Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

ATC Perugia 1: Nuovo statuto e linee programmatiche

| 12 marzo 2014 | 2 Comments

Neopresidente Igor Cruciani: iniziate azioni dirilancio e per razionalizzazione delle risorse
COMITATO GESTIONE AMBITO TERRITORIALE DICACCIA PERUGIA 1, PRIME ATTIVITÀ
Approvato nuovo statuto, cinque commissioni permanenti e dettate linee programmatiche

cacciatore tramonto(Avi News) – Perugia, 12 mar. – “Con l’insediamento del comitato di gestione dell’Ambito territoriale di caccia di Perugia 1, caratterizzato, nostro malgrado, da vicende di cronaca legate all’ex presidente, è iniziata un’intensa attività per rilanciare il territorio di competenza, ormai incapace di rispondere alle esigenze sia del mondo venatorio che di quello agricolo e ambientalista”.
Così si è espresso dopo il rinnovo delle cariche, presidente del nuovo comitato, l’agronomo Igor Cruciani. “Priorità condivisa da tutti i componenti – ha aggiunto Cruciani – è il potenziamento dell’attività informativa, imperniata su confronto e trasparenza, con lo scopo di rendere partecipi, non solo i dirigenti, ma anche e soprattutto i cacciatori del territorio.
L’obiettivo è rendere l’Atc Perugia 1 esempio virtuoso di gestione dell’attività venatoria, puntando su qualità e razionalità nell’uso delle risorse”. Il comitato ha approvato il nuovo statuto “rendendolo rispondente – ha commentato Cruciani – alle mutate esigenze del mondo esterno”.
Tra le novità, l’obbligo della trasparenza e l’attivazione di cinque commissioni permanenti: agricoltura, cervidi e bovidi, zona ripopolamento e cattura (Zrc) e selvaggina, habitat naturali e sviluppo della cultura ambientale e gestione specie cinghiale. I coordinatori delle commissioni sono invitati permanenti ai lavori dell’ufficio di presidenza, costituito, oltre che dal presidente, rappresentante di Confagricoltura Umbria, da esponenti delle associazioni venatorie: Carlo Pippi per Federcaccia, Giampaolo Zandrini per Arcicaccia e Mario Rubeca per Enalcaccia.
Il comitato ha quindi dettato le nuove linee programmatiche. “Per la selvaggina stanziale – ha spiegato Cruciani – punteremo al ripopolamento del territorio a caccia programmata utilizzando solo animali di cattura provenienti dalle nostre Zrc, condizione essenziale per ristabilire la presenza della selvaggina autoctona. Al contrario, i ripopolamenti del recente passato sono stati effettuati principalmente con animali acquistati da allevatori e importatori, azione anacronistica e infruttuosa i cui sterili risultati sono sotto gli occhi di tutti”.
“In questi primi mesi di lavoro – ha aggiunto Cruciani – abbiamo completato il piano di ripopolamento della specie lepre, liquidato i contributi previsti dal bando per interventi in agricoltura, approvato nuovi distretti per la caccia di selezione, risarcito il 100 per cento dei danni da fauna selvatica del 2013 e avviato i censimenti dei corvidi. Nei prossimi giorni, sarà inoltre completato il piano di ripopolamento della specie fagiano, starna e pernice”.
“Intenzione del comitato – ha aggiunto Cruciani –, anche alla luce del recente comunicato stampa dell’assessore alla caccia della Regione Umbria, Fernanda Cecchini, in merito al ‘congelamento’ della riforma degli Atc, è quella di promuovere incontri sul territorio per far conoscere le nostre nuove iniziative e rendere partecipi i cacciatori”.
“In merito ai fatti relativi all’indennità di fine mandato, erogata in favore del passato vertice dell’Atc – ha concluso Cruciani –, recentemente oggetto di espressa interrogazione in giunta regionale e di numerosi articoli apparsi sulla stampa locale, ribadendo la volontà di improntare le attività dell’Atc alla più stretta legalità, si comunica che si è dato definitivamente corso alla deliberazione del Comitato, assunta nella seduta del 10 gennaio 2014, trasmettendo gli atti all’autorità giudiziaria competente al fine di fare al più presto chiarezza e di tutelare nel contempo l’immagine dell’Atc”.

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Umbria

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. MIRCO scrive:

    Finalmente aria nuova e stimolante per la caccia, nello spirito della trasparenza, lealtà e competenza.

  2. Bartoccini Mario scrive:

    In bocca al lupo!
    Finalmente sembra aver preso consistenza l’operazione “MELE MARCE”!
    E’ chiaro il nostro sostegno all’operazione “PIAZZA PULITA” …
    come deve essere chiaro che non chiederemo fagiani in cambio del silenzio!
    Signor Presidente ATC Perugia n. 1 … controlli bene il cesto delle mele, perché se dovesse restarne qualcuna, anche internamente marcia, rovinerà tutte le altre!
    Con la triste prospettiva già consolidata in passato, di aver speso tanto danaro per … UN PUGNO DI MOSCHE!
    Cordialità.     

Leave a Reply


+ 4 = 13

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.