Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Arcicaccia: importanti novita’ dall ‘Hunting Show

| 12 febbraio 2014 | 11 Comments

ARCI Caccia: La “caccia” è significativa e importante all’“Hunting”di Vicenza

L’ARCI Caccia valuta un’importante novità quella realizzatasi all’Hunting: si sono presentate insieme, per la prima volta, tre associazioni venatorie FIDC – ARCI Caccia – ANUU all’attenzione di migliaia di persone e degli imprenditori del settore.

ArcicacciaUna esperienza apprezzata nei tantissimi colloqui avuti con cittadini e cacciatori che hanno incontrato i 40 volontari dell’ARCI Caccia che si sono alternati allo stand. Un dialogo fruttuoso con molte persone che, contestualmente, potevano conoscere proposte, iniziative delle tre Associazioni venatorie.

Un’iniziale difficoltà di trovare un equilibrio di comunicazione che è stata superata parlando di quante, in concreto, erano le cose in comune tra le coprotagoniste dello stand, ad iniziare dalle polizze assicurative 2014 e al loro costo ai soci, a quante problematiche, di contro, saranno oggetto di trasparente confronto per differenze di approccio che è giusto rappresentare se si vuole portare il mondo venatorio ad essere quella “casa di vetro” che può isolare l’animalismo “pernicioso” che si caratterizza in Italia per un coacervo indistinto di manipolazioni, falsità e comportamenti facinorosi sempre “più isolati” e minoritari. Così è stato per la vergognosa manifestazione solitaria, tenutasi fuori dalla Fiera di Vicenza, all’insegna di offese e maleducazione.

Abbiamo ascoltato e raccolto preoccupazione, amarezza dei tanti cacciatori che hanno chiesto all’ARCI Caccia di farsi interprete dei problemi della caccia, delle nostre campagne, degli ATC e dei CA, in quelli dove la gestione non “decolla” e non si investe per produrre fauna e ambiente. E’ li che c’è bisogno di cambiare. O i Comitati operano nell’interesse degli agricoltori e dei cacciatori o gli ATC e i CA si dequalificano in un sistema di “coltura” d’interessi altri, che hanno poco a che fare con un futuro migliore dell’attività venatoria.

Molti cacciatori si sono avvicinati ai volontari dell’ARCI Caccia per chiedere “certezze” sui calendari, onestà sulla prospettiva delle deroghe. Altrettanti hanno censurato la demagogia delle promesse decennali che sono considerate ormai un’offesa all’intelligenza.

Gli apprezzati Convegni organizzati dalle Associazioni venatorie sono stati partecipati dai rappresentanti della “triplice”. Siamo orgogliosi di aver dato il nostro contributo con l’Assise, aperta ai portatori di interesse tutti, tenutasi l’8 febbraio. Abbiamo realizzato un forte convincimento collegiale a proseguire nel lavoro di consolidamento dal rapporto unitario che ha una sola via da percorrere per essere praticabile e coinvolgere il sistema delle Associazioni venatorie nazionali riconosciute: “l’unità” sintesi del pluralismo delle idee e della presenza di uomini e donne impegnati nelle loro associazioni, con la loro identità, la loro storia. Negli anni sessanta, l’associazione unica riconosciuta dalla legge è stata superata perché anticostituzionale e causa di un approccio corporativo nostalgico che ancora oggi è alla base di alcune demagogiche proposte che circolano nel mondo venatorio e che concorrono alla ghettizzazione della caccia. Federare le Associazioni venatorie nazionali riconosciute in una struttura ove queste si riconoscano liberamente per confrontarsi e trovare una sintesi, non si tratta di rincorrere nostalgiche fusioni indistinte, già rifiutate dalle Associazioni venatorie, ma di affermare il pluralismo, la democrazia e la rappresentanza unitaria. Questo è novità e qualità.

L’ARCI Caccia del Veneto d’intesa con l’ARCI Caccia delle Regioni del Nord, in sintonia con il Congresso nazionale, promuoverà e spenderà fin da ora “il patrimonio” di contenuti e di proposte nelle attività dei propri circoli, dei dirigenti territoriali perché queste idee siano forza del Tesseramento ARCI Caccia 2014. Rafforzare “l’unità” e consolidare l’Associazione di oggi e del futuro.

Ci presenteremo con proposte e comportamenti per essere il coprotagonisti di una caccia migliore, più gratificante, più conosciuta e più apprezzata.

L’ARCI Caccia ringrazia i visitatori dello Stand unitario, l’Ente Fiera, i rappresentanti di tutte le categorie intervenuti al Convegno, la Regione e i tanti che hanno espresso apprezzamenti per il nostro operato.

Ci impegniamo a non deluderli.

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , ,

Category: ANUU, Arcicaccia, Federcaccia, Manifestazioni, Veneto

Comments (11)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. niki scrive:

    “Polizze assicurative”, questo e niente altro a voi interessa.

  2. faganeo scrive:

    “Rafforzare “l’unità” e consolidare l’Associazione di oggi e del futuro”
    Ma se sta chiudendo anche questo quotidiano di partito, cosa volete rafforzare.

  3. Silvano (Toscano) scrive:

    Vi invito a cercare il nuovo consiglio direttivo toscano eletto della nuova CCT. Potete farlo andando su arcicacciatoscana.it o federcaccia.it
    Non hanno fatto altro che mettere insieme il consiglio direttivo regionale arcicaccia, fidc e anuu……..le stesse persone…….nessun giovane………….
    dov’è le novità di questa CCT ? 
    è solo un mantenrsi a galla per altri 5/6 anni poi tutti a casa …………..
    che delusione……da parte di un vecchio  socio arcicaccia dal 1969 ! 

  4. Giacomo scrive:

    Non vedo perche giudicare negativamente prima di vedere i fatti ? Ormai l’unione è stata fatta, il modo in cui è stata fatta non credo che interessi, se non a qualcuno per criticare gratuitamente o che gli viene tolto un qualcosa. Le mie critiche non mancheranno e gli do quest’anno 2014 di tempo per vedere cosa saranno in grado di fare tutti uniti. L’unione delle associazioni è stata chiesta dalla maggior parte dei cacciatori questo non lo possiamo negare, sicuramente non è come essere divisi, ma comunque resta il fatto che dovranno dimostrare. I parchi a iosa che hanno sforato in alcuni casi di molto il 30% con in più altro territorio vietato ai non residenti delle aree contigue è la priorità su cui dovranno già da domani mattina incominciare a lavorare per far rispettare la legge. Non se ne può più e penso che le associazioni unite non si faranno sfuggire questa opportunità per dimostrare la loro forza, rivogliamo il nostro territorio questo deve essere ben chiaro   :-?    :wink:   Salutiamo

    • Bekea scrive:

      Giacomo per il momento è una unione economica. Tutte 3 le Ass. hanno la stessa compagnia di assicurazione e fanno una tessera unica con tutti le stesse tariffe. Per l’altro tipo di unione, quella di fare le stesse proposte o iniziative vedremo. MA’ si spera.

      • Giovanni Roberto Bagnolesi scrive:

        Definiamola allora un’unione di puro interesse assicurativo. A cosa serve un nuovo emblema se poi ognuna mantiene il proprio simbolo? E’ come se fosse stata costituita una nuova UNAVI. Vorrei sbagliarmi ma credo di non essere andato molto lontano. Vorrei sapere inoltre il parere del direttivo CPA in quanto, come risaputo, il CPA stesso per ottenere in riconoscimento nazionale è confluito pur mantenendo la sua siglia in Anuu migratoristi. Mi sembra comunque che qualcosa non torni. Un’associazione prettamente migratorista (ANUU) che pone le basi di un accordo!!!! con chi la migratoria l’ha voluta e la vuole chiudere o limitare al massimo (arci) e che continuerà a chiedere per esigenze personali (caccia nelle AFV di proprietà di alcuni dirigenti) una sua ulteriore limitazione. Qualcosa non torna. Certamente come consigliere comunale CPA di Lucca vorrò avere delucidazioni molto chiare in proposito ma la mia appartenenza al CPA stesso, stante così le cose, è molto dubbia. Ritengo doveroso a questo punto cambiate ass. ven. L’Enalcaccia riscuote le mie simpatie e non da ora anche se tutte purtroppo tutte sono legate chi più chi meno ad un partito politico.

      • Giacomo scrive:

        Caro Bekea io ho pagato quest’anno 2013-2014 circa 70 Euro alla Fidc, staremo a vedere quello che chiederanno per l’anno 2014-2015. Comunque il conto lo dovranno presentare ai colleghi cacciatori Toscani visto che l’unione ancora non riguarda tutto il Paese. Staremo a vedere il tutto, che si svolgerà entro quest’anno, i Toscanelli ci faranno sapere anche come è andata per la tessera.   :wink:   Salutiamo

  5. Silvano (Toscano) scrive:

    Caro Giacomo, 
    il costo della tessera per il 2014 aumenta di circa € 4 rispetto all’anno scorso !
    come te hai detto dalle parole ai fatti ………..
    se li conoscessi……..parleresti diversamente 

  6. aceto scrive:

    Devono mantenere la nuova struttura e rimborsare le “spese” ai “NUOVI” dirigenti. 
    Qualcuno dovrà pur pagare.
    :twisted:
     

  7. claudio ge scrive:

    e no caro Roberto Bagnolesi, l’Enalcaccia è sempre stata l’unica apolitica credimi, e Ti aspettiamo a braccia aperte.. :wink:

Leave a Reply


4 + = 7

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.