Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Maremma – lupo ucciso… la firma: Cappuccetto Rosso

| 13 febbraio 2014 | 21 Comments

Maremma, lupo ucciso e esposto, la firma: “Cappuccetto Rosso”

Nel grossetano la strage continua da ottobre. Dieci gli esemplari uccisi e lasciati in strada. Oggi appesa a un palo una testa mozzata e un cartellone usato nell’edilizia. Alla voce committente: “Cittadini infuriati”

Direzione cantiere: “Cappuccetto Rosso“, responsabile sicurezza: “Cittadini esausti“, scopo del progetto: “eliminazione dei predatori“. Un cartello usato nell’edilizia affisso ad un palo, e, di fianco, una testa di lupo mozzata. Posta al centro di uno svincolo in una strada a Scansano, in provincia di Grosseto. Continua la caccia al lupo in Maremma: da ottobre ad oggi sono 10 gli esemplari di lupi, o ibridi, uccisi ed esposti a bordo strada a Marciano, Scansano, e ieri a Campagnatico dove un altro esemplare è stato trovato morto con un laccio al collo. Ad inizio gennaio altri due lupi erano stati recuperati sul ciglio di una strada uccisi a bastonate.

In Maremma la strage dei lupi

Il cartello dell’orrore è stato trovato da alcuni automobilisti che lo hanno segnalato alle autorità e diffuso dalla Lav: “Il Prefetto convochi subito il comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza – dichiara Giacomo Bottinelli, responsabile della Lega antivivisezione di Grosseto – come previsto dalla legge 189 del 2004 che punisce l’uccisione di animale. Gli onorevoli Sani e Faenzi hanno seminato vento e adesso raccolgono tempesta, insieme alle associazioni degli allevatori con le loro campagne estremiste. E’ una vergogna per tutta la Maremma”.

La caccia al lupo è iniziata ormai da mesi, dopo che gli agricoltori, stanchi di continue aggressioni al gregge avevano prima minacciato a parole, e poi con i fatti, di provvedere da sè. Già nello scorso agosto era stato lanciato l’allarme dopo che un allevatore aveva dovuto chiudere il suo allevamento, decimato. La Maremma è divisa: chi sta con i lupi, chi con gli allevatori e le pecore. “E’ un’intimidazione mafiosa nei confronti di associazioni come la Lav, Wwf e Enpa- scrivono su Facebook – è inaccettabile e da perseguire”.
C’è gente che vive con gli allevamenti delle pecore – continua però il dibattito – la situazione dei lupi è diventata insostenibile“.

Per risolvere l’emergenza sta muovendo anche la Regione Toscana che deve formalizzare in giunta le linee di intervento per risolvere la questione predatori. Gli assessori all’agricoltura e foreste, Gianni Salvadori, e all’ambiente Anna Rita Bramerini, in questi giorni hanno incontrato, a piu’ riprese, le associazioni degli agricoltori e allevatori, quelle degli ambientalisti e animalisti e i rappresentanti degli enti locali maggiormente interessati al fenomeno.
In tutte le riunioni i due assessori hanno premesso, come condizione irrinunciabile, che la Regione non e’ disponibile a interventi che vadano nella direzione del “contenimento” del lupo, specie protetta dalla normativa europea ed italiana. Con uguale decisione e’ stato anche sottolineato il valore della attivita’ di allevamento, decisivo anche per il presidio di zone marginali e per il contrasto al dissesto idrogeologico

di GERARDO ADINOLFI

http://firenze.repubblica.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , , ,

Category: Lupo, Toscana

Comments (21)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. gianni scrive:

    LE SOLUZIONI SONO SOLO 2.O CONTENETE I LUPI AD UN NUMERO ACCETTABILE,O PAGATE I DANNI SUBITO E AL 100%.ALTRIMENTI QUESTI SONO I RISULTATI.SONO ANCHE CONVINTO PERO’,CHE I NOSTRI BRAVI POLITICI,MAI RISOLVERANNO QUESTO PROBLEMA.LORO LA PANCIA CE L’ANNO MOLTO PIENA.

  2. Giacomo scrive:

     Con uguale decisione e’ stato anche sottolineato il valore della attivita’ di allevamento, decisivo anche per il presidio di zone marginali e per il contrasto al dissesto idrogeologico
    —————————————————————————————–
    Non si può contenere il lupo perchè lo dice la legge Europea. Non si possono tollerare stragi di pecore perchè lo dicono gli allevatori. Ed io aggiungo : non si possono pagare sempre i danni fino al punto di non avere più soldi dei contribuenti. Allora io mi domando e dico qual’è la soluzione del problema ?  :-?   :wink:   Salutiaaamo

  3. Renzo scrive:

    Il fisico EDWAR LORENTZ nel 1979 ipotizzò la cosiddetta teoria della farfalla : SE UNA FARFALLA BATTE LE ALI IN BRASILE A SEGUITO DI UNA CONCATENAZIONE DI EVENTI E’ PROBABILE CHE CREI  UNA TROMBA D’ARIA IN TEXAS ………
    Giusto che sia presente il Lupo così come tutti gli animali, ma nella nostra era l’uomo ha l’importante compito di correggere laddove la Natura ci metterebbe troppo tempo ; e lo deve fare presto e bene se vuole continuare a sopravvivere . Esecrabili questi gesti, personalmente li condanno a prescindere, come condanno atteggiamenti di ripristino di una Natura senza averne conoscenze adatte, giudicando e operando solo trascinati dal sentimentalismo (e dalla moda ) . Reimmettere il Lupo è sacrosanto quanto contenerne il numero nei limiti che la stesa Natura prevede per la specie .

  4. Ezio scrive:

    “Direzione cantiere: “Cappuccetto Rosso“, responsabile sicurezza: “Cittadini esausti“, scopo del progetto: “eliminazione dei predatori“.”
    Comunque senso dell’ironia come ce l’hanno i toscani, pochi al mondo!!
    E sant’aggiustati continua ad essere il santo più gettonato in Italy e certo non solo per la questione “lupi”.
    Sempre in attesa che il “sistema” diventi normale e ritorni al più presto un ordine GIUSTO e RAZIONALE delle PRIORITA’.

  5. Giovanni59 scrive:

    Il Prefetto convochi subito il comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza – dichiara Giacomo Bottinelli, responsabile della Lega ..ecc ecc…le basi Nato passino da defcon5 a defcon3, ed i caccia pronti al decollo….maremma assassina 8) 8) 8)

  6. fabrizio scrive:

    quando al realta’ entra in conflitto con le norme di legge irrazionali …..alla fine del giro e’ sempre la realta’ dei fatti a prevalere, che io sappia.  Certi ambientalisti da salotto non sanno nemmeno che in tutti i Paesi civili in cui c’e’ il lupo, il suo contenimento mediante la caccia e’ previsto dalla legge. che la normativa europea che protegge il lupo a prescindere dalla realta’ dei fatti, e’ una loro pia illusione: il lupo e’ oggetto di contenimento in Norvegia, Svezia e -se non erro- anche in Finlandia, e si tratta di Paesi europei (fino a prova contraria) ed e’ oggetto di contenimento faunistico anche negli USA e in Canada, quando i suo proliferare diventa pericoloso per le attivita’ umane e per l’ uomo. Comunque a gente che preferisce lasiare morire di stenti molte famiglie (di esseri umani) piuttosto che permettere il contenimento faunistico anche dei lupi……io non ho nulla da dire….si commentano da soli.

  7. fabrizio scrive:

    dimenticavo…..se sono ibridi non sono lupi…..quindi non sono specie protetta…..e sono al pari dei cani randagi . basterebbe una modifica della demenziale legge 281 del 1991 e rendere i cani randagi eliminabili da chiunque e dovunque e con qualsiasi mezzo……..

  8. Ugo scrive:

    In fondo quallo che sta succedendo è una lotta per la sopravvivenza! da una parte i lupi e dall’altra gli allevatori. Vinca il migliore!

  9. Pasquale (Nato cacciatore) scrive:

    Non sarebbe auspicabile pentoloni di minestrone e padelloni di “friarielli”!
     
    (f)   (up)   (up)   (up)

  10. Silvano (Toscano) scrive:

    Alla fine come soluzione faranno pagare i danni ai cacciatori perchè i lupi sono stati lanciati 10 anni fa circa per contenere la presenza di ungulati e quindi i responsabili sono i cacciatori !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  11. Renzo scrive:

    http://erauncane.blogspot.it/2013/12/sappiamo-cosa-significa-sterilizzare-un.html?spref=fb
    —————————————————————————–
    Non entra nel discorso ma è indirizzato a TUTTI soprattutto agli ANIMALISTI . Leggete BENE , voi che pensate al bene dei vostri “”cagnolini “”  :evil: :evil: :evil: :evil:

  12. giannirm scrive:

    Invece di fare tutta questa pubblicità con queste teatrate, continuano a levarsi di torno quelli problematici che fanno i danni senza lasciare segni, una buca e via.
    Così finisce che prima o poi qualcuno si fàbeccare e passa ci passa i guai.

    • Springer scrive:

      Capisco l’esasperazione…..ma questi gesti ” teatrali ” sono assolutamente deplorevoli…. Hai un problema che nessuno vuol risolverti….? Lo risolvi tu ma non cosi’…..In questo sono assolutamente d’accordo con Giannirm

  13. Ezio scrive:

    Caro Giannirm, quella è brava gente che si fa un mazzo tanto con un duro e difficile  lavoro è che ESASPERATA.
    Stanno cercando in ogni modo di FARSI ASCOLTARE DA CHI HA LE LEVE DEL VAPORE IN MANO AFFINCHE’ QUESTI  TROVINO SOLUZIONI AL PROBLEMA!
    Il problema probabilmente non verrà risolto e pertanto lo step successivo sarà quello che hai previsto tu.
    Ogni fondamentalismo nuoce in primis proprio alla causa che si prefigge di difendere.
    Pertanto la religione fondamentalista animalista nuoce e nuocerà, in vari modi,  proprio agli animali!

  14. luigi da sorrento scrive:

    In basilicata ad un mio caro amico allevatore con 400 animali, in quest’ ultimo anno i lupi hanno ammazzatao 60 fra agnelli e pecore, se e quando sara’ risarcito gli saranno corrisposti 10 euro per gli agnelli e 30 per le pecore….non bisognerebbe sparare ai lupi, ma agli ambientalisti che hanno perseguito la reintroduzione del lupo in zone ormai inadatte allo stesso…..

  15. Bepi scrive:

    Io non credo che gli allevatori esasperati mettano i cartelli come in questo caso, mi vien da pensare che qualcuno abbia altri scopi….sicuramente se ammazzano un lupo non lo sbandierano ai quattro venti e probabilmente neanche la carcassa trovi.

  16. Ezio scrive:

    In Italia neanche più i gesti teatrali e persino disperati servono a smuovere le “stanche” meningi di chi dico io…figuriamoci chiedere pacatamente e ragionevolmente. :cry:

  17. faganeo scrive:

    Vedrete che fra poco gli animalisti inventeranno un pecorone che mangia i lupi e cosi il cerchio si chiude da solo,

  18. Banzai scrive:

    Ritengo che tutto questo putiferio sia nato a causa di qualcuno che, pietosamente, cercava di estrarre il corpo della nonna di Cappuccetto Rosso dalla pancia del lupo..o no?? :cry: :cry: :cry: :cry: :cry:

  19. alessio scrive:

    Buongiorno.
    specie protetta dalla normativa europea ?!?
    Scusate ma in alcuni paesi europei Romania, bulgaria  ecc ecc non è cacciabile?
    grazie per l’eventuale chiarimento.
     
    Saluti
    Alessio.

Leave a Reply


9 + = 13

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.