Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Caccia: Piemonte, cambiano le regole

| 22 marzo 2014 | 2 Comments

cacciatore tramontoCaccia: Piemonte, cambiano le regole
Parere positivo dalla Commissione Ambiente Consiglio regionale

(ANSA) – TORINO, 21 MAR – In Piemonte cambieranno le regole per la gestione faunistica delle aree protette. La Commissione Ambiente del Consiglio regionale ha dato infatti oggi il suo parere positivo sul nuovo regolamento messo a punto dalla Giunta Cota.

“È stato dato parere positivo a larga maggioranza su un importante regolamento – riferisce il presidente della V Commissione, Massimiliano Motta – che ha lo scopo di riequilibrare la presenza delle varie specie, con particolare riguardo per quelle autoctone”.

“Abbiamo cercato di trovare il giusto equilibrio – ha affermato nella sua illustrazione in Commissione l’assessore ai Parchi, Gian Luca Vignale – per garantire catture, prelievi e ripopolamenti in base alle esigenze delle diverse specie.
Basti pensare che solo al Parco La Mandria sono stati catturati lo scorso anno con gabbie ben 781 cinghiali.
Il nuovo regolamento – ha spiegato – tiene conto delle esigenze legate alle ricadute economiche che la Regione deve garantire per i danni causati dalla fauna nelle aree protette”. (ANSA).

http://www.ansa.it

Tags: , , ,

Category: Piemonte

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Springer scrive:

    Basti pensare che solo al Parco La Mandria sono stati catturati lo scorso anno con gabbie ben 781 cinghiali.
    ___________________________________________________________
    Chissa’ quanti cacciatori avrebbero pagato per poter cacciarne uno…. Entrate supplementari per il Parco e non solo spese aggiuntive e impiego di personale che sarebbe stato impiegato diversamente. Lo fanno in moltissimi Parchi nel Mondo….in Italia invece no….  :(

    • fabio guidi scrive:

      Massimo,
      pensa che in S.Rossore dove c’erano migliaia di daini in surplus, per evitare di venderli ai cacciatori , hanno prelevato qualcosa come 2000 animali, vendendoli agli spagnoli
      per una miseria.
      Gli spagnoli poi hanno rivenduto la cattura di questi anmali ai cacciatori italiani,
      chiaramente facendoci un bel guadagno.
      Se non e’ assurdo questo………

Leave a Reply


8 + 2 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.