Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Ma i dipendenti dell’azienda Brambilla, chi li adotta?

| 3 aprile 2014 | 8 Comments

BrambillaMa i dipendenti dell’azienda Brambilla, chi li adotta?

Tra pochi giorni, i lavoratori delle Trafilerie Brambilla di Calolziocorte, azienda di proprietà del padre dell’ex ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla, necessiteranno di essere “adottati” ben più dei cani e gatti dell’alfiera dell’animalismo.
L’azienda, infatti, ha chiesto la procedura di concordato preventivo dallo scorso novembre, ma nessun compratore ha finalizzato un’offerta per salvare l’azienda e il tempo sta per scadere.
I 73 dipendenti sono pronti a bloccare la statale Lecco-Bergamo se non si troverà una soluzione alla crisi che ha travolto l’azienda.

http://www.armietiro.it

Tags: , ,

Category: Curiosità

Comments (8)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. begallo scrive:

    Con tutto il rispetto che porto a queste persone , che sfortunatamente si trovano in una situazione poco invidiabile, mi sento di dire : forza Dudù……..te possino……… :cry:

  2. Peter scrive:

    Ma che succede? Zio Silvio non interviene adesso? Altro che animali e animalisti. Si mettono fuori i poveri cristi e loro famiglie e questi pensano agli animali e al loro benessere. Evidentemente le bestie godono di più rispetto.

  3. Ferdinando Ratti scrive:

    Purtoppo posso solo dare la tutta mia solidarietà ai dipendenti che perdono il posto di lavoro.Questa è la politica industriale fatta dallo zio Silvio!!!, invece per la Bramby interessa di più dare da mangiare ai cani, che alle famigle dei suoi dipendenti

  4. patrizio scrive:

    L’ importante per i fan di dudù è adottare gli animali, poi per il resto chi se ne frega, che tristezza. oww

  5. marco scrive:

    Ma queste notizie invece di scriverle solo sui nostri siti non sarebbe il caso di metterle sui quotidiani nazionali e sui telegiornali? (:-p) (:-p) (:-p) (:-p) (dw) (dw) (dw)

  6. peppol@ scrive:

    anche quelli di green hill han perso il posto

    • begallo scrive:

      peppol@  ciao, hai ragione, però gli animalisti da strapazzo che hanno fatto chiudere Green Hill hanno dichiarato che le persone che ci lavoravano dovevano perdere il posto in quanto non si può fare un lavoro del genere…..poi bisogna dire che è colpa di qualche dipendente “furbo “che ha fatto vari filmati dell’interno della Ditta e li ha passati al SOMARO  amico degli animali Edo……e così ha fatto perdere il posto anche ai suoi colleghi…..

  7. Ferdinando Ratti scrive:

    Purtoppo questa è la coerenza degli animalisti, (vi racconto un episodio accadutomi alcuni anni fà, in una riunione del direttivo del mio ATC, per tutta la sera una rappresentante animalista aveva attacato i cacciatori, alla fine della riunione parlando con il presidente della commissione, questa chedeva se non si potevano uccidere i piccioni che le sporcavano il suo balcone”letterelmente ha detto scagazzavano”).Per quanto riguarda la rossa lei personalmente, del futuro dei suoi dipendenti se ne frega altamente; i suoi compaesani mormorano che abbia venduto il castello di Rossino, frazione di Calolziocorte(LC) proprietà di famiglia; e deve avere preso una barca di soldi !!!, assicurandosi così per lei un futuro sereno, un pò meno per i suoi dipendenti. 

Leave a Reply


2 + = 10

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.