Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Umbria: Ciofini, e’ tempo di fare chiarezza su questione ATC

| 12 marzo 2014 | 1 Comment

Ciofini: “E’ tempo di fare chiarezza sulla questione Atc”

Perugia – “E’ in atto una vera e propria campagna diffamatoria nei miei confronti in vista del rinnovo degli organismi della Federcaccia del 15 e 16 Marzo prossimi. Questa situazione è inaccettabile, perchè sono una persona seria ed onesta, che non può più accettare le falsità e le strumentalizzazioni contro la sua persona”.
Ora vengono addirittura distribuiti volantini che riportano la notizia delle indagini della procura regionale della Corte dei Conti dove notizie, che riguardano un altro Atc ( e risalgono al giugno 2013), e non certamente l’Atc1 di cui Ciofini era presidente, vengono targate Perugia.
“L’inchiesta a cui fa riferimento la stampa e che ripeto, non riguarda l’Atc1, coinvolge 47 consiglieri dell’ambito territoriale di caccia (anche di mandati precedenti) oltre al suo presidente. Nelle carte della Corte dei Conti sono indicate anche le cifre che ognuno di loro dovrà restituire se riconosciuto il danno erariale. Mi chiedo dunque, perchè non si è detto quale fosse l’Atc indagato, dando così una informazione parziale e distorta che ha creato confusione nell’opinione pubblica e nell’ambiente venatorio con un conseguente danno alla mia persona”.
C’è poi un altro aspetto da chiarire e che riguarda le indennità di fine mandato, per i presidenti Atc, di cui sulla stampa odierna si è occupata l’assessore Fernanda Cecchini.
“La delibera di giunta 1649 del 2009 stabilisce che i presidenti Atc vanno paragonati, nel trattamento economico, ai sindaci dei comuni fino a 5000 abitanti, facendo riferimento al decreto del Ministero dell’Interno del 4 aprile del 2000 n.119”.
Ecco se si va a vedere quel decreto all’art10 cita testualmente: “A fine mandato, l’indennità è integrata con una somma pari ad una indennità mensile spettante per 12 mesi di mandato”. Questa cifra per Quartilio Ciofini è ammontata a poco più di 7 mila euro. Che, come a tutti noto, ha restituito in data 10 gennaio, e è stato l’unico a farlo, in attesa di capire se gli spettassero veramente o no.
“A tale proposito però – conclude Ciofini – va ricordato all’assessore Cecchini che abbiamo prodotto 4 diversi pareri legali, di altrettanti e noti studi, oltre al parere del collegio dei revisori dei conti dell’Atc3 (ternano orvietano), che asseriscono senza ombra di dubbio che questa indennità in realtà ci spetta. Mi atterrò comunque, alla decisione dell’autorità competente”.

Quartilio Ciofini

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Umbria

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Bartoccini Mario scrive:

    I Soci del Club Cacciatori “Le Torri”:
    al 95% contribuenti dell’ATC Perugia n. 1
    (E’ BENE RICORDARE CHE è ASSOCIAZIONE PRIVATA DI DIRITTO PUBBLICO) …
    ININTERROTTAMENTE DAL 2000 CHIEDONO DI CONOSCERE ATTRAVERSO PUBBLICA ASSEMBLEA
    RESOCONTO DEI BILANCI ANNUALI DELLO STESSO  ATC!!!!!!!!
    IL SIGNOR CIOFINI – ORA EX PRESIDENTE – NON HA MAI RISPOSTO ALLE NOSTRE LEGITTIME RICHIESTE!!!!
    HA INVECE RISPOSTO CON DENUNCE NEI CONFRONTI DI
    BARTOCCINI MARIO (Portavoce ed ex Presidente del Club) NEL VANO TENTATIVO DI IMPORRE IL SILENZIO!!
    LE NOSTRE RICHIESTE SI BASAVANO SULLA DEMOCRATICITA’ DIMOSTRATA DAL PRIMO PRESIDENTE ATC PERUGIA N. 1 – SIGNOR SELVI – CHE:
    FECE PUNTUALENTE ASSEMBLEE PUBBLICHE DEI SOCI ATC A
    GUBBIO – CITTA’ DI CASTELLO – UMBERTIDE – CASTIGLION DEL LAGO – S. SISTO …
    ESPONENDO NEL DETTAGLIO IL BILANCIO ATC!!!
    Il signor Ciofini ha amministrato l’ATC Perugia n. 1 e la Zona Ripopolamento e Cattura Castel del Piano, 
    COME FOSSE PROPRIETA’ PRIVATA!!! E FORSE ANCHE LA STESSA FIDC (con il tacito consenso del signor Massimo Buconi vice presidente nazionale FIDC; con il tacito consenso del signor Franco Granocchia, dal 2009 DELEGATO PROVINCIALE ALLA CACCIA – socio del Club e quindi ben informato delle problematiche ATC sin dal 2005).
    Nella ZRC Castel del Piano?
    Altane per l’abbattimento dei cinghiali; gabbie per la cattura dei cinghialotti (dopo aver abbattuto la “madre”); stabulazione dei cinghialotti senza saperne più niente; catture riservate soltanto agli invitati (dopo di lui … addio “salsicciate” offerte dal Club); animali da ripopolamento consegnati quasi privatamente; tabelle delle stesse ZRC portate lungo le strade pubbliche per ostacolare il prelievo venatorio.
    COME SEMPRE IL SIGNOR QUARTILIO CIOFINI
    NON DICE LA VERITA’!!!!  
    TENTA ANCORA UNA VOLTA D’IMPORRE IL SILENZIO?????

Leave a Reply


5 + 3 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.