Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Anlc: Atc 3 Ternano Orvietano tocca il fondo

| 12 marzo 2014 | 4 Comments

ANLC - UmbriaL’ATC 3 TERNANO ORVIETANO TOCCA IL “FONDO”.

Dopo le vicende che hanno coinvolto gli ex Presidenti degli ATC Perugia 1 e Perugia 2 in merito alle sostanziose indennità di fine mandato percepite (restituita dal solo ex Presidente di Perugia 1) e che hanno riempito le pagine dei quotidiani locali e dei portali venatori nazionali, ora è la volta del rinnovato (?) Comitato di Gestione dell’ATC 3 che, per decisione del neo Presidente nega alla nostra Associazione informazioni sull’eventuale pagamento all’ex Presidente del Comitato Ternano Orvietano della contestata indennità… ripetiamo e sottolineiamo al condizionale eventuale, per non essere chiamati noi in giudizio.
In data 11 febbraio u.s. la Libera Caccia, tramite il Presidente Provinciale di Terni, ha consegnato (Prot. n° 100 e 101) al Presidente dell’ATC 3 Ternano Orvietano e al Collegio dei Revisori dei conti una richiesta formale e garbata per sapere, come previsto e sancito dalla Legge sulla Trasparenza e da quella sull’Accesso agli Atti, se l’ex Presidente aveva usufruito di eventuale indennità di fine mandato (peraltro dichiarata illegittima dagli Uffici preposti della Regione Umbria), oltre a legittime e dovute informazioni sulla situazione patrimoniale 1 gennaio-31 dicembre 2013 dello stesso ATC, informazioni richieste e avute senza alcun problema dai neo Presidenti degli ATC Perugia 1 e Perugia 2.
In data 10 marzo c.a. il Presidente dell’ATC 3 ci risponde (testualmente) che “non può dare esito alla richiesta in quanto l’ATC non è un Ente Pubblico e pertanto non è soggetto alla Legge 241/90 sull’Accesso agli Atti” e che “qualora anche vi fosse soggetto, non potrebbero esservi date informazioni circa l’eventuale atto di cui chiedete conferma dell’esistenza, in quanto atto concernente la sfera privata di un soggetto e pertanto soggetto alla Privacy”.
Il Presidente forse dimentica che la Libera Caccia, oltre a far parte del Comitato di Gestione del suo ATC, non ha chiesto informazioni sulle tendenza politiche o sessuali dell’ex Presidente, sulla sua famiglia, sui suoi hobby, sui suoi spostamenti e quant’altro coperto giustamente dalla privacy, ma su Atti Amministrativi e su movimenti Finanziari coperti economicamente da fondi privati e PUBBLICI e pertanto sottoposti alle norme previste dalla Legge sulla Trasparenza.
La risposta del neo Presidente dell’ATC 3 si chiude con un monito alla nostra Associazione nel significarci (sempre testualmente) “che allegati alla Vostra richiesta avete prodotto documenti degli ATC n° 3 e n° 1, pertanto coperti da privacy e che a tale riguardo ci riserviamo ogni azione a nostra tutela”.
L’azione a tutela della Libera Caccia e a tutela degli interessi dei cacciatori la faremo prima NOI, è un dovere e una promessa, caro Presidente…e ci denunci anche per aver divulgato la sua risposta che poteva risparmiarsi.
Non si dimentichi che Lei, di nomina privata ma ratificata con un Atto di una pubblica Amministrazione, presiede un Ente Privato, ma sottoposto a controllo Pubblico…sembra un gioco di parole ma si informi!!!

Ufficio Stampa ANLC Umbria

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , ,

Category: ANLC, Umbria

Comments (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Antonio scrive:

    Complimenti per l’azione di chiarificazione che svolgete. Perchè non chiedete al Presidente dell’A.T.C. di produrvi i documenti o le leggi che sanciscono che gli A.T.C. sono SOLO un ente privato? 
    Tony g

  2. Giacomo scrive:

     Ma se l’ATC è un ente privato da chi è sostenuto ? Chi tira fuori i soldi per sostenerlo ? Una richiesta del genere dovrebbe essere fatta da chi sostiene l’ATC e se non sbaglio sono i soldi di tasse dei cacciatori che lo sostengono. Allora io mi domando e dico : poichè i cacciatori sostenitori del fardello sono rappresentati dalle varie associazioni, perchè negare a queste la trasparenza ? Boh !  :-?   Salutiamo
     
     

  3. segugio scrive:

    se non hanno nulla da nascondere producano gli atti richiesti!!

  4. Bartoccini Mario scrive:

    Credo sia giusto ricordare che gli ATC (Ambiti Territoriali di Caccia) sono:
    ASSOCIAZIONE PRIVATA DI DIRITTO PUBBLICO !!!!
    Pertanto i signori presidenti devono rispondere pubblicamente di tutto quanto concerne l’amministrazione e le scelte tecniche di ogni singolo ATC.
    Basta con le “teste montate” che tanti danni hanno procurato alla caccia in Umbria!
    Oltre 33milioni di €uro in tredici anni !!!  per un “pugno di mosche” !!!!
    Cordialità.

Leave a Reply


9 + 2 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.