Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Troppi bisonti nel parco di Yellowstone

| 13 febbraio 2014 | 1 Comment

Troppi bisonti nel parco di Yellowstone. Gli indiani: “Lasciateci libertà di caccia”
Polemiche sul destino degli animali: i ranger intendono eliminarli per poi distribuire la carne alle tribù locali, gli ambientalisti insorgono e gli indiani preferirebbero che fossero lasciati liberi, per poi consentire ai cacciatori di ucciderli, come avveniva nella tradizione.

BisonteI bisonti del parco di Yellowstone rischiano una carneficina, se si avventureranno verso il vicino Montana in cerca di cibo. I ranger potrebbero essere costretti ad eliminarne fra 300 e 600, per distribuire poi la carne alle tribù indiane locali.

Yellowstone è una specie di paradiso per questi animali simbolo del Far West, perché all’interno del parco naturalmente è vietata la caccia. I bisonti però non sanno di vivere in una riserva, e non conoscono i suoi confini. Si comportano in base alla loro natura, e se hanno fame si spostano dove pensano di trovare più cibo. Così spesso sconfinano, finendo nelle proprietà degli agricoltori e allevatori del vicino Montana. Quando queste migrazioni diventano troppo frequenti e consistenti, rovinando i campi, gli abitanti delle regioni vicine si lamentano e chiedono alle autorità di intervenire.

In base ai calcoli più recenti, la scorsa estate a Yellowstone c’erano circa 4.600 bisonti, che rappresentano quasi il picco raggiunto nel 2005, quando erano arrivati a 5.000 unità. Gli animali sono divisi in due grandi gruppi, uno di 3.200 elementi che vivono nella parte settentrionale del parco, e uno di 1.400 che stanno invece in quella centrale. In base agli accordi con il confinante stato del Montana, però, la popolazione nel parco dovrebbe sempre essere contenuta fra 3.000 e 3.500 bisonti. Al momento il numero è nettamente superiore, e se nelle prossime settimane le migrazioni aumenteranno, i ranger saranno chiamati ad intervenire. Tra 300 e 600 animali verranno uccisi, e la loro carne sarà distribuita tra le tribù indiane locali.

I biologi calcolano che bisognerebbe eliminare 600 bisonti ogni inverno per diversi anni, allo scopo di portare la popolazione sotto controllo, cioè compresa fra 3.000 e 3.500 unità. Una operazione massiccia era già avvenuta nel 2008, quando erano stati uccisi 1.600 animali. Dal 1985 ad oggi, in totale sono stati oppressi circa 7.000 bisonti, per tenere la popolazione sotto controllo.

Il piano per l’eventuale intervento, però, sta già provocando polemiche. Da una parte, infatti, gli ambientalisti si oppongono alla strage, e dall’altra gli indiani preferirebbero che i bisonti fossero lasciati liberi, per poi consentire ai cacciatori di ucciderli, come avveniva nella tradizione.

PAOLO MASTROLILLI

http://www.lastampa.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , ,

Category: Curiosità

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. franc scrive:

    Benedette tradizioni.!!!!

Leave a Reply


9 + 5 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.