Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Arcicaccia Umbria: Cinghiale, anche con la Girata

| 21 marzo 2014 | 5 Comments

Arci Caccia Umbria. Per la caccia al cinghiale inserire la girata e rimuovere inutili esclusività

ArcicacciaCaccia al cinghiale? Braccata, singolo ma anche girata. E’ quest’ultima la proposta più significative tra quelle inviate da Emanuele Bennati, presidente dell’Arci Caccia dell’Umbria al Servizio Politiche faunistiche e servizi imprese della Regione Umbria che ha intrapreso la strada della modifica del regolamento di caccia al cinghiale.

Dettagliata da parte dell’Arci Caccia Umbra la proposta della girata: dalla definizione di un registro dei gruppi presso ciascun Atc alle modalità e ai periodi di iscrizione (15 aprile/30 maggio), dalla definizione del numero minimo e massimo per ciascun gruppo (da tre a sei cacciatori con possibilità di ospitare due cacciatori purché abilitati e nel rispetto del tetto massimo) al contributo economico stabilito dall’Atc, dalla scelta del comprensorio alle distanze di attività tra i diversi gruppi, dall’utilizzo di un solo cane limiere all’ampiezza massima di tre ettari (tabellata) nella quale svolgere la girata e nei giorni previsti dal calendario venatorio, dalle norme di sicurezza (giacche alta visibilità, tabelle e distintivi, utilizzo radio) all’esclusività di iscrizione ad un solo gruppo.

Le proposte dell’Arci Caccia intervengono anche sulla caccia al cinghiale effettuata in forma individuale. In questo caso per l’Arci Caccia dell’Umbria può essere effettuata solo all’aspetto, con canna rigata munita di ottica di puntamento ed esclusivamente nel territorio a caccia programmata non settorializzato. Misure particolare sono previste per l’utilizzo dell’arco.

L’Arci Caccia dell’Umbria ha richiesto la possibilità che gli Atc possano avere un margine di flessibilità rispetto alla perentorietà del numero minino di partecipanti (venti) ai gruppi della caccia in braccata poiché la diminuzione del numero dei cacciatori ed il conseguente calo degli interventi in braccata potrebbe determinare problematiche di carattere gestionale. Di contro l’accorpamento di due o più squadre determinerebbe un notevole aumento di terreno assegnato penalizzando di fatto la gestione. L’Arci Caccia ha avanzato pure una rimodulazione dei punteggi da assegnare alle squadre che operano in braccata tali da evidenziare la qualità degli interventi anche ai fini di una valorizzazione nell’assegnazione di gruppi di settori.

Infine per l’Arci Caccia dell’Umbria appare eccessivamente limitante la previsione del calendario venatorio che prevede l’esclusività nella giornata venatoria per la caccia al cinghiale con particolare riferimento alla caccia in forma singola che come tutti sanno è da considerarsi “caccia crepuscolare”.

http://www.arcicaccia.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , ,

Category: Arcicaccia, Cinghiale, Umbria

Comments (5)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. tortoioli claudio scrive:

    Sempre schierati  in difesa di ogni forma di caccia, ma la sicurezza non può mai venire meno.
    Siamo certi che certe pratiche garantiscano sicurezza per chi le esercita e tutti coloro che praticano  boschi e campagne?
    Associazione venatoria ambientale NATA LIBERA PERUGIA
     

  2. Giacomo scrive:

    La caccia al cinghiale deve essere permessa anche al singolo cacciatore ! Se il sto a caccia di beccacce ed ho la fortuna di imbattermi in un cinghiale devo avere la possibilità di ammazzarlo senza problemi e senza trasgredire la legge. Le salsicce di cinghiale spettono a tutti i cacciatori !    :-?    Salutiaaamo

  3. jagher1 scrive:

    @giacomo… quello in umbria lo pui fare…. quello che chiede arci è qualcosina un pò più pericoloso a mio avviso……

  4. franc scrive:

    La caccia al cinghiale a singolo, a meno che non si sia certi al 100 per mille di incontrare esclusivamente cinghiali < a 30 Kg., è sempre da evitare, sia per i pericoli in cui potremmo incorrere noi sia per gli incidenti che potremmo arrecare agli altri.

  5. Bartoccini Mario scrive:

    Che mai avvenga questo misfatto!
    Nella logica che “TROPPA LIBERTA’ FA L’UOMO LADRO”!
    Come dire, insomma, che l’ARCI CACCIA seguita ad andare là … dove si coglie e non dove si lavora!
    Le squadre cinghialisti sono realtà anche di grande valore sociale. Non sfugga all’Arci! Semmai … sollecitiamo loro nel contenere la presenza della volpe!
    Quindi: squadre cinghialisti nei settori, nelle Zone di Ripopolamento, negli istituti privati, nei parchi, nelle oasi. Singolo cacciatore: libertà di prelievo del cinghiale.
    Cordialità.  

Leave a Reply


6 + 2 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.