30 gennaio solo da appostamento fisso) solo questi alcuni dei punti salienti.

Il percorso e l’iter amministrativo è appena iniziato/avviato, continuerà nei prossimi giorni per dare, finalmente certezza di diritto a tutti i cacciatori campani………

Ufficio Stampa Eps Campania

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , ,

Category: Campania

Comments (14)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Carmine Sanzari Coordinatore Provinciale SVI (BN) scrive:

    Egr. EPS, la bozza di calendario venatorio su citata andrebbe resa pubblica, poiché quella “emessa sul web” con il simbolo della regione, non contempla la caccia per esempio in pre-apertura della quaglia. Attendiamo il documento ufficiale non solo slogan, grazie anticipatamente per il dovere di pubblica divulgazione.    

  2. Giacomo scrive:

    Il percorso e l’iter amministrativo è appena iniziato/avviato, continuerà nei prossimi giorni per dare, finalmente certezza di diritto a tutti i cacciatori campani………
    —————————————————————————————-
    Certezza di diritto su cosa ? Forse certezza di riavere il territorio che ci è stato tolto ? Ma di questo ne avete parlato o fate orecchi da MERCANTE….   :-?    Salutiaaamo

  3. matra scrive:

    colombaccio e cornacchia appostamento fisso?Ma scherzate?Ignoranti cacica da appostamento non appostamento fisso,ma quando andrete a studiare!

  4. Eps scrive:

    Non basta leggere sul web una bozza col simbolo della regione, per esser certi che sia quella giusta. Detto questo, la bozza in quanto bozza, non ha il simbolo della regione….. Comunque, il percorso e l’iter amministrativo è stato avviato.
    Nei prossimi giorni, dal sito ufficiale della Regione Campania, sarà resa di evidenza pubblica, la proposta di calendario venatorio per la stagione 2014-2015. (quella ufficiale) Le Associazioni Venatorie che fanno parte del CTFVR, hanno dato il loro contributo di sindacato venatorio di categoria per cui sono chiamate ad operare ai sensi della legge 157/92.  
    Al resto, provvederanno gli organi preposti e l’Assessorato di competenza a far rispettare le norme nazionali, regionali, nonché le direttive europee di settore. 
    Abbiamo tutti assieme fatto un importante passo in avanti, per la passione venatoria e nell’interesse generale di tutti i cittadini cacciatori campani.
     
     

  5. dino scrive:

    Ci auguriamo che la solita insalata mista produca qualcosa, anche se manca di olio e sale. Iniziare da un calendario venatorio, ottimizzarlo per legge e dando la certezza ai cacciatori di non vivere in una continua ansia di ritardi e sospensioni, già può essere un buon passo. Il problema però è che non ci crede nessuno… troppi pastrocchi, troppo assenti sui temi cruciali che attanagliano il mondo venatorio… la mancanza di territorio e la salvaguardia della natura dall invasione dell eolico sugli ultimi crinali aperti all esercizio venatorio. Ricordo che nel 1993 ci caddero addosso una miriade di parchi e ricordo benissimo che non fu dato alcun contributo dalle Associazioni Venatorie, come le definisce Lei:” sindacato venatorio di categoria”. Si poteva fare tanto con la concertazione prevista peraltro dalla legge che istituita i parchi, ma non fu mosso un dito. Amico caro… io personalmente vi conosco benissimo e negli anni ho potuto constatare in che stato avete ridotto la caccia… se dovessi dire qualcosa adesso da cacciatore. .. direi sicuramente:” andate a cagare”.

  6. Faiella Diomede scrive:

    CONCORDO PIENAMENTE SU QUANTO SCRIVE  ” DINO ” LA PENSO COME LUI. LA COSA PIU’ IMPORTANTE E’ QUELLA DI LIBERARE IL TERRITORIO SOTTRATTOCI ,MA VEDO CHE DI QUESTO PROBLEMA,NON NE PARLA NESSUNO,SOLO IL S. V. I . HA INTRAPRESO QUESTA INIZIATIVA IMPORTANTISSIMA.E SPERIAMO VADA A BUON FINE.MA LE ASS/ Venatorie,CHE C…O FANNO  ????? W W W SEMPRE LA C A C C I A………..

  7. Amici della Caccia scrive:

    Ragazzi ma non vi siete accorti che la bozza postata sul web è datata primo aprile!!!!!!! ah ah ah
    Grazie alle proposte dell’Arcicaccia, della Federcaccia e dell’ANUU, nella proposta di calendario venatorio per la stagione 2014 2015 importanti novità per la caccia al cinghiale……… Almeno a Salerno si potrà respirare la passione venatoria con un patema in meno…….. Salutiamo……….

  8. luigi scrive:

    Se non sbaglio c’era avviato un altro iter legislativo cioè quello della riorganizzazione delle aree protette, è importante redigere un calendario venatorio nei tempi che la legge prevede e quindi quest’anno per la prima volta la regione sembra rispettare i tempi, ma cosa molto più urgente e importante è il territorio ovvero i Parchi, così come detto da alcuni colleghi sopra bisogna riorganizzare i Parchi, tutti i Parchi della regione devono essere rivisti e si devono creare in essi aree di accesso per i cacciatori, mi permetto di proporre inoltre che tali aree devono alternarsi periodicamente in modo tale che non si creino santuari dove la natura è lasciata a se stessa in quanto si è visto che laddove non interviene l’uomo e nel caso specifico i cacciatori le specie opportuniste prendono il sopravvento sulla fauna di pregio: la natura deve essere vissuta non imbalsamata e tra coloro i quali rientrano nel viverla ci devono essere anche i cacciatori e non solo i turisti!!! Mi sono spiegato?

  9. luigi melfi scrive:

    Sbaglio o all’appello mancano tre consorelle!

  10. matra scrive:

    Meno male che mancano,perchè in quei 2-3 punti elencati nell’articolo ci sono 3 errori imbarazzanti.Quando eps mi dice poi se ne occuperà la regione vuol dire che tu eps non hai i  mezzi e le conoscenze per non fare errori,non è più accettabile che le associazioni venatori e anche i sindacati non sappiano come si redige un calendario venatorio eppoi vengono a fare le lezioni,è imbarazzante meditate associazione,medita S.V.I.
    Non si possono fare articoli pieni di errori e prendersene pure il merito,iniziate a prendervene il demerito e chiedete scusa per l’ennesima figura barbina,dico solo che il colombaccio e cornacchia non vanno in appostamento fisso,ma in appostamento,per il resto meglio non dica nulla!

  11. Amici della Caccia scrive:

    quando il gatto non ci arriva al lardo, dice che sa di rancido……..ah ah ah

  12. matra scrive:

    Caro “amici della caccia”.In questa bozza ci sono almeno 3 errori per sospendere la preapertura,altro che volpe e stupidagini varie,frutto di ignoranza di cui sietre stracolmi.Studiate eppoi aprite bocca.

  13. Vito scrive:

    Perchè la caccia agli opportunisti (volpe – gazza e cornacchia) non si fa come in tante regioni italiane? Sarebbe più opportuno iniziare a stilare dei veri e propri piani di abbattimento per queste specie con maggiori finestre temporali durante tutto l’anno.
    Se non si arriva a questa conclusione tutti gli sforzi degli ATC (e sono stati fatti perchè ho verificato con mano) di ripopolamento vengono vanificati !!!

Leave a Reply


4 + = 8

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.