Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Veneto: I dirigenti del cravn si coprono di ridicolo

| 3 febbraio 2014 | 2 Comments

ACV_ENALCACCIAI dirigenti del cravn si coprono di ridicolo

Basta leggere i contenuti dell’esilarante documento emanato in data 31 gennaio u.s..dai dirigenti del CRAVN ( l’organismo che raggruppa temporaneamente i dirigenti regionali di alcune associazioni venatorie del Veneto ) per capire quale possa essere il loro livello di credibilità.
Il comunicato del Cravn sembra il raffazzonato tentativo di tenere calmi i propri associati, sempre più infastiditi nel constatare come i propri dirigenti si ostinino a difendere l’operato di un assessore indifendibile.
Singolare il tentativo dei dirigenti del CRAVN di far credere ( per la verità senza tanta convinzione ) che l’indecente proposta di nuovo Piano Faunistico Venatorio Regionale, adottata dalla Giunta regionale in data 12 agosto 2013 su proposta di Stival, sia arrivata in Giunta senza che loro ne sapessero nulla, proprio loro che hanno come presidente regionale quel Flavio Tosi che ha voluto Stival all’assessorato alla caccia. Ancora più singolare se si pensa a quante volte questi dirigenti si sono prodigati nell’affermare che i provvedimenti predisposti dall’assessore in materia di caccia ( calendari ripetutamente sospesi, delibere sulle cacce in deroga, leggi e delibere sugli appostamenti ad uso venatorio ) sono stati il frutto dei loro consigli.
Del resto, non sono stati loro a pavoneggiarsi scrivendo di aver ottenuto “ottimi risultati” da quando c’è Stival all’assessorato alla caccia?
Sentendo le crescenti proteste che arrivano dai loro associati, i dirigenti del CRAVN tentano di correre ai ripari, scrivendo nel loro comunicato di avere presentato le loro osservazioni ai competenti uffici regionali ben tre mesi fa ( se andiamo a ritroso dal 31 gennaio, data del loro comunicato, andiamo ad ottobre 2013).
Ci chiediamo come abbia fatto il CRAVN ad avere spedito le sue fantomatiche osservazioni ai competenti uffici regionali nel mese di ottobre quando il comunicato ufficiale della costituzione di questo strano organismo porta la data del 2 dicembre 2013?!?!?! Semplice sbadataggine o palese malafede?
Decisamente strano il tentativo dei dirigenti del CRAVN di buttare fumo negli occhi dei loro associati quando scrivono che, tra le fantomatiche 36 loro proposte di modifica al PFVR, hanno inserito “l’alternativa alla scelta di caccia per 15 giornate”, sapendo benissimo che il vincolo della scelta di caccia in via esclusiva è purtroppo previsto dall’art. 12 comma 5 della legge statale 157/92, quella legge maledetta che è stata voluta e difesa da molti dei dirigenti che ora si riconoscono nel CRAVN.
Sorprendente poi l’altra richiesta avanzata dai dirigenti CRAVN del Veneto, consistente nel voler permettere la mobilità della caccia alla migratoria su tutto il territorio regionale, richiesta per la quale noi ci siamo sempre battuti ma che ha trovato la ferma contrarietà di molti dei dirigenti del CRAVN che hanno sempre pubblicamente bollato questa opzione considerandola come “nomadismo venatorio”. Vera conversione causata dal fulmine sulla via di Damasco o mossa tattica per addolcire l’amara pillola che vogliono propinare ai cacciatori del Veneto?
Adesso che i cacciatori del Veneto, grazie anche agli incontri pubblici come quelli di Vicenza del 25 gennaio scorso, cominciano ad essere informati su quello che la Giunta regionale voleva far approvare con la connivenza di alcuni dirigenti venatori, qualcuno degli artefici di queste iniziative cerca di correre ai ripari e tenta di prendere le distanze da quello che egli stesso avevano contribuito a predisporre.
Non ci stupirebbe se nei prossimi giorni affermassero di non avere mai conosciuto né Stival, né Tosi, né di sapere dove si trova la città di Venezia.

Treviso, li 3 febbraio 2014

Maria Cristina CarettaAssociazione Cacciatori Veneti-CONFAVI
TARCISIO De FranceschiAssociazione Enalcaccia P.T

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , ,

Category: ACV, Enalcaccia, Veneto

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. faganeo scrive:

    CU, CU, DOVE SIETE ?? NON STIAMO GIOCANDO A NASCONDINO. SUVVIA VENITE FUORI.

  2. Trego scrive:

    A me sembra normale il comportamento del cravn ripete quello che hanno fatto negli ultimi 4 anni di malagestione stival questi mali sono da estirpare per il bene della Caccia.
    Tra l altro non hanno nemmeno il coraggio di ribattere
    ezzelini stortiiiiiii? 
     

Leave a Reply


+ 5 = 9

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.