Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Bruzzone: Massimo impegno per difendere la caccia

| 21 marzo 2014 | 5 Comments

Francesco BruzzoneLiguria – Tutto esaurito per Francesco Bruzzone ad Albenga. Una sala conferenze dell’Ortofrutticola gremita, ieri sera, ha accolto il cacciatore e Consigliere Regionale, ad Albenga per l’iniziativa da lui organizzata e promossa dal titolo “Come andremo a caccia la prossima stagione?“.
Un incontro pubblico al quale si sono presentate oltre duecento persone provenienti da Albenga e da tutto il comprensorio ingauno, al quale erano altresì presenti anche l’Assessore Provinciale Roberto Sasso del Verme, il Consigliere Comunale di Ortovero Andrea Delfino, nonché il Segretario Provinciale della Lega Nord (nonché ex Assessore alla Caccia) Paolo Ripamonti e l’ex Sindaco di Albenga Rosy Guarnieri (“Io la chiamo Sindaco, perché per me il Sindaco è ancora lei”, ha affermato Bruzzone a inizio serata).

Tra gli argomenti trattati nel corso dell’incontro, la questione del calendario venatorio per la prossima stagione (“Non possiamo permettere che si ripeta la vergogna dello scorso anno, dove per colpa dei ricorsi – poi rivelatisi strumentali – abbiamo perso il periodo migliore della caccia”), l’iter del piano faunistico venatorio provinciale, in fase di approvazione in Provincia di Savona e in altri territori, la modifica della legge regionale sulla caccia (“Il calendario venatorio deve essere approvato da legge regionale, come si faceva un tempo. È una battaglia che sto portando avanti”), e la caccia in deroga.
Particolare attenzione, da parte del Consigliere Regionale, è stata dedicata alle differenze normative che sussistono tra paesi europei, in materia: “Per noi, se Ventimiglia è in Italia, la vicina Mentone è in Australia, non in Francia, perché i due paesi, anche se confinanti, distano anni luce in fatto di legge sulla caccia. Sarebbe questa l’Europa unita? Se è così, l’Europa è una pagliacciata”.

Non sono mancati gli spunti e gli interventi da parte dei tanti partecipanti, che hanno voluto approfondire nel dettaglio diversi aspetti dell’attività venatoria. In più di un’occasione, l’intervento di Francesco Bruzzone è stato interrotto dagli applausi.
“La serata di Albenga è stata un successo, tante le idee e le proposte emerse nel corso dell’incontro, c’e molto ancora il lavoro da fare. A tutti i presenti, che ringrazio per aver partecipato, ho garantito il mio costante e massimo impegno per difendere la nostra passione, a tutti i livelli, da chi vuole fermare la caccia, e da questa Europa che, anziché migliorare le cose, le peggiora solamente”, ha commentato il Consigliere Regionale.

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , ,

Category: Liguria

Comments (5)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giacomo scrive:

    Caro Bruzzone, con tutto il rispetto per il tuo impegno io credo che per adesso sia più importante pensare alla legge 394/91 sui parchi, che stanno discutendo e fra pochi giorni sarà anche votata per l’approvazione definitiva. Io credo che se proprio si vuole il bene della caccia e non si vuole bene a se stessi  è bene fare una cosa alla volta e farla bene. Per discutere di calendari c’è ancora tempo. Cosa state facendo per questo ? Stanno partecipando alla discussione della 394 alla camera i tuoi colleghi di partito a Roma ? Abbiamo bisogno che le aree contigue ai parchi devono considerarsi come ATC dove possono cacciare TUTTI i residenti della provincia non solamente i residenti del parco e delle stesse aree contigue,  chiaro il concetto ? Per adesso questa è l’acqua che bolle in pentola, cerchiamo di metterci le mani senza scottarsi di nuovo, se volete essere premiati.   :(   Salutiamo

  2. luigi scrive:

    Io invece aggiungo che oltre alle aree contigue deve essere rivista tutta la normativa dei Parchi in modo che essi siano considerati come in tutti i Paesi aree in cui a caccia ci si va.

  3. pierinol scrive:

    Giacomo, forse volevi dire TUTTI i residenti della regione , spero che sia così, saluti :?: :?: :?: :oops: :oops:

  4. Giacomo scrive:

    Caro Pierino dipendesse da me andrebbero bene anche tutti i residenti in Italia. Ma se un domani l’entrata nelle aree contigue di Salerno parco Cilento dovrebbe essere permessa in base al numero massimo di ammissione rilevabile dal sito CampaniaCaccia, allora credo che prima spetterebbe  ai residenti della provincia e poi gli esterni. Se non sbaglio la legge attuale questo detta.  :wink:   :-D   Salutiamo

  5. Giovanni Roberto Bagnolesi scrive:

    Le leggi sulle aree contigue così come quelle sulle zone cacciabili sono puramente razziste. Esiste la libera circolazione del cittadino? Ebbene la caccia deve riappropriarsi dei diritti negati con l’entrata in vigore della 157. Liberi di andare a caccia in tutto il territorio nazionale con il solo pagamento della quota regionale togliendo il carrozzone degli atc che serve solo a garantire stipendi e gtettoni ai soliti noti.

Leave a Reply


+ 3 = 12

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.