Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Lipu: no all’Eolico, fa strage di uccelli

| 17 febbraio 2014 | 21 Comments

La Lipu: «Stop incentivi per l’Eolico: le pale fanno strage di uccelli»

Gli impianti eolici stanno facendo «strage di biodiversità uccidendo rapaci e cicogne, oltre a compromettere ampie porzioni di territorio e di paesaggio italiano».

Lo afferma la Lipu, che chiede lo stop agli incentivi di settore dopo l’ennesimo incidente che ha visto coinvolto un raro esemplare di nibbio reale presso l’impianto eolico di Bisaccia (Avellino).

L’impatto contro le pale eoliche, fa sapere l’associazione, ha tranciato gran parte dell’ala del rapace, che ora è a rischio eutanasia.

«Lo sviluppo del settore eolico è avvenuto con modalità distorte che hanno causato scempi di territorio e danni alla natura, dalla Puglia al Molise, dalla Campania e dalla Basilicata fino alla Calabria e alle isole, dichiara Claudio Celada, direttore Conservazione natura della Lipu, che sottolinea come gli impianti andassero »realizzati solo in aree già degradate e lontano dalle rotte migratorie e dalle zone di forte presenza degli uccelli».

Per il presidente della Lipu, Fulvio Mamone Capria, «occorre cambiare subito le regole, fermando come primo passo le aste 2014 e i loro lucrosi incentivi di durata ventennale che finiranno per ricoprire ulteriori pezzi d’Italia di inutili pale eoliche, dirottando responsabilmente queste risorse verso efficienza, risparmio e trasporti pubblici».

http://www.ilmattino.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Category: Campania, Curiosità, Lipu

Comments (21)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Renzo scrive:

    ora esce la LIPU… è da mò che i cacciatori lo dicono . Per favore ! 

  2. Renzo scrive:

    ora esce la LIPU… è da mò che i cacciatori lo dicono . Per favore ! 

    • Roberto scrive:

      Ma come , fino a ieri erano favorevoli all’energia alternativa ,insieme a tutte le altre associazioni animalare , ora si accorgono che non va bene  :?

  3. fedeli massimo scrive:

    Ma vààààààààààààààààààà? (:-p)
     

  4. emilio scrive:

    Finalmente la LIPU accoglie le proposte dei cacciatori.
    Che sia un primo passo…..?

  5. Bartoccini Mario scrive:

    Ancora una volta si accorgono degli scempi autentici quando è ormai troppo tardi!
    Le pale eoliche sono sorte in conseguenza della complicità ideologica ed economica di alcune associazioni “ambientaliste”/anticaccia! Qualcuno parla di complicità mafiose!
    Escluse naturalmente le associazioni “presenti”!
    Un dato sconcertante è certo: compromettono irreversibilmente la qualità del paesaggio! oltre che il danno faunistico.
    Ricordo, in ogni modo, che il Club “Le Torri” ha dato il suo contributo – sempre ad alta voce – per fermare l’avanzamento scellerato di questa autentica speculazione fine a se stessa.
    Così come ha lottato contro il fotovoltaico impiantato sui terreni agrosilvopastorali; contro le recinzioni chilometriche (autentici latifondi anticaccia); contro la privatizzazione delle strade vicinali; contro la istituzione di AFV; contro la scellerata autorizzazione a cacciare la selvaggina migratoria nelle AFV (la Legge Reg. dell’Umbria n. 14/94 vietava tale furto a danno di tutti i cacciatori … poi modificata per volontà politico/clientelare; contro l’inquinamento di fiumi e torrenti; contro le discariche ed il traffico di rifiuti (in alternativa chiede differenziata e termovalorizzatori con teleriscaldamento); contro le industrie che provocano cancro; contro la ZRC gestite alla stregua di riserve private (alcune hanno altane per corrotti, corruttori ed amministratori balordi); contro gli ATC che acquistano selvaggina da ripopolamento immatura per la riproduzione ( … e vola … vola … la mazzetta … ??).
    La LIPU? … una opposizione fa … cento ne pensa!
    Cordialità.      
      

  6. franc scrive:

    E pensare che tante di queste associazioni hanno dato parere favorevole all’installazione di queste pale che producono ‘energia pulita’.

  7. Giacomo scrive:

    Finalmente si è capito a chi presentare il conto ! A Salerno l’eolico è stato piazzato proprio sui territori di passo, in quanto questi sono punti in cui spira più facilmente il vento. Lascio immaginare quello che succede durante il passaggio dei migratori, la denuncia fatta dalla lipu secondo me è veritiera. Io ho sempre pensato che l’energia elettrica poteva/può essere ricavata dalle centrali idroelettriche anche di piccole dimensioni così come le pale eoliche, insediandole sulle sponde dei fiumi. E’ chiaro che i fiumi in Italia non mancano e sono di una estensione tale da poter ricavare tutta l’energia che ci serve se non anche qualcosa in più, basta volerlo. :wink:   Salutiaaamo     

    • faganeo scrive:

      Giacomo, le “Palle Eoliche” sono uno scempio all’ambiente indipendentemente esse siano collocate,come è uno scempio  le immense distese di pannelli solari collocati su campi agricoli e non invece su tetti di immobili pubblici e privati.Poi per l’energia che producono sono addirittura irrilevanti in rapporto al fabbisogno/costi sostenuti di gestione e prodotto erogato.

  8. Giovanni59 scrive:

    Ecco, mi mancava un NO anche all’eolico, dopo trivellazioni, rigassificatori, condotte, carbone e nucleare… :evil:

  9. giannirm scrive:

    Hooooooo Se ne sono accortiiiiiiiiiiii anche lorooooo!!!! Prima hanno impiastrato mezza Italia di torri, ora piangono a morto, però fanno vedere solo gli uccelli impallinati non fanno vedere quelli decapitati dalle ventole, a sto punto credo che gli uccelli morti provengano sempre solo da lì….basta una fucilata ad un cadavere ed è trovato il colpevole. :wink:

  10. laser scrive:

    Ho letto lo studio effettuato da un docente americano della universita’ della California ( il nome non lo ricordo, leggere beccacce che passione di gennaio o dicembre per conferma) il quale ha censito in 400.000 solo fra i pipistrelli, i capi abbattuti in un anno in California.
    Detto cio,credo, presumo, che anche se in questo caso la LIPU la pensa come noi,  non vuol dire che nei nostri confronti cambiera’ qualche cosa.
    Saluti

  11. Peter scrive:

    Anvedi questi; che per puro caso se so svegliati? Se si, hanno un ritardo di qualche decennio rispetto a noi.

  12. eraldo martelli scrive:

    Ho sempre avuto dubbi sul fatto che queste pale possano essere una sorta di tritatutto per tutti gli uccelli. mi piacerebbe conoscere l’esito di qualche studio serio sull’argomento per verificare l’entità del fenomeno e l’eventuale  incidenza percentuale sulla mortalità delle specie. Senza questi dati mi sembra di assistere all’ennesima leggenda metropolitana come quando in ogni parte del nostro paese si era diffusa l’immotivata paura delle onde elettromagnetiche.
    Certo belle non sono belle ma a forza di dire no a tutto (eolico, fotovoltaico, nucleare, carbone, biomasse…..) siamo il paese che ha il costo più alto dell’energia che acquistiamo da altri paesi europei che le producono con i sistemi che noi non vogliamo.  

    • giannirm scrive:

      In Italia escono a galla solo “i misfatti venatori” mai quelli ambientalisti, basta aprire i web sulla voce “danni da pale eoliche”, conoscere l’inglese e si capisce quanto è vasto il fenomeno. Ci sono perfino filmati di aquile ed avvoltoi abbattuti in diretta da una pala, queste girano ininterrottamente 365gg l’anno, pensa al flusso continuo di migratori durante il passo sia diurno che notturno, inoltre queste torri sono quasi sempre dislocate o vicino al mare o sui crinali, molti dei quali sono valichi, che hai inibito “giustamente” alla caccia per ovvi motivi, ma hai aperto a questi mostri incessati, con tutte le modifiche sul territorio, vedi strade di accesso agli impianti. Non è così che si risolve il problema energetico in Italia.

    • Francesco P. scrive:

      La mortalità dovuta alle pale eoliche è molto bassa. Ne muoiono percentualmente di più per via di tralicci, palazzi etc.
       
      Dobbiamo solo stare attenti a dove vengono realizzati gli impianti. Svezia e Germania producono più energia rispetto a noi. (siamo terzi in EU)
       
      Cacciatore  :wink:

  13. Bartoccini Mario scrive:

    Caro Eraldo, ti ricordo un vecchio detto perugino “non confondere il cu@@ con le quarant’ore”!
    Se mai tu avessi perso tempo ad ascoltare il “vociare” del passo migratorio notturno, ti saresti accorto che il transito si affila per la maggior parte sospinto dal vento!
    E siccome le specie migratorie non hanno “radar” – vedi i chirotteri – le conclusioni sono facilmente esplicabili.  Altro che “leggenda metropolitana”! 
    Cordialità.

  14. aaa scrive:

    …che poi tolti gli incentivi i costi di produzione dell’energia eolica sono superiori ai ricavi…però con gli incentivi (dei contribuenti) l’operazione è in utile sicuro per alcuni

  15. giuseppe scrive:

    si vede che alla lipu non convengono + prendere questi incentivi,di sicuro rivolgeranno le loro cazzate verso qualche altra forma di biodiversita’ ma che portera’ + soldini,ma credete veramente che tengano alla salute dei selvatici?

  16. roberto scrive:

    in verità la lipu è sempre stata contro questi orrori, tra i pochi ambientalisti. Rombe le balle ai cacciatori ma anche all’eolico

Leave a Reply


9 + = 13

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.