Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Stival, da hunting show idee concrete

| 12 febbraio 2014 | 11 Comments

Stival, “da hunting show idee concrete e approfondimenti scientifici. prepareremo una proposta sostenibile per superare le censure dell’ue sulla caccia in deroga”

Stival Daniele“L’edizione appena conclusa di Hunting Show a Vicenza non è stata solo un grande e meritato successo di pubblico, ma anche una preziosa occasione per ragionare di caccia, mondo venatorio, regole e futuro del settore, alla quale come Regione Veneto abbiamo dato un apporto sostanziale, a cominciare dalla caccia in deroga”.

Lo sottolinea l’assessore regionale alla caccia Daniele Stival, facendo il bilancio della presenza regionale alla recente Fiera dedicata al mondo venatorio tenutasi a Vicenza.

Stival punta soprattutto i riflettori sulla proposta uscita dal convegno organizzato da Federcaccia sulle deroghe.

“Lavorando in sinergia con la Lombardia, la regione che, con il Veneto, è la più interessata alla questione – annuncia Stival – predisporremo una nostra proposta comune di regolamentazione della caccia in deroga che superi le ostilità spesso preconcette o politiche dell’Unione Europea e che ci permetta di applicare i prelievi in deroga nel pieno rispetto della relativa direttiva comunitaria. Di certo è una sfida, ma la lanciamo nella convinzione di poterla vincere”.

“Molto significativa – secondo Stival – è anche l’indagine demoscopica realizzata dal sociologo Enrico Finzi di Astra Ricerche sulla percezione degli italiani rispetto alla caccia: la maggioranza di loro non si dimostra ostile in modo preconcetto e questo è un ottimo segnale, oltre che la dimostrazione che i tentativi di demonizzazione dei cacciatori da parte di un certo mondo ambientalista fortemente politicizzato. La parola chiave – aggiunge Stival – è caccia sostenibile e responsabile, già una realta nel nostro veneto”.

“Di notevole interesse – conclude l’assessore – anche due convegni ai quali ho partecipato: uno sulla ricerca scientifica applicata alla beccaccia con il Progetto “Scolopax” al quale anche il Veneto contribuisce; ed uno di Arcicaccia dove abbiamo ribadito, se mai ce ne fosse bisogno, l’importanza della corretta gestione del territorio e dell’ambiente anche attraverso gli Ambiti Territoriali di Caccia”.

http://www.ladeadellacaccia.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Manifestazioni, Veneto

Comments (11)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. faganeo scrive:

    Per carità lasci stare, poi succede come con gli appostamenti ad uso venatorio. Leggi, leggine, leggete tutto, poi delibere, deliberine, deliberate male. Per lo meno domandi  a chi è competente in materia. All’acqua alta ci stiamo pian piano abituando ma all’incompetenza no.

  2. franc scrive:

    Ma queste benedette proposte che aveva promesso di fare la Federcaccia sulle deroghe dove sono finite?

  3. Bekea scrive:

    Per i Veneti che frequentano e leggono questo sito, ricordatevi sempre la canzone cantata da Mina. PAROLE…PAROLE …PAROLE…SOLTANTO PAROLE …. e i fatti li stiamo ancora spettando.

  4. niki scrive:

    Assessore, ma mi faccia il piacere!!!!!

  5. cialluk scrive:

    Per L’ANUU che si è associata anche con arci-caccia è come aver messo la volpe nel pollaio!

    • Giovanni Roberto Bagnolesi scrive:

      L’unione tra Anuu, Federcaccia ed Arcicaccia significa anche cambiamento di sigla ed unica associazione oppure è solamente una questione come la vecchia Unavi dove ognuno mantiene la sua sigla? Chi mi può rispondere?

      • Springer scrive:

        Il proponimento e’ quello di arrivare a un’associazione unica dei cacciatori ( con chi ci sta ) ….Associazione unica….unico nome :wink: . Per il momento si arrivera’ a una tessera assicurativa unica ( su modello Federcaccia ) uguale per tutte le associazioni che hanno aderito , gia’ dalla prossima stagione . Poi nel tempo ( quanto non e’ dato saperlo ma credo fra non molto ) alla fusione in  un’unica associazione venatoria delle sigle che hai citato….

        • faganeo scrive:

           “Per il momento si arrivera’ a una tessera assicurativa unica ( su modello Federcaccia )”(non su modello unico)Interessante, il pesce più grande fagocita il più piccolo.Poi nel tempo si vedrà se espellerlo da davanti o dietro.

        • Springer scrive:

          Su ” modello Federcaccia ” solo perche’ e’ la piu’ completa ed economica….
          Non entro nel merito della discussione sui grandi che fagocitano i piccoli ( anche se da che mondo e’ mondo e’ sempre stato cosi’ ) limitandomi a dire che i circa 600.000 cacciatori italiani  ( cifre certe non sono mai state dichiarate ) con un calo fisiologico ( questo dato e’ certo ) di - 15% all’anno….divisi in tante associazioni ognuna con le sue proposte….ognuna con le sue rivendicazioni….ognuna rappresentante solo una parte di quell’ ormai piccolo capitale di appassionati ( in via di veloce estinzione ) , in fase di ” contrattazione ” contano meno del due di coppe a briscola. Quando si parla in troppi si fa solo rumore e non si combina mai nulla…
          Remare tutti in un unica direzione concentrando risorse ed idee , al punto in cui siamo arrivati ( e numericamente rimasti )  credo sia indispensabile….  :wink:

  6. igor radere scrive:

    se non ricordo male c’è un venditore di fumo :lol:  che sono tre anni che dice che le deroghe si possono attuare e che VOI sommergete di merda ed insulti vari. Ora vien fuori che si può provare afare una proposta per le deroghe per superare le imposizioni dettate di quà e di là. Andate a farvi visitare, ma da uno bravo però.

  7. SERGIO BERLATO scrive:

    Davvero bella prospettiva per i cacciatori migratoristi dell’ANUU quella di venire fagocitati da coloro che predicano la caccia moderna e responsabile ( polli colorati a pagamento nei recinti ). Se tornassero al mondo quegli eroici dirigenti cacciatori che hanno dato vita all’ANUU (Associazione Nazionale Uccellatori ed Uccellinai ) , avendo il coraggio di staccarsi dalla Federcaccia, prendebbero a calci nelle palle piu’ di qualcuno degli attuali dirigenti.

Leave a Reply


7 + = 14

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.