Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

61a ASSEMBLEA GENERALE CIC

| 2 aprile 2014 | 0 Comments

61a ASSEMBLEA GENERALE CIC
Lotta senza quartiere al grave bracconaggio in Africa. A rischio elefanti e rinoceronti. Danni ingentissimi alla fauna e alla flora.

cic_logoIl CIC terrà la sua 61a Assemblea Generale a Milano dal 23 al 26 aprile 2014 e avrà per tema principale il traffico illegale di specie selvatiche e la lotta contro il grave bracconaggio che si sta verificando in questi ultimi anni, soprattutto in Africa, in particolare su elefanti e rinoceronti ma anche su altre specie.

Anche la Commissione Europea ha ritenuto di intervenire con un recente comunicato indirizzato al Consiglio e al Parlamento Europeo in cui, in una dettagliata relazione, si evidenzia la gravità del momento e l’urgente necessità di intervenire efficacemente.

Nel 2013 sono stati abbattuti illegalmente 1.000 rinoceronti (contro 13 nel 2012). Nel 2012 gli elefanti abbattuti sono stati 22.000 con un sequestro di 40 tonnellate di avorio. Il numero di tigri nel mondo sono passate da 100.000 un secolo fa a meno di 3.500 esemplari.

L’incremento del traffico di specie selvatiche è ascrivibile – secondo il documento ufficiale UE – soprattutto a una domanda elevata proveniente dall’Asia, all’indigenza, a una governance debole, all’instabilità e a situazioni di crisi in cui versano le principali regioni di origine. Inoltre, la situazione è aggravata da lacune nell’applicazione delle normative e da sanzioni non abbastanza elevate per fungere da deterrente.

Traffico illegale

Il traffico di specie selvatiche – si legge ancora nel documento europeo – costituisce una grave minaccia per la biodiversità e lo sviluppo sostenibile. Specie di importanza emblematica come gli elefanti, i rinoceronti, le grandi scimmie, le tigri e gli squali sono particolarmente colpite da tale traffico, che può metter a repentaglio la sopravvivenza di alcune di queste specie nel loro ambiente naturale.

Il bracconaggio di elefanti e rinoceronti di recente ha raggiunto un picco storico che sta compromettendo il ripopolamento registrato negli ultimi tre decenni.

L’UE rimane uno dei principali mercati di destinazione dei prodotti di specie selvatiche di origine illegale, con una domanda particolarmente elevata per specie dai prezzi elevati sul mercato nero. Nel contempo i principali porti e aeroporti rappresentano importanti punti di transito di tali attività illegali, in particolare tra l’Africa e l’Asia. Ogni anno nell’UE si effettuano circa 2.500 sequestri di prodotti di specie selvatiche. Alcune specie rare di uccelli, coralli, pesci e tartarughe sono anche esportati da Stati membri dell’UE verso altri Paesi dell’Unione o verso Paesi terzi.

Criminalità organizzata

Secondo Europol il fenomeno dei gruppi della criminalità organizzata nel traffico di specie selvatiche nell’UE è in crescita, sostenuto dalla prospettiva di elevati guadagni a fronte di un rischio contenuto di essere individuati e di sanzioni limitate.

A tal proposito – e se ne parlerà diffusamente durante la specifica sessione della prima giornata della 61a A.G. del CIC per tutto il pomeriggio di giovedì 24 aprile – bisognerà coordinare gli sforzi per la lotta alla criminalità organizzata che sta assumendo un ruolo sempre più importante nel traffico di specie selvatiche. L’UE ha introdotto diversi meccanismi orizzontali per contrastare questo tipo di criminalità in generale, ad esempio le decisioni quadro contro la criminalità organizzata e sulla confisca di beni, strumenti e proventi di reato. In via di principio questi meccanismi forniscono strumenti utili nella lotta contro il traffico organizzato di specie selvatiche.

Le indagini sui flussi di denaro illegali associati alla criminalità organizzata, ad esempio tramite il riciclaggio di denaro e l’evasione fiscale, svolgono un ruolo importante nella lotta contro il traffico organizzato di specie selvatiche. La direttiva 2005/60/CE stabilisce misure preventive, in particolare ponendo obblighi di due diligence agli enti finanziari al fine di individuare transazioni finanziarie sospette. L’elaborazione di linee guida specifiche sul significato del concetto di due diligence nel contesto dei reati in materia ambientale potrebbe aiutare a individuare i reati legati al riciclaggio di denaro in questo specifico contesto.

61a Assemblea Generale

Alla 61a A.G. si parlerà anche di molto altro, con un variegato programma su cultura, arte, prelievo sostenibile, biodiversità, giovani e donne, agro-alimentare e, perché no, arricchito dalle bellezze storiche e naturali che Milano e la Lombardia possono offrire. Parteciperanno 60 relatori di alto livello per oltre 400 partecipanti in rappresentanza di ben 40 Stati membri presenti all’ONU, ove il CIC siede con voto consultivo.

Milano per quattro giorni diverrà un centro mondiale di attenzione e di studio, quale momento qualificante anche in prospettiva di EXPO 2015.

31 marzo 2014

CIC Italia

 

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Category: Generale

Leave a Reply


8 + = 15

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.