Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Appostamenti: Notizie infondate, la normativa toscana ha fatto chiarezza

| 21 febbraio 2014 | 4 Comments

capanno_cacciaLegge regionale sulla caccia, Spinelli (Pd): “Notizie infondate, la normativa toscana ha fatto chiarezza”

“Quelle riportate da alcuni quotidiani e blog sono dichiarazioni allarmanti e infondate sulla legge regionale che disciplina gli appostamenti fissi di caccia (65/2013 che ha modificato il testo precedente). In poche parole, da quello che ho letto sembra che la Regione si sia accanita contro la caccia di appostamento.

Il sindaco di Massarosa, Franco Mungai, tra le altre cose, ha detto che si tratta di un ‘pasticcio legislativo di difficile e cavillosa interpretazione, e che l’attuale legge prevede che la realizzazione di capanni da caccia sia assoggettata alle stesse norme per le concessioni edilizie’. Ecco, vorrei spiegare che non è così.
A seguito della sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittime le norme del Veneto – è proprio grazie alla nostra legge che tutti gli appostamenti fissi del nostro territorio non sono finiti per essere soggetti ai permessi previsti per costruire qualsiasi altra struttura edilizia.
Infatti, la Toscana, con la legge 65/2013 ha risposto alle problematiche definendo le caratteristiche che gli appostamenti devono rispettare (art.6 bis – ovvero, ancorati al suolo senza opere di fondazione, immediatamente e facilmente rimovibili alla scadenza dell’autorizzazione, realizzati con materiale leggero o tipico della zona, privi di condizioni che ne consentono l’uso abitativo, che non causino modifiche permanenti ai luoghi…). Nessun pasticcio, quindi, e nessuna cavillosità normativa.
In realtà, abbiamo fatto chiarezza; la nostra è una legge che mette ordine alle regole e salvaguarda la maggioranza degli appostamenti esistenti. La normativa ovviamente interviene su quanto è di competenza della Regione, altri aspetti rimangono, invece, di competenza della Stato. Infine, voglio sottolineare come il Consiglio dei Ministri dopo aver impugnato la legge del Veneto ha ritenuto di non dover fare la stessa cosa con la normativa toscana; evidentemente giudicandola costituzionale e congrua”.

E’ quanto dichiara Marco Spinelli consigliere regionale Pd – in risposta alle dichiarazioni pubblicate sulla stampa riguardo la legge che disciplina la costruzione di appostamenti fissi di caccia.

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , ,

Category: Toscana

Comments (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Bekea scrive:

    —- La normativa ovviamente interviene su quanto è di competenza della Regione, altri aspetti rimangono, invece, di competenza della Stato——–Quello che Spinelli non dice, che la competenza dello Stato riguarda l’abuso paesaggistico di tutti quei capanni ubicati in zone con vincoli paesaggistico ambientale. La rogna stà tutta qui.

  2. beppe scrive:

    Bravo BEKEA hai capito l’inghippo, lo spinelli come bravo politico dice solo mezza verità, l’appostamenti sono a grande rischio, a giorni avremo dei chiarimenti. Noi dell’ANLC ci siamo preoccupati di inviare a tutti i SINDACI una lettera raccomandata per sapere come intendono procedere rispetto all’appostamenti fissi di caccia, siamo in attesa di una loro risposta

  3. massimiliano-colombaio senese scrive:

    Innanzitutto plaudo Mauro per la premura nel far pervenire ai sindaci “le proprie “intenzioni” sulla questione. Sicuramente più voci e più sinergie rappresentative giocheranno sempre a nostro favore. 
    Mi permetto Bekea,non l’ho fatto di là e me ne scuso,di portarti a conoscenza (ma sicuramente lo sai)che la Presidenza del Consiglio non ha impugnato la legge(COME HA FATTO IN VENETO),alla scadenza dei 90 giorni della pubblicazione sul BURT e quindi essa è da ritenersi a tutti gli effetti operativa.Così il senso civico vorrebbe…..Penso sia abbastanza rassicurante tutto ciò ..ma puole essere che mi sbagli ! Gli “scapaccioni” li ho presi e sicuramente nn avrò finito di prenderli perchè nella vita non si finisce mai di imparare.
    (logico che se si pensa che un ricorso o una denuncia non possa crear casini…bè dopo quello che è successo nelle altre regioni…..”del futuro non vi è certezza”..mai )
    Altresì,lo STUDIO LEGALE CHITI del PROF.AVV.Mario P.Chiti (FIRENZE)in data 29 genanio 2014 ha emesso dettagliatamente punto per punto,un formato PDF con su sopra la sua POSITIVA valutazione legale sulla legge in questione.Se vuoi posso allegartela.
    In provincia SI ,e Mauro questo lo sà meglio di me,stanno procedendo ai rinnovi annuali e alla registrazione delle richieste di nuova locazione senza particolari premure e/o timori……..
    Torno a ripetere che il mio auspicio è che sia davvero una legge “a prova di bomba”,ma nn per chissà che cosa…nn per attribuire onori e meriti a qualcuno in particolare(l’obbiettività nn mi manca e nn ho paraocchi)..solo ed esclusivamente per il bene di tutti i passionisti della caccia da appostamento fisso.
    Buon sabato a tutti………

  4. poiana scrive:

    il consigliere regionale Spinelli sarebbe bene che non si ocupasse piu di caccia onde evitare figuracce e mettere a rischio tutto il mondo venatorio

Leave a Reply


1 + = 2

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.