Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Un progetto europeo per la tutela del cervo sardo

| 18 marzo 2014 | 4 Comments

CervoIspra partecipa a progetto Ue per la tutela del cervo sardo

Roma, 18 mar. – (Adnkronos) – Un progetto europeo per la tutela del cervo sardo, una specie rarissima e protetta, che prevede la creazione di nuove aree di popolamento tra Sardegna e Corsica.
Si chiama ”One deer two islands”, fa parte del programma Life + Nature ed è entrato nel vivo lo scorso 21 febbraio, con la liberazione di un gruppo di 15 cervi all’interno dell’areale del “Supramonte ogliastrino”; una giornata storica, che ha segnato il ritorno del cervo in un’area della Sardegna da cui mancava sin dai primi del ’900.
Il progetto è finanziato dall’Unione Europea e vede il partenariato dell’ente Foreste della Sardegna, della Provincia del Medio Campidano (capofila), della Provincia dell’Ogliastra, dell’Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e del Parc Naturel Regional de Corse (Parcu di Corsica).
L’Ispra sta realizzando sull’argomento un documentario; sono già disponibili 3 video che mostrano le attività di cattura, misura e liberazione dei rari esemplari. Gli animali sono stati catturati in tele-anestesia e identificati mediante marche auricolari. Su ogni individuo sono stati fatti prelievi di sangue, necessari alle analisi sanitarie; 6 sono stati dotati di radio collari Gps.
La sottospecie sardo-corsa (Cervus elaphus corsicanus) del cervo europeo, che costituisce il più grande mammifero selvatico di Sardegna e Corsica, era scomparsa dall’area dell’Ogliastra nei primi del ’900.
Il progetto consentirà la reintroduzione della specie in aree della Provincia ogliastrina, il ripopolamento di tre aree Sic della Corsica e contribuirà alla sua salvaguardia a livello globale.

http://www.sassarinotizie.com

Tags: , , ,

Category: Cervo, Sardegna

Comments (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Pietro Pirredda - Arzachena (Sardegna) scrive:

    Il cervo in Sardegna sta più che bene, dimostrazione ne sia il numero in costante aumento (oggi circa 7000) che ha di recente portato l’ISPRA ad asserire che tale specie può essere oggetto di gestione attraverso la caccia di selezione (vedi pag. 14 punto 3 della Guida.
    Quanto dico è constatabile sul sito istituzionale ISPRA digitando:
    Linee guida per la gestione degli Ungulati. Cervidi e Bovidi
     
    Il documento aggiornato al 2013 è scaricabile in formato elettronico.
     

  2. Giacomo scrive:

    Mi sa che hanno trovato il sistema per chiudere altre aree alla caccia ! 
    :-?   Salutiamo

    • alessandro federighi scrive:

      Bravo Giacomino,sei un ragazzo sveglio,l”ho sempre sostenuto :-D :-D …………………dove c”è progetto “LIFE”,c”è aria di DIVIETI………….la storia ci insegna,,,,,,,,,,,,vedi progetto life gallina prataiola…………..vedi aree PANTOM x orso da voi……………………………………..Pietro ha detto bene che il cervo sardo sta benissimo,ma se nn cambia la 157/92 che gli dà uno status di protezione  come x lupo e aquila,nn si abbatte niente,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,neanche se enreranno in citta al galoppo in mezzo ai semafori,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,allora continua il sant”arrangiati ita(g)liano a risolvere i problemi (e il cervo ne dà),a discapito di tutti,sopratutto x la specie!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :( :( saluti

  3. Pietro Pirredda da Arzachena (Sardegna) scrive:

    Ne ho già parlato in un precedente articolo che parlava proprio della liberazione di questi cervi nel supramonte. È un modo per obbligare ad accettare un parco e……si stanno informando sulla ricetta per come cucinare il cervo…. 

Leave a Reply


+ 9 = 12

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.